R La presidentessa

Media utenti
Anno: 1977
Genere: commedia (colore)
Note: Remake de "Madame la presidente" di Frank Lloyd, rifatto come "La presidente" nel 1938 (regia di Fernand Rivers), e poi nel 1952 come "La presidentessa" (regia di Pietro Germi).

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 10/05/07 09:03 - 3013 commenti

I gusti di Il Gobbo

Yvette, ballerina di quart'ordine, è a casa di un austero magistrato per una censura quando ivi piomba il ministro della giustizia in persona, che la scambia per la moglie del giudice... Remake dell'omonimo film di Germi, è una pochade classicissima (di autori francesi, infatti) orchestrata da Salce con lo stesso rigore filologico di Vieni avanti cretino, ossia con tutti gli elementi tipici (equivoci, giochi di stanze, agnizioni) del genere. Fuori tempo massimo quando uscì, da ricoprire oggi. Ottimo cast, in cui la Melato giganteggia.

Ciavazzaro 31/08/08 11:39 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

La bravissima Mariangela Melato in un film che si regge soprattutto grazie a lei (più che sul suo comprimario Johnny Dorelli). Nutrito il cast di caratteristi: Bologna, Cerulli, Laura Trotter. Salce filma la regia e ha anche un ruolo nel film. Da gustare, molto divertente, finale compreso.                                                                                             

Caesars 2/09/08 09:43 - 3364 commenti

I gusti di Caesars

Remake dell'omonimo film (che non ho visto) di Pietro Germi, si tratta di una classica commedia degli equivoci di chiaro stampo francese (anche se si svolge nel belpaese). Tutto si regge sulle spalle di una bravissima Melato che risulta assai più efficace dei suoi comprimari. Buono comunque il cast attoriale nel quale hanno una parte, troppo piccola purtroppo, lo stesso Salce e Caprioli. Vedibile ma non certo imperdibile.

Daidae 14/03/09 23:33 - 2941 commenti

I gusti di Daidae

Non mi è piaciuto tantissimo. Sarà anche perché i migliori attori (Salce, Caprioli, Bologna) spariscono dopo neppure 20 minuti. Per il resto è la classica commedia con equivoci, intrighi, etc. Bravi comunque sia la Melato che Dorelli, ma da Salce mi sarei aspettato qualcosa di più.

Ronax 16/03/09 00:04 - 1061 commenti

I gusti di Ronax

Piacevole pochade che riunisce alcuni grandi della commedia italiana e firmata da un Salce che si conferma grande artigiano capace di dosare tempi e battute e di orchestrare con intelligenza la recitazione. La storia è certamente risaputa, scontata e prevedibile, ma i meccanismi e i piaceri della commedia degli equivoci funzionano proprio nella loro collaudata ripetitività. Impeccabilmente professionali, Dorelli, Tedeschi, Caprioli, lo stesso Salce e tanti altri. Molto intrigante, oltre che brava, la Melato.

Manfrin 28/05/11 12:34 - 353 commenti

I gusti di Manfrin

Brillante commedia degli equivoci con un ottimo cast, soprattutto al femminile (Melato in primis ma anche la Vazzoler), tratta da una commedia francese dei primi '900. L'impostazione teatrale è chiara, si potrebbe chiamare un film in due atti e gli attori di teatro si notano (Tedeschi), vi sono molti intrighi e simpatici colpi di scena. Si sorride.
MEMORABILE: La Melato chiusa in un mobile con posizione da contorsionista.

Maxx g 2/01/18 18:55 - 548 commenti

I gusti di Maxx g

Il film di Luciano Salce (qui anche attore) ricalca la versione del 1952 di Pietro Germi. Per divertire diverte, ma soprattutto nella seconda parte (diciamo così), quando la Melato deve fingere di essere la moglie di un onorevole. Le scelte attoriali sono discutibili, come quella di far sparire dopo poco Bologna e Caprioli. Sul film grava un alone surreale e gli equivoci a volte sono stantii. Si ride, ma non quanto si sperava. Dorelli (in due parti) è efficace, la Melato è valida, ma il migliore rimane Tedeschi.

Rufus68 3/08/18 23:08 - 3560 commenti

I gusti di Rufus68

Commedia degli equivoci sgasata e sopra le righe (in particolare la petulante Melato). Le battutine sono all'acqua di rose, il ritmo viene tenuto alto in maniera artificiosa e Salce ha pure la cattiva idea di silurare sé stesso e Caprioli dopo pochi minuti... Il filmino, tuttavia, va avanti lo stesso grazie alla misura di Dorelli e alla bravura di Tedeschi. La noia fa capolino più d'una volta, ma rimane l'ammirazione per una serie di professionisti impeccabili anche nella mediocrità.

Oblomoff 4/03/20 23:05 - 43 commenti

I gusti di Oblomoff

Rifacimento dell'omonima pellicola di Germi del 1952, è una commedia degli equivoci che si regge sulla maestria degli attori. L'impostazione teatrale esalta le interpretazioni di Gianrico Tedeschi e Elsa Vazzoler. Su tutti però spicca l'istrionica Melato nel ruolo di una ballerina "allegra", cui fa da spalla un brillante Johnny Dorelli nei doppi panni di un ministro donnaiolo e del suo impacciato portaborse. Fin troppo fugaci le apparizioni di Bologna, Caprioli e dello stesso Salce.
MEMORABILE: La Melato che irrompe discinta in un convegno di missionari intenti a mostrare diapositive della "patata africana".

