LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/01/09 DAL BENEMERITO RENATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 31/01/09 18:51 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Poliziesco molto molto povero ma di discreta fattura, direi quasi artigianale. Funziona meglio la prima parte, in cui il lato sociale è predominante (Dino si riduce a fare il criminale per cause di forza maggiore), mentre nella seconda assistiamo al sequestro vero e proprio. Forse il finale è eccessivamente moralistico, ma tutto sommato è in linea con quanto visto in precedenza. Cipriani ricicla alla grande il tema scritto per La polizia ringrazia.

Daidae 21/06/10 01:34 - 2866 commenti

I gusti di Daidae

Bruttissimo poliziesco dai temi "sociali". Attualmente dopo il noioso Bocche cucite lo considero uno dei peggiori polizieschi all'italiana. Non male il cast, ma il film scorre tra scene insensate, buchi di sceneggiatura e la trama pare cucita alla buona. Finale ridicolo per un film scadente.
MEMORABILE: L'interpretazione della Giorgi: sembra infilata a forza.

Fauno 9/02/11 10:15 - 2012 commenti

I gusti di Fauno

Crudo ma non esagerato. Brava la Lualdi, Giorgi mai più così bella. Sempreverdi i temi trattati o sfiorati: società di copertura, angoscia del licenziamento, malattie da lavoro senza copertura sanitaria (carne da macello!) e perfino il carattere e la foga dei mercenari. A un certo punto sembra prender la piega già frequente dell'apologia alla giustizia fai-da-te, al contrario termina con una frase che tutti i governanti dovrebbero udire, sia quelli che fanno il bunga-bunga, sia quelli che spiano dalla serratura e alla prova dei fatti non son meglio...

Bullseye2 16/03/17 22:04 - 121 commenti

I gusti di Bullseye2

Bellissimo melò/noir al maschile tra poliziottesco poveristico e dramma sociale settantasettiano fino al midollo, dove si parla di eroina, femminismo, crisi economica, disoccupazione alle stelle e operai costretti al crimine per pura disperazione. Attualissimo anche oggi, necessiterebbe di un bel remake. Sicuramente la miglior prova di Crea da regista; buono il cast, a parte una Eleonora Giorgi alquanto debole. Crepuscolare e affascinante (anche grazie alla colonna sonora di Cipriani e all'aria pauperistica che si respira).
MEMORABILE: "Fate qualcosa"! Quarant'anni e non è cambiato nulla.

Mco 1/09/17 12:11 - 2215 commenti

I gusti di Mco

La catabasi di un uomo onesto nel mondo della delinquenza. Gianni Crea addossa le colpe della premessa sulla società, incapace di tutelare chi perda un impiego in tempi ragionevoli. E Prete, con le sue espressioni da animale ferito, ci mostra proprio quanto sia sottile la linea che separa la legalità dal crimine. Interpreti all'altezza (con Gasperini ex mercenario davvero inquietante) e buoni momenti di tensione (al chiuso della scuola d'infanzia) fanno sì che la pellicola scorra via piacevolmente. Bella come sempre Antonella Lualdi.
MEMORABILE: La bimbetta che non riesce a dormire per paura del buio.

Maik271 27/05/18 14:49 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Giovane e onesto operaio licenziato e con padre malato si trova invischiato con una banda di rapinatori. La colonna sonora di uno svogliato Cipriani (chiaramente ricalcata da suoi precedenti lavori) fa da commento a un film che vede un cast dignitoso e godibili scene d'azione. Curioso che dopo quarant'anni il tema sia sempre, ahimè, attuale. Senza infamia e senza lode.

Nicola81 14/02/21 15:55 - 2205 commenti

I gusti di Nicola81

Il miglior film di Gianni Crea. Una commistione tra melodramma e impegno sociale che nella seconda parte vira verso il poliziesco vero e proprio. I mezzi sono limitati, e anche a livello di sceneggiatura si notano alcune ingenuità e concessioni alla retorica, ma il cast è piuttosto buono per quella che è una produzione minore, e non si può fare a meno di osservare come le problematiche affrontate siano ancora attuali ad oltre quarant'anni di distanza. Cipriani ricicla il tema musicale di La polizia ringrazia.

Italo Gasperini HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Fauno • 9/02/11 10:20
    Contratto a progetto - 2593 interventi
    Per Buono:esiste un passaggio TV abbastanza discreto.
    Come discussione aggiungo che chiaro è che si è scoperta l'acqua calda,ma per giustificare i loro fallimenti danno spiegazioni che si metterebbe a ridere perfino un poppante...mai nessuno che dica AZZERIAMO GLI ERRORI DEL PASSATO,RIFONDIAMO TUTTO DA CAPO E NE RISPONDIAMO SOLO NOI DI QUELLO CHE NON VA...
    La mia non è politica,ma non posso fare a meno di sottolineare quale fortissimo impatto attuale abbiano quei filmetti di serie zeta da me tanto apprezzati.FAUNO.
  • Discussione Nicola81 • 22/05/18 21:15
    Formatore stagisti - 561 interventi
    Mi sa che hai commentato il film sbagliato... Sbaglio o il commento si riferisce a Senza ragione?
  • Discussione Fauno • 22/05/18 23:35
    Contratto a progetto - 2593 interventi
    Dovrei essere impazzito, perché commento i film appena li ho visti. Fra l'altro Senza ragione non mi è neanche piaciuto. Chiaro che ora come ora non ricordo il perché di questo intervento.
  • Discussione Zender • 23/05/18 06:52
    Consigliere - 44895 interventi
    Non ho capito Nicola, il commento di Fauno tra i commenti o parli del post che ha scritto? Se parli del commento Fauno parla di Giorgi e della Lualdi, perché mai dovrebbe riferirsi a un altro film?
  • Discussione Nicola81 • 23/05/18 11:34
    Formatore stagisti - 561 interventi
    Chiedo scusa soprattutto a Fauno, ma non mi sono spiegato bene. Mi riferivo al commento di Maik271 da poco pubblicato (infatti la chiamata inizialmente l'avevo indirizzata a lui), che cita tra gli interpreti Savalas e Lester, per cui credo proprio che si riferisse a Senza ragione.
  • Discussione Zender • 23/05/18 14:12
    Consigliere - 44895 interventi
    Sì infatti, vediamo che dice perché confondere i film così è piuttosto grave. Intanto lo cancello e lo trasferisco qui:

    Discreto road movie che parte piuttosto blandamente e che nasconde parecchie leggerezze (per esempio il maldestro gruppo di rapinarori), ma che col passare dei minuti acquisisce buon ritmo. Un valido cast in cui spicca per cattiveria e crudeltà Savalas e in cui sorprende positivamente il piccolo Lester. Un doppiaggio a tratti fuori tempo ne preclude il gusto, così come il commento musicale anonimo. Bello però il finale.
    Ultima modifica: 23/05/18 14:13 da Zender
  • Discussione Maik271 • 23/05/18 20:19
    Servizio caffè - 6 interventi
    Si Nicola81 hai perfettamente ragione ho sbagliato scheda del film. Il film è in effetti "Senza ragione". Chiedo scusa.
  • Discussione Zender • 24/05/18 08:52
    Consigliere - 44895 interventi
    Devi riscriverlo lì in questo caso, Maik.
  • Discussione Maik271 • 27/05/18 14:24
    Servizio caffè - 6 interventi
    Ok provvedo!