LOCATION VERIFICATE di Il marchese del Grillo (1981)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

M Canale Monterano (Roma) • Chiesa e convento di San Bonaventura a Monterano

La chiesa a fianco del covo del brigante Fra' Bastiano

M Lucca • Palazzo Pfanner

Il palazzo in cui il marchese del Grillo fa l'elemosina ai suoi clientes

M Ronciglione (Viterbo) • Lago di Vico

Il lago sulle cui rive sfila l'esercito francese in ritirata

M Roma • Il portone di Via della Pace

La casa di Olimpia (Berg)

M Manziana (Roma) • Il casolare di via delle Pietrische

Il casolare al cui padrone il Marchese (Sordi) chiede informazioni mentre cerca Olimpia

M Roma • Loggia dei cavalieri di Rodi

Il palazzo dove abita il Marchese del Grillo (Sordi)

M Roma • Via Sant'Angelo in Pescheria

Il muro dello scherzo del vespasiano

M Roma • Castel Sant’Angelo

Le mura sotto le quali si schierano le guardie svizzere dopo lo scherzo del marchese

M Grottaferrata (Roma) • Villa Grazioli

Il casolare abbandonato dove Sordi porta i francesi a mangiare (cortile e interni)

M Roma • Palazzo dei Conservatori

Il Palazzo del Quirinale nel quale dimora e verrà arrestato dai francesi Papa Pio VII (Stoppa)

M Tarquinia (Viterbo) • Casale della Civita

Il casolare abbandonato dove Sordi porta i francesi a mangiare (esterni)

M Roma • Piazza Capizucchi

La piazza dove sosta la carrozza di Sordi di ritorno dall'osteria in compagnia di Olimpia

Roma

L'osteria dove il marchese (Sordi) prima gioca a carte con i popolani imbroglioni e poi li insulta

M Amelia (Terni) • Teatro sociale di Amelia

Il teatro di Via Margutta nel quale si esibisce la compagnia francese del "Teatro d’Alibert"

Roma

Le rovine dove il marchese del Grillo, (Sordi) porta la sua amante francese Olimpià (Berg)

M Formello (Roma) • Parco di Veio

Il prato dove il Marchese del Grillo (Sordi) vede passare le truppe francesi mentre riposa

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • Zender • 3/04/08 11:53
    Consigliere - 44898 interventi
    Il covo del brigante Fra' Bastiano è localizzato all'interno delle rovine di Monterano (come ben detto da B. Legnani nell'approfondimento sulle location di PENSIONE PAURA, che sono poco distanti). La prima foto è tratta dal film con Sordi, la seconda è una foto della chiesa all'interno delle rovine oggi (identiche!)

  • Gaetano • 2/01/10 10:56
    Galoppino - 121 interventi
    Quando il marchese si mette sulle tracce della compagnia francese in cerca di Olimpià, si ferma davanti al Casale di via delle Pietrische a Manziana e chiede informazioni al padrone di casa. QUI TROVATE LO SPECIALE DEDICATO.


  • Faber • 30/01/10 17:22
    Galoppino - 25 interventi
    Il palazzo dove abita il Marchese (qui fa il giro di ricognizione dopo essersi svegliato) è la Loggia dei cavalieri di Rodi a Roma (come più propriamente sarebbe meglio definirla, dato che all'epoca della sua costruzione l'ordine di Malta era meglio noto sotto quel nome), riconoscibile tramite due inquadrature. Nella prima il marchese del Grillo (Sordi) accede ad una loggia del palazzo nella quale incontrerà il falegname Aronne Piperno: è riconoscibile il portale binato magnificamente rinascimentale della loggia, voluta dal cadrinale Barbo nel 1466 (con sobri e 'geometrici' affreschi di scuola mantegnesca):




    Poco dopo appare, nello stesso ambiente, la vecchia e petulante madre del marchese, a colazione. E' da questa inquadratura che in effetti si individua il luogo: si scorge - molto sbaidita, è vero - la cupola della chiesa del santissimo nome di Maria al foro di Traiano ed altri edifici vicini alla Piazza Venezia.
    L'indizio decisivo è la presenza dell'arco a sesto acuto (piccola porta proprio dietro la marchesona), che riconoscerete in questa foto dall'esterno E' da questa inquadratura che in effetti si individua il luogo: si scorge -molto sbaidita, è vero- la cupola della chiesa del santissimo nome di Maria al foro di Traiano ed altri edifici vicini alla Piazza Venezia:




