Il presidio - Scena di un crimine

Media utenti
Titolo originale: The Presidio
Anno: 1988
Genere: thriller (colore)
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/09/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 2/09/07 12:09 - 4754 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Thriller non troppo originale che però può contare su di una buona confezione: fotografia, musiche, regia sicura, cast di buoni attori (il migliore è Connery, ma si fa notare anche Harmon). La versione europea ha una scena di sesso (più spinta) tra Harmon e la Ryan.

Galbo 3/10/07 05:57 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

Buon action-thriller di ambientazione militare diretto dallo specialista Peter Hyams. In una cornice molto suggestiva anche se non nuova per il cinema (la città di San Francisco) è realizzato un godibile film d'azione in cui oltre alle scene canoniche del genere (inseguimenti e sparatorie peraltro ben realizzate) viene posta particolare attenzione alla psicologia dei personaggi ed in particolare al dualismo tra Connery e Harmon. Ovvimente Connery ne esce vincitore per carisma, ma il secondo non sfigura e fornisce una buona interpretazione.

Lovejoy 19/05/08 17:53 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreto thriller che si fa apprezzare sopratutto per l'atmosfera che lo caratterizza e per il buono e affiatato cast che lo interpreta. I veterani Connery e Warden danno il loro meglio nei rispettivi personaggi, splendidamente tratteggiati dal copione. E i due giovani Harmon e Ryan forniscono buone prove. Bella colonna sonora e almeno due o tre scene da ricordare.

Tarabas 23/09/10 16:55 - 1681 commenti

I gusti di Tarabas

Un detective ex poliziotto militare indaga su un delitto che vede implicato un colonnello, sua vecchia conoscenza. Si scontra con il suo ex comandante, poi fanno lega per risolvere il caso. Onesto thriller confezionato molto professionalmente, il cui intreccio non è né molto stimolante come giallo, né molto coinvolgente. Connery, Harmon e la Ryan fanno il loro, ma il film resta confinato nella produzione di routine degli studios. Sottofinale retorico e sbilanciato rispetto al finale.

Tomastich 11/05/11 09:04 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Un po' una delusione questo thriller notturno di Peter Hyams. Forse gli ambienti militari/soldateschi non sono i miei preferiti, ma l'avventura di Connery & soci si limita ad un intreccio un po'troppo abbozzato e poco incisivo. Si guarda con piacere, anche se non so quanto la gente possa apprezzare...

Rambo90 9/03/12 01:36 - 6271 commenti

I gusti di Rambo90

Un thriller dalla confezione molto accurata, ma dalla storia troppo banale, in cui ogni cosa va come ci si aspetta e i personaggi sono poco più di stereotipi. Hyams è un buon regista e mi ha deluso un po' in questa occasione, pur essendo buone la fotografia, le musiche e la scelta del cast. Connery è in parte, Harmon se la cava, la Ryan è molto bella e adatta, senza dimenticare il vecchio Warden, in un ruolo a lui congeniale. Rimane però la sensazione di già visto, di un prodotto guardabile ma non emozionante abbastanza.

Daniela 7/07/13 13:01 - 9080 commenti

I gusti di Daniela

Poliziotto di una cittadina e colonnello della vicina base militare - già in passato ai ferri corti - sono costretti a collaborare per far luce su un delitto dal movente oscuro.... La regia di Hyams e il cast prestigioso promettono un thriller magari non entusiasmante ma solido, tuttavia le buone premesse sono vanificate da una storia assai banale, dagli sviluppi prevedibili e dai dialoghi mediocri. Costretto ad un confronto impari, Harmon sembra un clone di Cruise (complice anche il doppiaggio italiano), Connery e Warden se la cavano col mestiere, Ryan convince poco quando fa la "bad girl".

Saintgifts 22/08/13 18:15 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Sean Connery in divisa fa la sua figura, anche con la "bustina" come copricapo. Qui alle prese con incomprensioni famigliari, con una Meg Ryan determinata e un caso da risolvere in collaborazione con un suo ex sottoposto e, guarda caso, sentimentally involved con la figlia. Discreta produzione dove spicca anche un bravo Jack Warden e che oltre alle indagini del caso e alle beghe personali fa anche qualche riflessione sui militari, la cui necessaria presenza è in genere mal sopportata dai civili (vedi lezione del pollice all'omaccione nel bar).

Piero68 28/01/14 09:27 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Dopo aver provato lo sci-fi, la commedia poliziesca e addirittura una sorta di dramma pseudo giudiziario, Hyams si getta in questo classico thriller che ha come sfondo la vita militare e l'esercito. La storia regge, la confezione è buona e il cast discretamente affiatato. Insomma, un onesto film abbastanza sottovalutato. E visto quello che c'è in giro è davvero un peccato. Harmon forse non è stata la scelta migliore, ma alla fine svolge bene il suo compito e non ha difficoltà a duettare con un mostro sacro come Connery. Brava anche la Ryan.
MEMORABILE: Connery al bar picchia il classico prepotente di turno usando solo un pollice.

Toporosso 10/10/15 13:36 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

I pregi maggiori di questo thriller con sceneggiatura e ritmo da telefilmone anni '80 stanno senza dubbio nella grande qualità del cast. Connery ancora tonico e iconizzato a livelli accettabili, Ryan bella e capricciosa, Harmon che dimostra la sua presenza attiva un'era geologica prima di fossilizzarsi nel ruolo dell'Agente speciale Gibbs dell'NCIS e il veterano Jack Warden donano corpo e sostanza a una sceneggiatura non eccelsa ma diligente e accattivante. Onore e riscatto in un ambiente militare certo meno testosteronico dell'attuale.

Festo! 30/08/18 14:05 - 78 commenti

I gusti di Festo!

Deludente: come thriller non è granché, anzi è abbastanza debole. Il vero problema è però che la sceneggiatura è così banale da non avere niente capace di distinguere la pellicola dalla massa di film simili; dopo un po' annoia e si dimentica in facilmente. Gli attori recitano bene, Sean Connery in primis, ma non basta… Qualche riserva sul doppiaggio: Isabella Pasanisi è una grande doppiatrice, ma la sua voce (dal timbro particolare) non si addice molto a Meg Ryan.
MEMORABILE: L'inverosimile inseguimento iniziale, nel quale la polizia fa una figuraccia; Il combattimento di Connery con il pollice, che però risulta ridicolo…
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Buiomega71 • 28/05/20 19:09
    Pianificazione e progetti - 21644 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (giovedì 7 novembre 1991) di Il presidio - Scena di un crimine: