300 - L'alba di un impero

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/03/14 DAL BENEMERITO 124C
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

124c 10/03/14 17:45 - 2811 commenti

I gusti di 124c

La battaglia di Salamina con la flotta del greco Temistocle che affronta quella persiana agli ordini di Artemisia, guerriera intrepida e sanguinaria. Difficile bissare il successo di 300, sopratutto quando si rimpiazza il Leonida di Gerard Butler con l'inespressivo Temistocle di Sullivan Stapleton, che rimane marmoreo anche davanti alla guerriera Eva Green. Nulla di innovativo dal punto di visto delle scene, rispetto al primo film, solo una spietata Eva Green che fa il verso alla Xena di Lucy Lawless. Inutile il Serse di Rodrigo Santoro.

Puppigallo 22/03/14 00:58 - 4630 commenti

I gusti di Puppigallo

Sa troppo di riedizione del primo capitolo. Non basta infatti cambiare la storia, se non si riesce a rinnovare la pellicola, riproponendo le stesse tecniche di ripresa, sempre interessanti e piacevoli durante le battaglie, ma ormai prive di originalità. Il protagonista è meno incisivo di Leonida, mentre la sua più acerrima nemica non può essere più astiosa e spietata di così. il Serse originale, qui poco più che bamboccio comparsa, era però un'altra cosa, nonostante la voce megafonale. Si può vedere, ma scivola via senza lasciare il segno, a parte quelli molto profondi sui soldati trucidati.
MEMORABILE: I primi quindici minuti esplicativi; Le battaglie in mare.

Macguffin 27/03/14 18:29 - 124 commenti

I gusti di Macguffin

Rispetto al primo perde in originalità ma risulta (al netto di forzature e retorica, pure presenti) più compiuto e articolato, tanto da acquistare maggiore respiro. Battaglie e scene di massa, grazie anche alla tambureggiante colonna sonora e a curatissimi costumi/scenografie, raggiungono altezze visionarie spettacolari; la sceneggiatura è più solida, capace di delineare meglio i personaggi, di affiancare diplomazia e dialettica ai tradizionali valori guerrieri e pure di limare un po’ il manicheismo. Gonfio (come i muscoli dei greci), ma epico.

Harrys 31/03/14 13:08 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Il carattere principale (nonchè unica annotazione interessante) del capostipite viene pedissequamente ripreso senza tener conto del poderoso incedere della tecnologia che nel frattempo ha ampiamente sdoganato l'estetica in essere. Il riferimento è al concept grafico che fece collimare come mai avvenuto prima graphic novel e settima arte. Prescindendo dall'assunto pretestuoso di questo sequel, v'è comunque da registrare l'assoluta abulia carismatica del protagonista, abnorme falla in un comunque godibile tripudio coreografico di frattaglie in CGI.

Galbo 12/06/14 07:17 - 11644 commenti

I gusti di Galbo

Ancora tratto da una graphic novel di Miller, il secondo capitolo di 300 (gli avvenimenti sono in realtà quasi contemporanei a quelli del film precedente) mantiene lo stile del predecessore, differenziandosene solo per l'ambientazione in gran parte navale. Ne risulta un lavoro visivamente appagante ma poco originale e ripetitivo, senza alcun tocco di personalità registica e con un protagonista maschile poco carismatico, superato di gran lunga in presenza scenica dalla "cattiva" Eva Green. Breve ma significativa l'apparizione di Lena Headey.

Didda23 14/07/14 09:50 - 2320 commenti

I gusti di Didda23

Chi s'aspetta un prodotto mediocre perché convinto che Murro non sia in grado di sostituire Snyder alla regia avrà una bella sorpresa: tecnicamente il film è mostruoso, con sequenze (soprattutto quelle delle battaglie navali) da far strabuzzare gli occhi. Nota veramente dolente è la sceneggiatura che, privata dell'effetto novità, si aggrappa pedissequamente al machismo del primo capitolo. Da ricordare in positivo i fiumi di sangue e in negativo una delle scene di sesso più insipide viste al cinema. Intrettiene, ma non esalta.

Jandileida 23/07/14 09:47 - 1328 commenti

I gusti di Jandileida

Già di mio ho sempre fatto il tifo per gli spartani, se poi Temistocle aveva veramente la fissità espressiva dell'impallatissimo Stapleton allora rafforzo la mia partigianeria. Godibile sequel del buon 300: meno ingombrante la mano e le atmosfere del nume tutelare Miller, di più ampio respiro le battaglie navali, sempre presente la solita paccottiglia retorica con vista sul presente, impietoso il confronto tra Leonida e l'ateniese. Si tratta comunque di intrattenimento senza troppi fronzoli che tutto sommato non dispiace. Eva Green sempre on top.

Redeyes 11/08/14 09:48 - 2265 commenti

I gusti di Redeyes

L'alba di un impero e spero il tramonto di una saga con la spada di Damocle del rischio di scivolare verso la battaglia di Micale, tuttavia. Esaurita ogni stilla di sangue e violenza già nel predecessore si va nonostante ciò avanti senza soluzione di continuità, esasperando gli scontri ed eviscerando ogni parvenza di storia. La Green, pur bella, appare ridicola quanto il macchiettistico Re Dio e pur consapevole che d'intrattenimento si tratta si giunge al telefonato finale stanchi come usciti da una battaglia epocale. Tedioso.

Lucius 16/08/14 20:04 - 2924 commenti

I gusti di Lucius

Nonostante qualche trovata azzardata (l'attacco a cavallo in mare) e interessante (gli stratagemmi per affondare una nave da guerra) viene dato troppo risalto alla computer grafica, con il risultato di penalizzare l'anima del film. Eva Green è azzeccatissima nel suo ruolo, capace di primeggiare in bellezza e coraggio, ma da sola non basta a reggere una messa in scena quasi priva di pause, che si concentra più sulle amputazioni che non sulla psicologia dei principali personaggi. Puro cinema da evasione.

Nando 25/04/15 13:42 - 3565 commenti

I gusti di Nando

Baracconata fumettistica, prequel e sequel dell'arcinota pellicola che esaltava Leonida e i suoi prodi. Tutte appare artefatto, dai combattimenti navali agli schizzi di sangue fino alla scena di sesso tra i due protagonisti. Non si osserva nessuna novità né il pathos che contraddistingueva l'altra pellicola. Interpreti appropriati.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Quietcrash 15/06/15 23:28 - 83 commenti

I gusti di Quietcrash

Davvero deludente, molto al di sotto del primo capitolo. La storia si svolge in contemporanea al precedente. Dialoghi scadenti e una Eva Green messa lì solo per attirare l'attenzione maschile. Altra nota dolente è la computer grafica, davvero pessima. D'altra parte non si poteva pretendere molto da un film dalla storia così banale. Da evitare.

Piero68 25/08/15 16:26 - 2836 commenti

I gusti di Piero68

Quando si gira un sequel il paragone con il capostipite è quasi un must. E qui è davvero impietoso, per la pochezza registica e di contenuti. Senza tirare in ballo la correttezza storica (che in verità nemmeno si pretende da questi film), il carisma dei personaggi è pari a quello di un carciofo in un giardino, i dialoghi sono infantili. Senza contare alcune "licenze" che sono comiche involontarie tipo Temistocle a cavallo tra le navi o Gorgo che combatte. Mezzo pallino!

Mco 19/11/15 12:13 - 2197 commenti

I gusti di Mco

Temistocle deve opporsi alla furia di Artemisia, decisa a vendicare l'onta dell'uccisione di Re Dario. Il peplum rivisitato in chiave exploitativa, con arti che volano via e teste che saltano all'impazzata, è un modo spettacolare (e romanzato) di rendere omaggio a fatti spesso relegati a noiose ore di storia. A Murro preme far emergere la fierezza del popolo greco e dei suoi prodi combattenti. In mezzo a fiumi di sangue (digitale, of course) si segnalano per la loro superbia anche i seni di Eva Green, qui nei panni di una condottiera spietata.
MEMORABILE: Come Serse divenne una divinità in Terra; L'incontro bollente tra Temistocle e Artemisia.

Scarlett 1/02/16 01:13 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Detestabile sequel carico di sbruffonate e scene che vanno oltre le leggi della fisica e del, diciamocelo, buon gusto. Molte scelte si potevano evitare ed è chiaro che il film ammicca a un pubblico tutto action e testosterone. Anche se ambisce a replicare il primo capitolo non riesce a intrattenere nello stesso modo, inutile dirlo. Evitabile.

