Lo spaventapasseri

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Dark Night of the Scarecrow
Anno: 1981
Genere: horror (colore)
Numero commenti presenti: 15
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 20/06/12
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 8/05/07 18:44 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Lo scemo del villaggio è accusato (ingiustamente, ovvio) di avere ammazzato una ragazza. Si nasconde in uno spaventapasseri, ma viene catturato e ucciso. Dopo un po' un misterioso assassino in guisa di spaventapasseri inizia a colpire... Passabile tv-horror americano che indovina le atmosfere oppressive dell'America rurale e qualche sequenza efficace. Naturalmente non molto gore data l'origine, punta tutto sulla suspence. Charles Durning è, al solito, un cattivo cattivissimo.

Stubby 10/05/07 23:26 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Nei lontani anni ottanta, quando ero poco più che decenne, ricordo che questo film aveva una scena veramente terrificante (il minorato mentale nascosto dentro allo spaventapasseri che guarda con occhi sbarrati e spaventati chi sta per ucciderlo).Per il resto si trattava di un film poco spaventoso e povero di mezzi. Ricordo di averlo visto più volte in realtà solo per quella scena.

Undying 14/08/08 00:57 - 3819 commenti

I gusti di Undying

Una bella idea, una buona scenografia (spazi aperti, distese di verde e ampie zone illuminate nelle quali si muove un killer sui generis) e attori poco noti, ma in parte. Purtroppo la concezione del film è quella di stampo televisivo anni Ottanta, con tutto ciò che ne consegue: limitazione di effetti speciali (con delitti fuori campo) e dialoghi farraginosi, spesso finalizzati a raggiungere un metraggio sufficiente. Può meritare d'esser visto per la sua originalità di fondo, dato che all'epoca il tema "giallo" era sviluppato in maniera (molto) più canonica.

Mco 26/12/10 14:52 - 2222 commenti

I gusti di Mco

Chi ha superato abbondantemente il traguardo delle 30 primavere non può dimenticarsi di questo horror dai toni cupi che da noi passò terrorizzando più di un bambino. Rivisto con occhi più maturi certo non spaventa più come allora, ma se ne apprezza sempre la vena nemesiaca e la morale punitiva che tanto ci piace. Drake, ancora lontano dai panni del dr. Giggles, fa un Bubba strepitoso e le atmosfere influenzeranno non poco i vari "ragazzini dei filari di grano" a venire. Da vedere.

Daidae 13/03/12 06:23 - 2874 commenti

I gusti di Daidae

Ecco come realizzare un buon film con attori non eccezionali e pochi soldi. A parte la scena del povero Bubba nascosto nello spaventapasseri, non ci sono scene forti; sangue poco o niente, eppure questo film è decisamente molto meglio di tanti prodotti di quegli anni. Da riscoprire.
MEMORABILE: Gli occhi di Bubba; Il forcone.

Corinne 22/07/12 23:03 - 410 commenti

I gusti di Corinne

A metà tra lo slasher e il giallo, fino all'ultimo non fa capire se siamo di fronte a una vendetta dall'aldilà o se c'è un killer in carne ed ossa, dispensando una discreta tensione a dispetto del ritmo non proprio sostenuto. Bella l'atmosfera rurale con omicidi "a tema", amarissimo l'antefatto. Un film ben lontano dalla perfezione, ma interessante e consigliato agli amanti del genere.
MEMORABILE: Gli occhi di Bubba nello spaventapasseri; L'ultimissima scena, su cui scorrono i titoli di coda.

Herrkinski 11/03/13 01:14 - 6161 commenti

I gusti di Herrkinski

Interessante reperto di inizio '80, piuttosto sottovalutato, che mette in scena una storia interessante e non priva di una certa originalità. Supportato da un cast adeguato, il film punta molto sulle atmosfere e sull'attesa, creando momenti di tensione ideali. Vista la destinazione televisiva non ci sono scene particolarmente grafiche, tuttavia è un dettaglio che passa in secondo piano, grazie alla bontà della sceneggiatura e al giusto clima di mistero. Calzanti le location dell'America rurale e anche le musiche. Decisamente da riscoprire.
MEMORABILE: L'esecuzione di Bubba; Il finale.

