LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/01/15 DAL BENEMERITO 124C
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

124c 12/01/15 15:35 - 2817 commenti

I gusti di 124c

Un contadino australiano che ha un certo fiuto nel trovare sorgenti d'acqua, dopo la tragica morte della moglie va in cerca dei tre figli, andati in guerra in Turchia e creduti morti dopo la battaglia di Gallipoli. Crowe interpreta e dirige un dramma in stile Dagli Appenini alle Ande, non dimenticandosi la sua grinta da Gladiatore. Drammone non bruttissimo, che ha il pregio d'avere nel cast due belle come l'ex-Bond girl Olga Kurylenko e Megan Gale, quella dei vecchi spot Vodafone. Finale telefonato, ma la Turchia del 1918 è ben presentata.

Galbo 19/06/15 20:35 - 11702 commenti

I gusti di Galbo

Momento cardine della storia australiana, la battaglia di Gallipoli trova, dopo Peter Weir, un altro "cantore" (sebbene d punti di vista differenti) in Russell Crowe. Per il suo debutto da regista, l'attore racconta una dolorosa storia familiare che mescola sentimento e patriottismo e che sebbene talora mostri un eccesso di retorica, trova momenti di autentica e sincera ispirazione. Crowe mostra inoltre un certo talento nell'ambientazione sia che riguardi i paesaggi desertici australiani che il contesto turco. Non male.

Piero68 11/01/16 09:48 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

E meno male che ancora si producono pellicole come questa che riescono a emozionare e a essere ottimamente confezionate. Se avesse avuto un po' meno retorica e Crowe avesse rinunciato a quell'aria avventurosa da epopea che si respira soprattutto nella seconda parte e nel finale, il film sarebbe stato quasi perfetto. Crowe dimostra a pieno titolo di non soffrire l'esordio da regista (anzi) e dirige in modo efficace il buon comparto attoriale. Fotografia fantastica grazie al compianto Lesnie qui alla sua ultima prova. L'ho davvero apprezzato.
MEMORABILE: Il corpo a corpo nella trincea turca.

Nando 11/01/16 16:19 - 3584 commenti

I gusti di Nando

L'esordio di Crowe alla regia prende spunto da una vicenda della I guerra mondiale e vede una lunga ricerca di un genitore affranto ma risoluto. Meglio la prima parte in cui i paesaggi australiani fanno poi spazio a quelli turchi, nella seconda prevale l'azione e qualche evento troppo romanzato. Bravo Crowe nella sua intensa interpretazione, scontato il finale.

Decimamusa 14/01/16 10:01 - 94 commenti

I gusti di Decimamusa

Molti ingredienti, non sempre amalgamati nel modo migliore. Una vicenda di buon ritmo e discreto impatto emotivo, con alcune derive nella lacrimosità; uno sfondo storico intrigante ma non adeguatamente approfondito; alcuni stereotipi; una seducente fotografia; un'indubbia efficacia dei protagonisti, il navigato Russell Crowe (alla sua prima regia) e la magnetica Olga Kurylenko. Se al cinema si chiede piacevole e (abbastanza) qualitativo intrattenimento, il risultato è raggiunto.

Caesars 8/02/21 16:05 - 3047 commenti

I gusti di Caesars

La battaglia di Gallipoli è una ferita ancora aperta nella memoria degli australiani (molti i loro soldati che lì persero la vita) e così anche Crowe (dopo Weir) torna a rivisitarla, anche da prospettiva particolare. La pellicola ha sicuramente dei pregi (la bella fotografia dai toni caldi, le interpretazioni, certe scelte registiche), ma purtroppo anche dei vistosi cali a livello di trama (il ritrovamento del luogo dove sono caduti i figli) e una retorica un po' troppo invadente. Complessivamente comunque un prodotto più che dignitoso e un buon esordio registico nel lungometraggio.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 12/01/15 15:47
    Risorse umane - 5174 interventi
    Il debutto di Russell Crowe alla regia.