Saturday the 14th

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Saturday the 14th
Anno: 1981
Genere: comico (colore)
Note: Seguito nominalmente da "Saturday the 14th Strikes Back" (1988).
Numero commenti presenti: 3
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dal titolo e dall'anno di uscita ci si sarebbe aspettati una parodia al passo coi tempi, che sapesse ironizzare sulle nuove frontiere horror imposte da Carpenter e Cunningham, sull'abbondanza di sangue e di scene splatter. Niente di tutto questo: SATURDAY THE 14th è sì una parodia ma di quelle vecchissimo stampo, con le case stregate, i vampiri e i mostri, in cui una famigliola che ha appena ereditato la magione si sposta lì con l'intenzione di andarci a vivere. Non è difficile capire a cosa il film punti già dalle prime apparizioni: quando il ragazzino (Brando) trova in casa un grosso tomo chiamato "Il libro...Leggi tutto del Male" e comincia a sfogliarlo innocentemente capiamo cosa stia per succedere. Basta poco e nella cupa abitazione si scatena l'inferno (si fa per dire, gli effetti son quello che sono): un essere peloso attacca il piccolo che si difende usando il libro stesso come scudo, un mostro della laguna nera si materializza nella vasca dove sta facendo il bagno la sorella adolescente (Michaelson, che in realtà di anni ne ha quasi 20!) in una scena che riprende quella di BENEDIZIONE MORTALE anticipandone la ripresa in di NIGHTMARE (a proposito, pure la casa è in Elm Street!). I due ragazzini vengono inseguiti per la casa urlando mentre non molto tempo dopo la loro madre (Prentiss) viene a sua volta attaccata dai pipistrelli. Ah già, c'è pure una coppia di vampiri che spia i nostri da un'auto in attesa di recuperare il prezioso libro maledetto. Non resta che chiamare uno specialista; fa così la sua comparsa nientemento che Van Helsing (Darden), il quale spiega come il famoso libro contenga tutto il male del mondo. Si procede così, a tentoni, tra battute che solo in minima parte possono definirsi tali e i due genitori (il padre è Richard Benjamin) che nonostante tutto decidono di rimanere lì e combattere la maledizione che grava sull'edificio. Un umorismo di grana grossa, erede di un intero sotto-genere che si divertiva a deridere blandamente i luoghi comuni dell'horror di un tempo con mascherate poco invitanti, formule magiche, raggi di luce azzurra e una pacatezza che in fondo non manca nemmeno qui: certo, si urla, ma la situazione sembra sempre sotto controllo in fondo, persino quando nonostante tutto si decide di organizzare in casa un party... Per una svolta vera in campo demenzial-parodistico c'è da aspettare ancora, in SATURDAY THE 14th siamo avanti di un giorno ma indietro di vent'anni...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/08/10 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 8/02/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 13/08/10 00:22 - 5304 commenti

I gusti di Herrkinski

Il titolo parodistico, seppur ironizzi sulla serie di Venerdì 13, in realtà nulla ha a che fare con la stessa; trattasi piuttosto di una parodia delle case infestate, con la solita famigliola che riceve in eredità una casa e un libro maledetto che risveglia una serie di mostri. La comicità, lungi dai futuri Scary movie et similia, è di quella americana vecchio stampo, con echi della Famiglia Addams e di The Munsters; si ride a denti stretti, mentre si apprezza la suggestiva location e qualche effetto cartoonesco. Bizzarro ma godibile, dopotutto.

Pumpkh75 18/10/12 21:37 - 1337 commenti

I gusti di Pumpkh75

Simpatica parodia, decisamente sbilanciata sul versante commedia piuttosto che su quello horror, dove l’andatura da crociera viene di tanto in tanto ravvivata da situazioni paradossali e debitrici delle atmosfere de I Munsters (o, vedete voi, de La famiglia Bradford) ma che alla fine dei conti riesce a strappare solamente qualche sorriso accennato e un paio di sbadigli. Curiosamente, pur essendo inedito, una sua scena è presente nella sigla dello Zio Tibia Picture Show di nostalgica memoria. Appena sufficiente.

Jena 13/04/19 20:02 - 1219 commenti

I gusti di Jena

Venerdì 13 non c'entra nulla; siamo dalle parti della parodia dei film sulle case stregate, ibridati con i mostri classici (ci sono Dracula e consorte). Ricorda la serie dei Mostri, incrociata con Chi è sepolto in quella casa? Poveristico, attori sconosciuti e semiamatoriali, effetti speciali idem, si lascia tuttavia guardare più di tante sciocchezze recenti farcite di dollaroni anche per qualche gradito spunto lovecraftiano (porte che danno su altri universi, libri che evocano creature malvagie). Non supera la sufficienza però.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 8/02/20 09:04
    Consigliere - 43747 interventi
    Nel trascrivere il papiro speditomi come sempre via posta dal Marcel leggo di una scena ambientata in vasca che anticipa Nightmare e ok, ma anche che la casa è in Elm street! Possibile? Difficile pensare a una coincidenza. Sarà mica che Nightmare è la parodia di questo e non viceversa?