Pumpkh75 9/05/13 20:10 - 1457 commenti

I gusti di Pumpkh75

Folate di vento, ombre minacciose, scricchiolii che si infilano sotto pelle: davvero un ottimo film d’atmosfera, vestito da slasher e lambito da elementi paranormali. Diretto con mestiere e con un Larry Drake vittima e carnefice, compassionevole e angosciante, mantiene ampiamente le premesse e si staglia sulle produzioni tipiche del periodo per la quasi totale mancanza di sangue. L’origine televisiva non gli toglie nessun punto, sebbene in qualche frangente appesantisca la narrazione. Da vedere.

Wangyu 20/12/13 18:24 - 93 commenti

I gusti di Wangyu

Rimane impresso per il bel e innocente rapporto bambino e uomo ritardato, per l'atmosfera e per lo spaventapasseri assassino. Le tematiche di base sono il pregiudizio, l'omertà e la violenza cieca e reazionaria, attorno alle quali viene sviluppato il film. Manca un po' di originalità nella realizzazione degli omicidi, splatter e gore quasi assenti.

Ciavazzaro 20/11/14 23:23 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Notevole horror televisivo. Seppur la mancanza di sangue sia dovuta alla destinazione televisiva, la violenza però non è affatto assente, i delitti sono tutti belli brutali e - vista la bastardaggine delle vittime - danno molta soddisfazione. Buon lavoro del cast, notevole l'ambientazione di provincia, non ci sono punti morti e il film scorre minuto dopo minuto con una certa tensione ben tratteggiata dal (giusto) terrore dei protagonisti.
MEMORABILE: Il primo omicidio; L'esecuzione.

Robert F. Lyons HA RECITATO ANCHE IN...

Rambo90 15/07/15 02:29 - 6923 commenti

I gusti di Rambo90

Horror televisivo ma che non demerita affatto rispetto a produzioni coeve cinematografiche. Certo il sangue è del tutto assente, ma non mancano una bella dose di tensione e una certa cura nella fotografia e nelle location, abbastanza suggestive. La scelta più interessante della trama è quella di rendere la figura della vittima (un ottimo Durning) più tenebrosa e violenta del killer, che altro non fa che compiere giustizia. Colonna sonora un po' troppo assente. Nel complesso buono.

Hackett 4/09/16 23:01 - 1817 commenti

I gusti di Hackett

Buon horror della vendetta dove una volta tanto non sono giovani adolescenti arrapati a essere bersaglio della furia omicida ma un gruppo di bifolchi che ben rappresenta il lato più gretto e pieno di pregiudizi della sconfinata provincia americana. Per niente sanguinario, il film preferisce mostrare il meno possibilie e questo aiuta a creare un clima sospeso riguardo a chi possa essere il vero responsabile. Ad impreziosire il tutto la presenza di Charles During, sempre perfetto nel rappresentare il peggio a stelle e strisce.

Anthonyvm 28/02/18 12:09 - 3251 commenti

I gusti di Anthonyvm

Piccolo capolavoro d'inquietudine, uno dei più riusciti horror televisivi degli anni '80 e non solo. Una classica storia di vendetta sovrannaturale, che punta poco o nulla sulla spettacolarità degli eventi mostrati. La suspense è ottenuta con riprese lunghe e descrittive e inquadrature notturne che celano entità invisibili e minacciose. L'ambiguità regna sovrana, fino a un finale soddisfacente. Bel cast con Charles Durning odiosissimo e per una volta Larry Drake nei panni di un buono. Terrificante lo spaventapasseri nella sua semplicità.
MEMORABILE: Il primissimo piano di Bubba nascosto nel fantoccio di paglia.

Rufus68 14/04/20 01:35 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

Un horror televisivo d'inaspettata qualità. I quattro "giustizieri" dell'innocente Bubba non sono pura carne da macello. La sceneggiatura provvede, infatti, a definire tutti i protagonisti, dapprima nell'arroganza quindi nella paura abietta con una forza drammatica non comune (nonostante i limiti imposti dal format). E l'insinuazione di una nota di perversione (l'attrazione del capo dei carnefici per la bimba) aggiunge spessore al tutto. Notevole Durning col suo ghigno redneck.