    Le coordinate esatte sono: 41°53'41.18"N 12°29'11.26"E (almeno secondo Google earth).
    L'accesso alla loggia dei Cavalieri di Rodi è oggi sito in Piazza del Grillo n. 1, angolo via di Campo Carleo (come si desume dal sito della Sovrintendenza di Roma).
  • Faber • 6/02/10 12:24
    Galoppino - 25 interventi
    Il palazzo in cui il marchese del Grillo fa l'elemosina ai suoi clientes è (coime scriveva qui anche Saldipuma e come dice anche La valigia dei sogni) lo scalone del palazzo Pfanner a Lucca, come appare (più sotto) in una foto tratta dal sito del palazzo stesso (palazzopfanner.it):




    Sul sito sono debitamente ricordate le riprese del film. Ivi si apprende pure che il palazzo è stato pure usato per i film Arrivano i Bersaglieri e Ritratto di Signora.

    Il palazzo è evidentemente sito al 43°50'44.51"N 10°30'10.72"E (diversamente da quanto indicato da Google maps).
    L'indirizzo presente sul sito (e quello che vi fornisce Google earth) è Via degli Asili, 33: probabilmente si tratta di un indirizzo 'amministrativo'.
    In realtà l'accesso al palazzo sembrerebbe in Via San Sebastiano (civico da precisare).
  • Faber • 6/02/10 14:15
    Galoppino - 25 interventi
    Dopo una serata galante con la Contessa Cecilia de Marchi, il Marchese (Sordi) la riaccompagna in calesse. Si riconosce ovviamente il teatro di Marcello a Roma, con - a destra nell'inquadratura - lo stilobate del tempio di Apollo Sosiano. In effetti la scena è abilmente costruita e fa un po' pensare ad un "Colosseo" d'antan, senza asfalto e quasi bucolico. Oggi si accede al sito dalla Via Montanara, alla confluenza in Via del Teatro di Marcello.


  • Ruber • 16/06/10 23:20
    Compilatore d’emergenza - 9077 interventi
    Come sanno ormai tutti da tempo (vedi anche questo miniclip tratto dalla Valigia dei Sogni), il luogo dove il Marchese del Grillo (Alberto Sordi) fa il mitico scherzo del vespasiano con muratura dell'ingresso del negozio di un povero cittadino, si svolge all'interno del ghetto romano, più precisamente in via Sant'Angelo in Pescheria dietro al portico d'Ottavia. Grazie a WYLLY abbiamo anche la foto del punto esatto, ben diverso da un tempo, come potete vedere.




    per chi volesse proprio esser certo ecco di nuovo la grondaia (B) e il portone anche nel film:


  • Zender • 21/06/10 09:43
    Consigliere - 44898 interventi
    L'ESECUZIONE DI FRA' BASTIANO IN PIAZZA
    Una delle più celebri scene del film è quella dell'esecuzione (con benedizione) di Fra' Bastiano. La piazza è stata ricostruita in studio a Cinecittà all'aperto cercando di immaginare come poteva essere Piazza della Bocca della Verità (San Giorgio al Velabro) a Roma in quegli anni. Tre gli elementi chiave:
    Qui vediamo dietro a Sordi il tempio di Ercole (o tempio di Vesta, come lo chiamano molti):




    Sullo sfondo Castel Sant'Angelo (che oggi non è più visibile, dalla piazza, ma è appunto lì vicino), probabilmente solo un dipinto o qualcosa di simile...




    Infine la scenografia (come aveva già detto qui a suo tempo Faber) evoca quella di Santa Maria in Cosmedin (sempre lì in piazza) prima dei restauri degli anni '20 (diceva Faber: La ricerca di una radice "originaria" rispetto alla presenza storica dei monumenti e la rivalutazione del medioevo portarono, come nella Francia dell'ottocento, a "liberare" la chiesa dalle aggiunte barocche).




    In definitiva, le quinte dello studio sono state costruite ricreando Piazza della Bocca della Verità come poteva essere in quegli anni, ma la scena è stata girata agli studios o in qualche piazza fuori Roma.
  • Mauro • 17/12/11 00:17
    Disoccupato - 10288 interventi
    La casa di Olimpia (Berg), l’attrice francese che ha una breve relazione con il Marchese Onofrio del Grillo (Sordi), si trova in Via della Pace a Roma, di fronte alla chiesa di Santa Maria della Pace, nello stesso palazzo dove in Io tigro tu tigri egli tigra Montesano finirà in prigione.




