LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/01/10 DAL BENEMERITO FLAGRANZA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

flagranza 16/04/10 17:34 - 72 commenti

I gusti di flagranza

Ex assistente di regia poi compagno dell'attrice, Russo si è trovato a gestire un'impresa più grande di lui; fare il regista. E la messinscena dei suoi radi film (vedi Flirt) è talmente sciatta da non essere giustificabile col concetto di "minimalismo". La Vitti appannata offre una prestazione di minima nei panni di una signora che a far del bene ne riceve una rogna. Cinema da domenica alle 14, mentre danno La valigia dei sogni su La7. In replica.
MEMORABILE: Musiche di Tullio De Piscopo.

Panza 25/09/15 18:29 - 1487 commenti

I gusti di Panza

Stalking ante litteram in questo piatto film con tediosissimo ritmo che ricorda quei film sovvenzionati dallo Stato, quasi spesso inaffrontabili. Qua almeno la Vitti caraterizza un personaggio simpatico (uno degli ultimi purtroppo) perseguitata per l'appunto da un uomo che ha salvato da un incidente. Il finale è intuibile facilmente e praticamente il secondo tempo si trascina stancamente con una ripetitività estenuante. Malriuscito.
MEMORABILE: La vecchia automobile della Vitti; "O fortuna" sui titoli di coda nell'esecuzione di Tullio De Piscopo.

Deepred89 20/06/16 20:53 - 3253 commenti

I gusti di Deepred89

I primi minuti non sono così male, come una bella atmosfera crepuscolare e uno strano personaggio in bilico tra lo stalking di Carlo Marosi e quello di Ferro 3. Poi codesto personaggio inizia ad aprire bocca e il film è già perduto, ma come se non bastasse Russo lo trasforma pure in folle persecutore alla Annie Wilks e l'atmosfera, la Vitti e i dialoghi sono così risucchiati da un vortice di ridicolo e imbarazzo che conduce l'incubo verso il finale più brutto e scontato che si potesse immaginare. Musiche datate, Pani ok. Agghiacciante.

Alexpi94 5/01/18 23:31 - 186 commenti

I gusti di Alexpi94

Triste e noiosa pellicola che mischia (malissimo) dramma e sentimentalismo (di bassa lega). La Vitti se la cava benissimo (anche in cotanto scempio) dando al personaggio un tono più leggero e meno impegnato, non possiamo invece dire lo stesso per quanto riguarda il ridicolo (e inguardabile) stalker interpretato (mediocramente) da Pierre Malet. Dialoghi letteralmente imbarazzanti, sceneggiatura del tutto assente e musiche (degne del peggior hard) anni 80. Un pallino è pure troppo. Solo per gli appassionati della Vitti!
MEMORABILE: "Sono qui perché se no mi fa male lo stomaco".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.