LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/05/18 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 2/05/18 21:53 - 9957 commenti

I gusti di Daniela

Alcune persone affette da varie turbe comportamentali si ritrovano nella sala d'aspetto di uno psicologo che tarda ad arrivare... Lo spunto dei pazienti costretti al fai-da-te ricorda quello di un film di Verdone, ma il risultato non è all'altezza delle premesse: una volta presentati spiritosamente i personaggi e le rispettive manie, anche gli sceneggiatori sembrano essersi seduti a meditare, colti da una coazione a ripetere che finisce per rendere asfittico ed uggioso il film, nonostante la piccola sorpresa nell'epilogo.

Pigro 22/01/19 09:26 - 8219 commenti

I gusti di Pigro

Metti 6 ossessivi compulsivi in una stanza e prepàrati a un ottovolante nel delirio. L’idea, che sembra riecheggiare il nostrano Ma che colpa abbiamo noi ma invece si rifà a un’opera teatrale precedente, è semplicemente geniale e folgorante. Fra tic, manie, fobie e sindromi varie, la coabitazione forzata è un tripudio di gag e situazioni esilaranti, forse poco profonde ma ben efficaci per far uscire più di una risata. Qualche personaggio è più riuscito di altri, ma la coralità premia e il ritmo frizzante aiuta. Con bella sorpresa finale.

Galbo 25/07/18 03:02 - 11541 commenti

I gusti di Galbo

Gruppo di pazienti psichiatrici in un interno. Movimentata commedia iberica su una serie di personaggi curati da un misterioso psichiatra e che tentano una terapia di gruppo. La prima parte del film funziona grazie alle descrizione dei protagonisti, poi la storia tende ad infilarsi in un binario morto prima del colpo di scena finale che giunge non esattamente inatteso. Gli attori sono bravi e tra questi si segnala una delle attrici predilette di Almodovar, Rossy De Palma.

Belfagor 5/01/19 18:42 - 2632 commenti

I gusti di Belfagor

Bloccati nella sala d'aspetto di uno specialista, sei pazienti ossessivo-compulsivi si confrontano sulle rispettive manie in un'involontaria terapia di gruppo. Adattato da una pièce teatrale, il film fa affidamento sulla bravura dei protagonisti, tutti bravi nel rendere le difficoltà quotidiane causate dall'ansia e dalle sue manifestazioni. Dopo un buon inizio con le varie introduzioni, la parte centrale soffre di un'eccessiva ripetitività, ma poi il film si riprende con una conclusione valida e non scontata.

Didda23 12/04/19 09:29 - 2306 commenti

I gusti di Didda23

Vivace kammerspiel iberico che gioca con i disturbi maniaco-compulsivi dei protagonisti, rinchiusi in uno studio medico in attesa di essere ricevuti da un luminare del campo. Il registro è prettamente quello della commedia brillante, con dialoghi gustosi e situazioni al limite dell'assurdo. Gli attori coinvolti sono in parte (soprattutto la almodovariana de Palma) senza scadere nella ridicola macchietta. Peccato che nel corpo centrale ci sia un rallentamento (dovuto pure alla ripetitività dovuta alla malattia), comunque riscattato dal colpo di scena finale.
MEMORABILE: L'ossessione per le chiavi della de Palma; Le imprecazioni fuori controllo; I tortuosi percorsi per non calpestare le righe.

Kinodrop 1/02/20 19:12 - 1726 commenti

I gusti di Kinodrop

Sei pazienti maniaco-compulsivi si ritrovano in uno studio psichiatrico, tutti alla medesima ora, ma il luminare non c'è. Da questo escamotage la commedia prende l'avvio con una serie di scoppiettanti gag sulla scia di un'improvvisata analisi di gruppo. Pur conservando l'input teatrale, non perde lo smalto cinematografico anche se con qualche rallentamento nella parte centrale, ma la verve di tutti gli attori supplisce, anzi esalta la vorticosa esposizione dei tic di ognuno di loro con effetto di grande vivacità. Il finale rimette le cose a posto.

Domino86 15/04/20 10:25 - 562 commenti

I gusti di Domino86

Una serie di personaggi davvero stravaganti non per volontà ma per natura chiusi in una stanza danno vita a una serie di gag davvero divertenti. Ciò che rende merito al film è che, a eccezione di una prima parte che si può definire la presentazione dei caratteri, è ambientato tutto in una/due stanze e comunque non annoia mai né risulta pesante. Degno di nota il finale.

Il ferrini 25/01/21 23:45 - 1781 commenti

I gusti di Il ferrini

Commedia corale che riserva alcuni buoni momenti, anche se il divertimento della prima parte, in cui progressivamente si rivelano i vari tic dei pazienti, non viene supportata in modo altrettanto efficace nello sviluppo della vicenda. Gli attori sono in parte ma su tutti spicca la Herrero: non dev'essere facile ripetere ogni battuta due volte con la stessa intonazione. La rivelazione finale è piuttosto prevedibile (c'è un solo personaggio che non ha un disturbo compulsivo), tuttavia il film ha un buon ritmo e dei dialoghi brillanti.

Paco León HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.