    Quando il marchese si affaccia per parlare con il fido Ricciotto (Gobbi), che si trova sulla piazza sottostante, si assiste ad un caso di teletrasporto, poiché l’edificio che vede di fronte a sé (A)... è quello dal quale si era appena affacciato (dalla finestra del primo fotogramma è impossibile vedere la chiesa in quel modo).
    Nota: le piante rampicanti sono posticce, le hanno spostate gli scenografi da un edificio all'altro per dare l'illusione agli spettatori che Sordi si affacciasse dalla medesima finestra.




    La stessa palazzina è anche la casa dove vive Faustina (Campanella) con la madre, come ha scoperto Mauro (grazie a Ruber per fotogramma e descrizione):


  • Mauro • 18/12/11 00:10
    Disoccupato - 10288 interventi
    Le mura sotto le quali si schierano di gran corsa le guardie svizzere non appena tutte le campane di Roma prendono a suonare a morto, scherzo organizzato dal Marchese Onofrio del Grillo (Sordi), sono quelle di Castel Sant’Angelo a Roma.


  • Mauro • 18/12/11 00:13
    Disoccupato - 10288 interventi
    Il teatro di Via Margutta nel quale si esibisce la compagnia francese del “Teatro d’Alibert”, creando grande scandalo nella Roma papalina e sdegno tra le voci bianche dell'epoca a causa della presenza di una donna (Olimpia /Berg) in scena, è il Teatro Sociale di Amelia (Terni), in Via del Teatro:


  • Mauro • 18/12/11 00:15
    Disoccupato - 10288 interventi
    Il lago sulle cui rive sfila l’esercito francese in ritirata è il Lago di Vico. Qui una panoramica che mostra esattamente gli stessi rilievi di oggi (grazie a Roger per la segnalazione):


  • Mauro • 23/12/11 15:10
    Disoccupato - 10288 interventi
    Il Palazzo del Quirinale (che, prima della presa di Porta Pia, era la residenza estiva della Santa Sede) nel quale dimora e verrà arrestato dai francesi Papa Pio VII (Stoppa) è il Palazzo dei Conservatori, in Piazza del Campidoglio a Roma, sede dei Musei Capitolini e già utilizzato per tale scopo anche ne “In nome del popolo sovrano”.

    Illustriamo ora i singoli ambienti del palazzo, segnalando a cosa oggi corrispondano nel Palazzo dei Conservatori, dove tutte le scene furono girate all'interno dell'Appartamento dei Conservatori.

    In ordine di apparazione nella cronologia del film...

    Lo studio del pontefice, nel quale Pio VII scopre lo scherzo organizzatogli dal Marchese del Grillo (aveva dato l’ordine di far suonare a morto tutte le campane di Roma), è la Sala di Annibale.



    L'anticamera dello studio, nella quale staziona il gruppo di parroci romani che svelerà al pontefice l'autore dello scherzo, è la Cappella dell’Appartamento dei Conservatori



    La camera da letto di Pio VII fu ricostruita nella Sala degli Arazzi, adiacente alla Sala di Annibale.



    La sala dove il pontefice perdona il marchese, commutandogli la pena originariamente prevista (la carcerazione in Castel Sant’Angelo) con 30 Pater, Ave e Gloria da recitare per 30 giorni consecutivi, è la Sala delle Oche:



    Lo scalone che Pio VII percorre all’inizio del corteo papale sul quale si conclude il film è quello che da accesso all’Appartamento dei Conservatori.



    E’ su una delle due rampe di questo scalone che fu girata la spassosa scena della sbandata, con il Marchese del Grillo che inciampa sui gradini facendo pericolosamente vacillare la sedia gestatoria (“Morto un papa se ne fa sempre un altro” sentenzia il marchese e il papa risponde con uno scongiuro mascherato da benedizione)



    Il salone del trono, ambiente principale del palazzo pontificio, nel quale Pio VII sarà arrestato dai francesi e nel quale, dopo la liberazione, sarà portato in trionfo sulla sedia gestatoria nella scena finale del film è la sala degli Orazi e Curiazi, dove un trono posticcio fu sistemato nascondendo alla vista la statua raffigurante Papa Innocenzo X.



    NdZender: questa la tavola riassuntiva (realizzata grazie alle indicazioni di Mauro) che mostra dove sono localizzate le stanze all'interno del palazzo:

  • Iena • 6/06/12 18:40
    Disoccupato - 412 interventi
    IL CASOLARE DOVE IL MARCHESE PORTA I FRANCESI
    Il casolare abbandonato dove il Marchese Onofrio del Grillo (Sordi) conduce gli amici francesi per mangiare e intrattenersi con loro ha una doppia natura.

