LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/12/07 DAL BENEMERITO SPECTRA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Spectra 7/12/07 09:32 - 84 commenti

I gusti di Spectra

Un gruppo di donne rapite dai centurioni romani viene obbligato a soggiacere alle voglie sessuali dei soldati e a scontrarsi fino alla morte nell'arena. Dopo l'ennesimo massacro per il ludibrio dei romani, le gladiatrici decidono di tentare la fuga a rischio della vita. Un film più unico che raro ma non per questo un buon film. Noioso. Curiosa la doppia regia Joe D'amato/Steve Carver. Da segnalare la presenza di Lucretia Love (Anna Morganti).

Undying 2/01/08 20:30 - 3841 commenti

I gusti di Undying

A dispetto di un cast promettente (date un'occhiata alle presenze femminili) il film si perde in lunghi e poco sensuali scontri tra gladiatrici. C'entra Massaccesi e questo rende ancor più misterioso l'inatteso appiattimento dell'erotismo, anche se -va aggiunto- è girato in anni difficili (primi '70). La sceneggiatura non è male ed il film merita la visione, senza però sperare di scorgere qualcosa di particolarmente osé, a dispetto di quello che la trama può suggerire. Cuoriosa, nel complesso, la procreazione (con parto cesareo) dell'opera.

Tromeo 22/04/08 20:55 - 52 commenti

I gusti di Tromeo

Uno dei rari peplum al femminile, interpretato dalla mitica Pam Grier, diretto dal maestro dell'eros Joe D'Amato insieme a Steve Carver e prodotto da Roger Corman. Belle scene d'azione, erotismo e sangue. Un film da riscoprire, un buon prodotto d'exploitation.

Matalo! 23/07/08 18:03 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Comprato in edicola per avere una più ampia panoramica sulla grandiosità delle tette della strepitosa Pam Grier (e ne fui molto soddisfatto) si tratta di un ridicolo peplum nel quale Massaccesi sembra aver diretto la seconda unità. Vedere Daniele Vargas fare pollice verso all'arena mentre la camera zoomma sulla lustra capoccia mi fa leggermente precipitare il piacere del sopra elencato motivo della visione e acquisto.

Daidae 27/07/10 02:55 - 2727 commenti

I gusti di Daidae

All'inizio mi aspettavo il solito filmetto all'italiana tutto sesso e violenza; invece, vuoi per la doppia regia, vuoi per la bravura del cast si tratta di un interessante film, seppur di serie b. C'è di tutto: erotismo, violenza, azione, film che non deluderà anche se certamente non è un'opera d'arte.

Paul1957 26/01/11 10:03 - 4 commenti

I gusti di Paul1957

Tardo peplum datato 1974, La rivolta delle gladiatrici, più noto in America con il titolo "The Arena" è inaspettatamente un gradevole film d’avventura che dal peplum riprende i ritmi e l’ambientazione, utilizzando le caratteristiche che avevano reso famoso il genere negli anni 60, ovvero i combattimenti con gladi e forche, gladiatori impegnati in lotte estreme ecc. La rivolta delle gladiatrici ha ritmo, una sceneggiatura accettabile, scene d’azione ben girate; il che è un autentico lusso, tenendo conto che il film stesso era un prodotto low budget.

Homesick 1/11/12 16:48 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La morta stagione del peplum viene riportata alla luce dalla vincente partnership Carter-Massaccesi, che fa indossare armi e corazze a corpi di donne emule di Spartaco, ribelli al “panem et circenses” e al “mors tua, vita mea”. L’esito è un buon film d’avventura, serrato e cruento negli spettacoli gladiatòri e non privo di parentesi umoristiche e attimi di pathos. Gran parte del merito va al ricco cast: le vigorose ed erotiche Markov e Grier, l’alticcia Love, il vile Vargas, la malvagia Neri e un inedito Ceccarelli che si impegna in un efficace pianto sulla salma della defunta moglie Conte.
MEMORABILE: Gli eccidi commessi dai Romani nell’antefatto; la rissa delle schiave in cucina; la Grier costretta dagli arcieri a sferrare il colpo di grazia.

Ryo 31/12/12 19:50 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Discreto lavoro ambientato narrativamente poco dopo gli eventi di Spartacus (viene nominato durante il film) e riprendendone i temi, ma trasferendo l'attenzione su un gruppo di schiave che verranno allenate come gladiatrici per offrire uno spettacolo diverso e originale. La realizzazione è mediocre e a tratti si percepisce una certa superficialità. A volte è una commedia, altre raggiunge toni drammatici. Troppe scene hanno dell'inverosimile sia come storia che come interpretazione, ma qualcuno del cast ci crede e si impegna. Degna di nota, infatti, una giovane Pam Grier, sia come fisico che come recitazione.
MEMORABILE: Un uomo ha diritto di morire come ha vissuto; La gladiatrice ubriaca.

Fauno 6/10/13 19:13 - 1907 commenti

I gusti di Fauno

Lontano milioni di anni luce da Spartacus, ma per quanto certi passaggi possano intenerire e far sorridere, è una risposta più che fiera al capolavoro kubrickiano. Il nudo non è mai sboccato, la Grier e la Markov recitano e duellano ottimamente, mentre gli schiavisti sono giustamente putridi e corrotti e davanti al pericolo le femminucce diventano loro, a eccezione del solito Rambo di turno. Brava anche la Neri: il ruolo negativo le si addice perfettamente; buffissimo l'energumeno pelato. Tutto sommato è una buona curiosità da riscoprire.
MEMORABILE: Fantastico l'incoraggiamento dato dalle schiave ai gladiatori in quella che potrebbe essere la loro ultima notte.

124c 18/11/15 17:34 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Italo-americanata prodotta da Roger Corman, con Pam Grier fra le attrici protagoniste, che ha più il sapore italiano che americano. A parte qualche seno scoperto, però, di scene audaci e di stupri dettagliati non ce ne sono (o sono riservati per l'edizione Usa). Come peplum non regge quelli di Ercole e Maciste degli anni '60, come film sexy/avventuroso diciamo che sul sexy siamo subito accontentati, mentre sull'avventuroso bisogna aspettare un po'. Notevole Margaret Markov, l'altra gladiatrice. Può stupire la presenza del fantozziano Paul Muller.

Lucius 12/07/17 01:35 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Evidentemente non basta sostituire ai muscoli dei gladiatori donne avvenenti per la buona riuscita di una pellicola epico-storica che voglia distinguersi per originalità, se poi appunto manca di "contenuti". Il film (nonostante un cast non malvagio) risulta scadente in tutto e per tutto. Non coinvolge, è sempliciotto e banale, discontinuo e tedioso. Invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia, ma sostituendone la materia prima il risultato non può che provocare un collasso. Molto meglio i telefilm in tema a questo punto...

Myvincent 3/07/20 08:12 - 2521 commenti

I gusti di Myvincent

Si sa, quando ci si mettono di mezzo le donne si sente spesso odore di baruffe e schiaffoni! Peplum di colore rosa, originale, ricco di indiscutibili bellezze femminili, costumi eleganti, nitida fotografia. Queste signorine vengono prima imprigionate, poi litigano fra di loro, infine si ingegnano per contrastare addirittura l'Impero Romano. Il difetto sta nel ritmo, con più di un momento didascalico e di fiacca, ma nel complesso conquista.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.