Markus 21/04/20 13:42 - 3512 commenti

I gusti di Markus

Dilettevole storia dal timbro da "pochade" d'altri tempi. Il prolifico Luciano Salce adatta per il cinema l'omonimo romanzo di Maurice Hennequin e Pierre Veber, già messo in scena in precedenza due volte. Tutto gira attorno ai personaggi chiave di Dorelli e Melato, che offrono il loro noto supporto carismatico/dilettevole al servizio d'una storia di vecchio stampo. Dal regista romano è però lecito aspettarsi un affondo più originale e cinico, che qua manca totalmente. Si può considerare un film di passaggio non molto significativo.

Luciano Salce HA DIRETTO ANCHE...

Herrkinski 27/12/20 14:11 - 6689 commenti

I gusti di Herrkinski

Pochade da teatro che si rifà a un romanzo classico diretta da un Salce (anche attore nella prima parte del film) non particolarmente ispirato; girato per buona parte in interni, sfrutta i classici intrighi politico/sessuali del genere, con la sempre bella Melato a far girare la testa a vari personaggi delle alte sfere in una sarabanda di equivoci, scambi di persona, mariti fedifraghi e figuracce come da tradizione di certa commedia d'epoca. Simpatico Dorelli in un doppio ruolo, bello l'inizio con Bologna, Salce, Caprioli e Tedeschi ma alla lunga il film è ripetitivo e annoia un po'.

Paulaster 12/01/22 10:03 - 3641 commenti

I gusti di Paulaster

Nel dopoguerra una soubrette fa strada grazie all’incontro con un politico. La parte iniziale, sul versante veneto, diverte con il quartetto di libertini che sfruttano il potere, poi si affievolisce man mano fino al classico bailamme con simpatico finale. La Melato riesce ad essere desiderabile anche se col suo piglio deciso soverchia i ruoli maschili. Dorelli è discreto nei panni dell’integerrimo ministro anche se il doppio ruolo sembra gratuito. L’ultimo segmento è pura pochade, con Salce che perde il suo lato corrosivo e diviene grossolano.
MEMORABILE: La Melato che fa danza in camerino; La moglie che spolvera in ogni situazione; Il disastroso balletto alla Scala.

Noodles 20/02/22 13:20 - 1476 commenti

I gusti di Noodles

Un Luciano Salce irriconoscibile gira un film inutile e noioso, in cui sono presenti solamente temi triti e ritriti con i soliti politici ipocriti e le solite storie di corna, il tutto condito dal solito uso forzato del vernacolo. Film totalmente privo di novità dunque, e quasi totalmente di punti di forza, se non l'interpretazione della Melato (ma anche lei dopo un po' stanca) e il doppio ruolo di Johnny Dorelli, forse unico raggio di sole della pellicola, considerando che Caprioli e lo stesso Salce abbandonano la nave che affonda troppo presto. Pessimo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Gugly • 1/09/08 22:41
    Portaborse - 4666 interventi
    la pochade è stata riproposta qualche anno fa in teatro con protagonisti Sabrina Ferilli e Maurizio Micheli, e con la regia di Gigi Proietti che aveva recitato in una edizione sempre teatrale alla fine degli anni 60.
  • Homevideo Geppo • 3/10/09 10:31
    Addetto riparazione hardware - 4239 interventi
    Ecco la rara fascetta VHS CVR cartonata di "La presidentessa" (anno circa 1981) direttamente dalla Geppo collection.

    Ultima modifica: 3/10/09 11:44 da Zender
  • Homevideo Zender • 3/10/09 11:45
    Pianificazione e progetti - 45834 interventi
    Gloriosa, riprende la locandina originale. Grazie Geppo!
  • Discussione B. Legnani • 24/09/14 16:07
    Consigliere - 14575 interventi
    Nele note si dice che è un remake di un film transalpino, nei commenti di un film di Germi.
  • Discussione Zender • 24/09/14 16:54
    Pianificazione e progetti - 45834 interventi
    A me risulta remake di un film francese. chiediamo a Caesars che ha scritto di Germi dove l'ha letto.
  • Discussione Caesars • 24/09/14 16:55
    Scrivano - 15522 interventi
    Nel mio commento cito il film di Germi che, ho scoperto dopo, a sua volta è un remake di un remake, infatti (fonte Imdb) sono stati girati prima:
    nel 1914: Madame la presidente di Frank Lloyd
    nel 1938: La présidente di Fernand Rivers

    Forse andrebbero modificate le note sia del film di Salce che di Germi, citando tutti i precedenti.
  • Discussione Zender • 24/09/14 17:04
    Pianificazione e progetti - 45834 interventi
    Ok, grazie, sistemato.
  • Discussione Mlleg • 1/09/16 16:01
    Disoccupato - 3 interventi
    Qualcuno possiede questo film?
  • Discussione Amarcord • 11/11/20 12:18
    Disoccupato - 88 interventi
    Marco Tulli (l'usciere siciliano) sembra doppiato da Lando Buzzanca.
  • Homevideo Ciak77 • 31/01/22 21:02
    Disoccupato - 4 interventi
    Mlleg ebbe a dire:
    Qualcuno possiede una copia del film?

    Possiedo la cvr betamax la presidentessa
    Ultima modifica: 1/02/22 08:30 da Zender