    ESTERNI
    Esternamente siamo al "Casale della Civita" nelle campagne vicino a Tarquinia (VT), lungo Strada Santo spirito-Civita. Parlando con lo scenografo del film mi aveva confermato che il casale era davvero nelle campagne attorno Tarquinia e che era stato modificato per il film con elementi scenografici (infatti lo si può vedere "non taroccato" in Il minestrone, per esempio). Come dimostrazione si può vedere come si mostrano i sentieri per arrivarci, ancora identici ad allora:




    Qui sotto un'altra prova della corrispondenza della srada tra film e realtà di oggi:



    Ecco quindi il nostro casale e come si presenta oggi (si riconoscono i fori circolari accanto e sopra all'ingresso)...




    INTERNI (a cura di Mauro)
    Gli interni e il cortile del casolare sono invece quelli di Villa Grazioli, situata in Via Pavoni 19 a Grottaferrata (Roma). Degli interni viene in pratica mostrato solo il salone affrescato dal Vasari (così sostiene il marchese), dove è presente un camino nel quale Sordi prepara la cena e arroventa le monete da gettare alla “strega”: si tratta della Galleria Pannini, proprio uno degli ambienti della villa, oggi divenuta un hotel a 4 stelle.



    Oltre allo stile delle colonne affrescate notare la posizione delle gambe dell’affresco (A) sulla parete di fondo:




    Il cortile nel quale danza la strega è lo spiazzo antistante la villa e, grazie allo stemma, nella foto di oggi è possibile riconoscere la finestra dalla quale si affacciano Sordi e Porel (A):


  • Marval • 2/03/13 23:19
    Disoccupato - 18 interventi
    La piazza dove sosta la carrozza del marchese di ritorno dall'osteria in compagnia di Olimpia è piazza Capizucchi a Roma:


  • Marval • 3/03/13 19:37
    Disoccupato - 18 interventi
    L'osteria dove il marchese (Sordi) prima gioca a carte con i popolani imbroglioni e poi li insulta pronunciando la mitica frase "Io so io e voi..." è in Via del Velabro a Roma. L'osteria è stata camuffata all'interno dell'Arco di Giano prima che venisse innalzata un'orribile cancellata che oramai dagli inizi del nuovo millennio ha delimitato non solo il monumento antico ma tutta l'area.


  • Marval • 4/03/13 19:53
    Disoccupato - 18 interventi
    I primi tre palazzi dove si vedono i drappi appesi alle finestre per festeggiare il ritorno del Papa Pio VII (Stoppa) sono a Roma.

    IL PRIMO
    Il primo palazzo è l'ala estrema di Palazzo Pamphili a Piazza Navona situata sul lato destro della Chiesa di Sant'Agnese in Agone, capolavoro dell'architetto Francesco Borromini.




    IL SECONDO
    Il secondo palazzo è la Piccola Farnesina ai Baullari (chiamata anche Palazzetto Le Roy), situata in Corso Vittorio Emanuele II 168. Oggi è la sede del piccolo, ma interessantissimo Museo Barracco. 41°532 463 N, 12° 282 383 E




    IL TERZO
    Il terzo ed ultimo palazzo romano è il bellissimo Palazzo Braschi che si trova proprio dall'altro lato di Corso Vittorio Emanuele rispetto alla Piccola Farnesina, in piazza San Pantaleo 10. Oggi il palazzo è sede del Museo di Roma. 41.897458°N 12.472819°E


  • Herbie • 8/12/18 00:45
    Disoccupato - 1311 interventi
    Le rovine dove il marchese del Grillo, (Sordi) porta la sua amante francese Olimpià (Berg) sono all'interno dell'antico Stadio Palatino nella zona del palazzo di Domiziano sul colle Palatino a Roma. Grazie a Ruber per fotogramma e descrizione.


  • Fedemelis • 1/06/20 08:55
    Fotocopista - 1918 interventi
    Il prato dove il Marchese del Grillo (Sordi) vede passare le truppe francesi mentre riposa sotto un albero è preso il Parco di Veio a Formello (RM):




    Ecco un'altra inquadratura, con i riferimenti ai punti A e B:



    La fila di sei alberi A (e il punto B) è quella che possiamo vedere nel film Attila flagello di Dio (1982) nella scena del ponte, che vediamo qui visualizzata:


  • Zender • 1/06/20 15:29
    Consigliere - 44898 interventi
    Grazie Fedemelis, radarizzata.