Daniela 23/10/21 23:46 - 10916 commenti

I gusti di Daniela

Sospettato ingiustamente di aver ferito una bambina, un innocuo minorato mentale viene trucidato da quattro bifolchi che riescono a farla franca sostenendo di aver agitato per legittima difesa, ma la nemesi non si fa attendere... Prodotto televisivo che risente delle limitazioni imposte in quel periodo per cui il sangue latita e gli omicidi vengono tenuti fuori campo ma per il resto risulta ben congegnato, diretto con competenza ed interpretato dalle facce giuste a partire da Charles Durning, eccellente nel ruolo spregevole del "bravo cittadino" che guida il linciaggio.
MEMORABILE: Gli occhi terrorizzati del povero Bubba attraverso i fori della stoffa che gli copre la testa.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 10/01/13 00:09
    Pianificazione e progetti - 23327 interventi
    Mco ebbe a dire:
    Giustamente Buio, anch'io le mie vhs me le tengo strette strette...
    Delirio è venduto a prezzi folli nella versione da te citata, mentre La maschera del demonio ha una buona resa nella vhs giapponese in lingua italiana (con sottotitoli japanese, of course).
    Di Pranzo misterioso, invece, nessuna edizione hv, restando quindi preziosissima (com'era fino a poco tempo fa la "retemia" de Il prato macchiato di rosso) la derubricazione televisiva...


    Già, fatto curioso che il film di Balaban e targato Vestron, e io speravo, in passato, in un uscita in vhs della Videogram, invece ahimè, trasmesso solo in tv (con il contagocce per di più) :(
    Ultima modifica: 10/01/13 00:09 da Buiomega71
  • Homevideo Pumpkh75 • 10/05/13 18:44
    Addetto riparazione hardware - 410 interventi
    Il film è ora disponibile in una ottima edizione blu-ray ( e DVD) Americana, region free e con sottotitoli inglesi e spagnoli.
  • Homevideo Mco • 21/05/13 19:15
    Scrivano - 9897 interventi
    Segnalo, per chi fosse interessato al film de quo, l'edizione della VCI Entertainment (acquistabile on line su siti europei/internazionali) con queste specifiche:
    Formato 1.33:1
    Regione 2PAL
    Dolby Digital Audio 2.0
    Lingua inglese con possibilità di commento del regista durante le scene del film.

    Grave pecca, però, l'assenza dei sottotitoli inglesi.
    Ultima modifica: 21/05/13 19:16 da Mco
  • Curiosità Buiomega71 • 16/04/14 17:09
    Pianificazione e progetti - 23327 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni, (Ciclo: "Il grande brivido di Dario Argento", Giugno 1984) di Lo Spaventapasseri:

  • Discussione Mco • 16/04/14 19:32
    Scrivano - 9897 interventi
    Grande riscoperta il flano dell'84, con la messa in onda di Italia 1.
    Grande Buio!!!
  • Discussione Buiomega71 • 16/04/14 19:34
    Pianificazione e progetti - 23327 interventi
    Mco ebbe a dire:
    Grande riscoperta il flano dell'84, con la messa in onda di Italia 1.
    Grande Buio!!!


    Sapevo avresti apprezzato :)
  • Discussione Digital • 17/07/15 09:51
    Portaborse - 3291 interventi
    Durning è il carnefice non la vittima.
  • Discussione Rambo90 • 17/07/15 21:36
    Pianificazione e progetti - 363 interventi
    Io questo film l'ho scoperto proprio spulciando il Davinotti, avevo voglia di un horror anni 80 e ho fatto una ricerca per genere e così sono arrivato a Lo spaventapasseri. Purtroppo come avete detto l'audio è tremendo, a volte davvero soffocato, ma intanto meglio così che niente.
  • Discussione Rambo90 • 17/07/15 21:39
    Pianificazione e progetti - 363 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Durning è il carnefice non la vittima.

    Si hai ragione. Ma io intendevo vittima nel senso di chi viene ucciso dal fantasma di Bubba, penso si capisca dal pensiero intero che ho scritto.
  • Discussione Digital • 18/07/15 08:33
    Portaborse - 3291 interventi
    Rambo90 ebbe a dire:
    Digital ebbe a dire:
    Durning è il carnefice non la vittima.

    Si hai ragione. Ma io intendevo vittima nel senso di chi viene ucciso dal fantasma di Bubba, penso si capisca dal pensiero intero che ho scritto.

    Capito.