Due per la strada - Film (1967)

Due per la strada

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/08/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 13/08/08 07:43 - 11932 commenti

I gusti di Galbo

Durante un viaggio in auto verso la Francia, una coppia inglese rievoca gli anni del matrimonio. Piccolo capolavoro del regista Stanley Donen, è una commedia il cui punto di forza sta nel mescolare molto abilmente atmosfere brillanti e nostalgiche, miste all'amarezza legata alla consapevolezza del trascorrere del tempo e dei cambiamenti delle persone amate. Sceneggiatura impeccabile, ricca di dialoghi mai banali e grandissimo livello di recitazione dei due protagonisti. Belle la fotografia e le musiche di Mancini.

Cotola 20/07/09 23:39 - 8443 commenti

I gusti di Cotola

In bilico tra dolce e amaro, dramma e commedia, Doen gira una splendida pellicola on the road che affronta meglio di molti altri lavori del genere (nonchè meglio di molte opere cartacee considerate ben più serie) il tema della crisi della coppia. Intenso e coinvolgente grazie alla semplice ma ficcante regia, al notevole plot ed alle riuscite interpretazioni dei due protagonisti. Misconosciuto ma assolutamente da riscoprire.

Modo 27/07/13 23:25 - 901 commenti

I gusti di Modo

Un bell'intreccio di storie, che ripercorre con flashback "on the road" la storia dei due protagonisti ora sposati e insoddisfatti. Umori agrodolci talvolta amari con situazioni anche simpatiche. Sembra che la ricchezza porti più dispiaceri che altro. In viaggio con una coppia di amici si può anticipare quello che poi sarà ripreso credo non volutamente da Verdone con la parte di Fulvio in un noto episodio di Bianco rosso e Verdone. Nel complesso godibile, con un'ottima fotografia. La Hepburn sempre eccellente e bravo Finney.

Giacomovie 28/02/14 00:36 - 1379 commenti

I gusti di Giacomovie

Girato con dialoghi intelligenti e una sceneggiatura fantasiosamente ricca, la strada diventa luogo di confronto e di movimentati eventi per una coppia in declino coniugale. Ne esce un film più introspettivo delle apparenze. I due riflettono argutamente sul loro rapporto e riescono sia a far ridere che a far emergere la malinconia della crisi di coppia. Le belle note musicali completano un buon lavoro che raggiunge l’armonico equilibrio dei film di rilievo. I troppi sbalzi temporali, però, spezzano la linearità del racconto. ***!
MEMORABILE: Lui: "Perché, ci siamo sposati?" Lei: "Sì, ricordi? Quando il piacere ci piacque meno." Lui: "Perché eravamo autorizzati. Sì, ora ricordo."

Caesars 24/11/14 10:31 - 3430 commenti

I gusti di Caesars

Riuscitissima commedia nella quale Stanley Donen riesce a trovare un magico equilibrio tra situazioni divertenti e amare. La sceneggiatura funziona alla perfezione e gli interpreti principali sono eccezionali; inoltre il film è impreziosito da una buona fotografia e dalla bella colonna sonora di Henry Mancini. Anche se sono presenti numerosi salti temporali, in avanti e indietro, che si intrecciano tra loro, lo spettatore non ha mai difficoltà a capire a quale momento si riferisca ciò che vede sullo schermo in quel preciso momento. Da vedere.

Xamini 4/02/15 23:33 - 1145 commenti

I gusti di Xamini

Tema: vita di coppia. Genere: commedia romantica. Due ingredienti che potrebbero scoraggiare in partenza. Ma Donen costruisce un bel racconto, sezionando la vita di una splendida Hepburn e un Finney un po' lavoratore impegnato un po' pasticcione in una moltitudine di frammenti temporali, miscelati in modo sapiente. Il melò si alterna quindi al momento di crisi, la difficoltà allo slancio romantico, per una miscela che ora amareggia, ora fa sorridere, ma nel complesso regala un senso di pienezza. Merito anche di uno script che in lingua originale è un susseguirsi di duetti brillanti.

Almicione 6/09/15 18:00 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Storia romanticomica in cui Donen critica – ancora una volta – la monotonia del matrimonio capace di dissipare la fantasia e la spensieratezza della coppia. Flashback e flash-forward impiegati a patchwork scompongono la linearità cronologica permettendo allo spettatore di immergersi in una meravigliosa profusione di immagini appartenenti alla dimensione mnemonica o persino onirica. La regia, la fotografia e la colonna sonora hanno il loro merito, ma fondamentali si rivelano le notevoli performance dei due bravi protagonisti.
MEMORABILE: "They don't look very happy" "Why should they? They just got married".

Daniela 8/05/20 12:27 - 11775 commenti

I gusti di Daniela

La storia di un matrimonio nell'arco di dodici anni, tra alti e bassi. Soggetto a forte rischio di banalità, anche potendo contare su due attori talentuosi come Hepburn e Finney, ma Donen schiva il pericolo facendolo dipanare il racconto on-the-road per le vie della Francia, dove è avvenuto il loro primo incontro, ed articolandolo in un intreccio di flashforward/flashback. Ne risulta un ritratto di coppia impressionistico ma non frammentario, molto moderno nella forma, malinconico nella sostanza nonostante lo spiraglio di luce nell'epilogo. Di pregio la ost di Mancini.

Claude Dauphin HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Ashay • 30/03/16 00:17
    Galoppino - 43 interventi
    DVD 20TH CENTURY FOX; DvD 9 doppio strato; la qualità dell'immagine è buona,con un bit-rate di 9800 Kbps; formato video letterbox version 4:3,aspect ratio 2.35:1; il comparto audio è buono,ed è caratterizzato da un 2.0 mono da 192 Kbps,per le seguenti lingue: italiano, tedesco, inglese; sottotitoli: italiano, svedese, tedesco, inglese per non udenti; EXTRA: assenti; durata totale effettiva film nel DvD 1H 46' 25''.