    Seconda cosa: noto che l'incipit del papiro è sostanzialmente lo stesso di Herrkinski come concetti. Siccome so che il Marcel non haninternet e non può aver copiato ho domandato. Mi ha detto che lui l'ha visto solo perché lo credeva appunto una parodia alla Scary movie considerato il titolo e che invece il titolo è una truffa. Gli ho detto sì ok, ma è uguale il concetto. Lui mi ha detto "cancella pure tutto il papiro e brucialo, cosa vuoi che me ne freghi". Poi in effetti vedo che anche Jena ha scritto lo stesso e penso che sia un po' la prima cosa che viene in mente a chiunque veda questo film e gli ho detto ok, chiederò all'interessato... Quindi se Herrkinski ritiene (ne avrebbe tutti i diritti) che la cosa lo infastidisce lo cambio. Per adesso gli ho solo cancellato il riferimento ai Munsters, visto che l'avevano già notato tutti :)
    Ultima modifica: 8/02/20 09:12 da Zender
  • Discussione Herrkinski • 8/02/20 13:57
    Vice capo scrivano - 2305 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Nel trascrivere il papiro speditomi come sempre via posta dal Marcel leggo di una scena ambientata in vasca che anticipa Nightmare e ok, ma anche che la casa è in Elm street! Possibile? Difficile pensare a una coincidenza. Sarà mica che Nightmare è la parodia di questo e non viceversa?

    Seconda cosa: noto che l'incipit del papiro è sostanzialmente lo stesso di Herrkinski come concetti. Siccome so che il Marcel non ha internet e non può aver copiato ho domandato. Mi ha detto che lui l'ha visto solo perché lo credeva appunto una parodia alla Scary movie considerato il titolo e che invece il titolo è una truffa. Gli ho detto sì ok, ma è uguale il concetto. Lui mi ha detto "cancella pure tutto il papiro e brucialo, cosa vuoi che me ne freghi". Poi in effetti vedo che anche Jena ha scritto lo stesso e penso che sia un po' la prima cosa che viene in mente a chiunque veda questo film e gli ho detto ok, chiederò all'interessato... Quindi se Herrkinski ritiene (ne avrebbe tutti i diritti) che la cosa lo infastidisce lo cambio. Per adesso gli ho solo cancellato il riferimento ai Munsters, visto che l'avevano già notato tutti :)


    Sulla coincidenza della casa in Elm street, è una cosa curiosa ma penso fosse appunto una coincidenza. Nel caso non lo fosse, Craven dovrebbe aver voluto omaggiare il film ma par strano che non l'abbia mai dichiarato in tutti questi anni.

    Per il resto, dì al Marcel di stare tranquillo ;-)
  • Discussione Buiomega71 • 8/02/20 14:28
    Pianificazione e progetti - 22125 interventi
    Il buon Marcel ebbe a dire:

    in una scena che anticipa quella celeberrima di NIGHTMARE (quella della vasca da bagno)

    Cheppoi non dovrebbe anticipare nulla, visto che già ci aveva pensato lo stesso Craven con Benedizione mortale (per poi riproporla, con l'artiglio di Freddy al posto del serpente, in Nightmare, appunto)
  • Discussione Caveman • 8/02/20 15:45
    Pulizia ai piani - 292 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il buon Marcel ebbe a dire:

    in una scena che anticipa quella celeberrima di NIGHTMARE (quella della vasca da bagno)

    Cheppoi non dovrebbe anticipare nulla, visto che già ci aveva pensato lo stesso Craven con Benedizione mortale (per poi riproporla, con l'artiglio di Freddy al posto del serpente, in Nightmare, appunto)


    Esattamente. Wes sempre un passo avanti. Ho sempre "sofferto" molto nel leggere come venisse trattato. Un autore straordinario dipinto come l'ultimo arrivato.
  • Discussione Zender • 8/02/20 18:14
    Consigliere - 43747 interventi
    Hai ragione, grazie Buio, è anche una scena importante in Benedizione mortale ma non era venuta in mente nemmeno a me, ho risistemato doverosamente il papiro. Però sembra proprio che il film prenda da Benedizione Mortale anticipando a sua volta Nightmare il quale a sua volta riprende (certo, sarà una coincidenza però non escluderei che Craven abbia visto questo film e allora la cosa diventa curiosa) la scena in vasca ed Elm street. Grazie Herr, mi risparmi il rimescolamento ;-)