Belfagor 2/08/16 09:12 - 2640 commenti

I gusti di Belfagor

Quando i primi soldati persiani iniziano a sanguinare più che la yakuza in Kill Bill, peraltro con fiotti in CGI che più finti non si può, diventa chiaro che ci troviamo di fronte a un'opera di puro trash ancor più sgangherata e antistorica del capostipite. Involontariamente comico sotto ogni punto di vista, il film trova il suo unico pregio nella spietata Artemisia di Eva Green, che ruba la scena non solo all'insipido Temistocle ma anche a un regina Gorgo (Headey) meno ispirata rispetto al primo capitolo. Consigliato per i giochi di bevute.
MEMORABILE: Temistocle a cavallo che zompa da una nave all'altra.

Pol 20/08/16 14:39 - 589 commenti

I gusti di Pol

Parallelo sia narrativamente che nella messa in scena al 300 di Snyder, che da produttore ripropone pari pari l'impianto audiovisivo che fece la sua fortuna se non addirittura enfatizzato (tolto l'effetto ralenti il film durerebbe la metà) ma trasportando il tutto sull'acqua. Che dire: la cgi è dappertutto (terribile il sangue) ma riesce comunque a trasmettere un senso di grandiosità più di molti prodotti simili perché qui l'aspetto visivo è veramente spinto all'eccesso e per questo una visione la vale. Eva Green si mangia tutto il cast.

Fabbiu 7/09/16 15:31 - 2016 commenti

I gusti di Fabbiu

Ispirato alla incompleta graphic novel "xerxes" del noto Miller, che approfondisce il personaggio di Serse, è più che un sequel una storia parallela al 300 di Snyder. Murro dimostra di portare avanti una saga senza sfiorare nella scopiazzatura dello stile del regista precedente (pur ereditandone appieno i caratteri portanti, così da renderlo compatibile). Sangue digitalissimo e un quasi abuso di ralenti sono la firma di una forma di intrattenimento visivo piuttosto funzionale al tipo di intrattenimento che offre; Eva Green ha la meglio su tutti.

Jena 9/12/17 10:04 - 1315 commenti

I gusti di Jena

Si sfrutta il successo di 300 e si propone un rip-off parallelo con stile e struttura quasi identici. Non è malaccio. L'impianto scenografico dà ottime sorprese: il grandioso palazzo di Serse, le splendide battaglie navali ben coreografate con effetti speciali magniloquenti. Il punto debole casomai è il protagonista, tal Stapleton, tutto sguardi fieri e frasi eroiche che però non ha il carisma del Leonida di Butler. Molto meglio la generalessa crudele e bellissima di Eva Green e il Serse kitsch in costumino di Santoro.
MEMORABILE: Le battaglie navali; Atene in fiamme.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 12/03/14 16:30
    Risorse umane - 5165 interventi
    Sequel del film tratto dal racconto a fumetti di Frank Miller, con una Eva Green malvagia e guerriera che si mangia l'antagonista Temistocle e Serse in un solo boccone - per forza, pare Xena, la principessa guerriera, quando era cattiva -. Vedere per credere!
  • Discussione Zender • 12/03/14 16:34
    Consigliere - 44620 interventi
    Sulla locandina, da lontano, mi pareva che il feroce guerriero nella concitazione della battaglia si fosse per errore piantato la spada nella tempia con tragica smorfia di dolore e schizzi di sangue dalla ferita. Fortunatamente per lui non è così.
  • Discussione Fedemelis • 12/03/14 16:39
    Fotocopista - 1884 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sulla locandina, da lontano, mi pareva che il feroce guerriero nella concitazione della battaglia si fosse per errore piantato la spada nella tempia con tragica smorfia di dolore e schizzi di sangue dalla ferita. Fortunatamente per lui non è così.

    A me sembra che si sia tranciato un orecchio.
  • Discussione 124c • 12/03/14 16:42
    Risorse umane - 5165 interventi
    Fedemelis ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Sulla locandina, da lontano, mi pareva che il feroce guerriero nella concitazione della battaglia si fosse per errore piantato la spada nella tempia con tragica smorfia di dolore e schizzi di sangue dalla ferita. Fortunatamente per lui non è così.

    A me sembra che si sia tranciato un orecchio.


    Anch'io la penso come te.