Non è un'altra stupida commedia americana

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Not another teen movie
Anno: 2001
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 7
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Girare la parodia delle tantissime teen-comedy che da anni imperversano negli Stati Uniti poteva essere un’idea. Il fatto è che spesso le commedie di cui sopra tendono già ad essere un’allegra presa in giro di se stesse (pensiamo alla serie di AMERICAN PIE), per cui l’effetto qui ottenuto è piuttosto straniante, perché non si capisce bene quale sia il confine che divide la caricatura dalla spiritosa melensaggine dei modelli. Anzi, a dire il vero qui (complici anche gli inevitabili limiti del doppiaggio ma soprattutto i limiti di chi un certo mondo lo può conoscere solo di riflesso come noi italiani) gli effetti sono talvolta imbarazzanti....Leggi tutto Molte le gag che risultano perlopiù incomprensibili, molte altre quelle che spingono sul pedale della volgarità eccessiva (pesantemente escrementizia) senza gran fantasia. Il fatto è che bisognerebbe pure conoscere bene classici che da noi proprio tali non sono (vedi BELLA IN ROSA o RISKY BUSINESS) per comprendere a fondo tutte le implicazioni di una parodia simile. Vista così, superficialmente come accadrà a molti, sembrerà proprio quella che non voleva essere, ovvero un’altra stupida commedia americana. Con il belloccio della scuola, la sfigatella pronta a trasformarsi con un tocco di make-up, il gruppo di nerds, le cheerleaders, la squadra di football... Colpisce per una notevole dose di comicità politicamente molto scorretta (si scherza allegramente su commozioni cerebrali, tumori e via dicendo), risparmia abbastanza sul sesso (nonostante il prevedibile spiegamento di giovani, splendide ragazze pronte a mostrare il seno alla prima occasione, anche del tutto gratuitamente), fallisce piuttosto clamorosamente l’aggancio a gag divertenti nonostante l’impiego di specialisti come Randy Quaid (fa il padre della sfigatella) e ospitate vip come quelle di Mr. T o Molly Ringwald. Certo, la quantità di cartucce sparate è alta e qualcuna va inevitabilmente a segno, ma solo per la legge dei grandi numeri, perché generalmente l’impianto è fiacco e la colpa non può essere solo del regista. Scontato il ricorso a classici del rock a stelle e strisce (ma non solo, se consideriamo che l’originale di “Don’t You forget about me” è degli scozzesi Simple Minds), con la splendida “Can’t Fight This Feeling” dei REO Speedwagon accennata ad ogni apparire di uno dei tanti corpi mozzafiato. Anonima (e non condannabile) la prova del cast: la colpa di un impatto tanto debole è soprattutto della sceneggiatura.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/06/10 DAL BENEMERITO MCO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 29/01/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mco 3/06/10 17:24 - 2151 commenti

I gusti di Mco

A dispetto del titolo, questa è proprio una commedia di bassa lega made in States. Abbassate le vostre pretese comico-demenziali scendendo sino ai giorni delle scuole medie e otterrete il livello del film. Attenzione, qualcosa strappa anche il sorriso (il padre della "brutta" che è sempre lordo e invita la figlia a "darla via" o la scena della ragazza fine in preda alla dissenteria), ma nel complesso se ne esce con poche battute da trasmettere agli amici...

Pigro 17/06/10 09:29 - 7795 commenti

I gusti di Pigro

Parodia dei teen movie ambientati nei licei tra ragazzi assatanati di sesso. Moltissimi i film a cui si allude (perfino American Beauty!). Pur contenendo alcuni momenti francamente divertenti e pur cogliendo acutamente alcuni stereotipi (fra cui il ragazzo nero che sta lì solo perché nero), il film si basa su un errore di partenza: fare la parodia di opere che già di per sé sono una parodia della vita dei teenager, diventandone l'ennesima incarnazione, sia pure più autoironica e buffa. Insomma... un'altra stupida commedia americana!

Luchi78 23/11/12 14:38 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Una parodia di film demenziali e teenager di tipica matrice "all'americana" rischia di sprofondare in un abisso di sconcezze difficilmente immaginabile, ed effettivamente questo film ci si avvicina spesso. Comunque, se si è ben predisposti alla visione di cotanto spettacolo si può rimediare anche qualche gustosa risata (rara), ripensando soprattutto alle sdolcinatezze propinate da alcuni dei più classici teen movie tipo Bella in rosa o Kiss me. Esageratamente di cattivo gusto.

Gabrius79 8/01/14 22:03 - 1193 commenti

I gusti di Gabrius79

Strampalata e volgare commedia americana con linguaggio e scene di bassa lega. Risate grasse con alcune gag al limite del "politically scorrect", un cast di giovani ventenni senza arte né parte. Insomma l'ennesima americanata e l'ennesimo titolo fuorviante.

Maxx g 6/02/15 17:19 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Le aspettative erano radenti lo zero e sono state attese in pieno. Il film è tremendamente volgare e particolarmente fastidioso, al punto che si fa veramente fatica anche a riferire le scene più pietose e volgari. Operare la parodia di film comici è già di per sè assurdo e questo la dice lunga. Al massimo si strappa qualche sorrisetto, ma per il resto è quanto di più rozzo e patetico ci possa essere in termini di film di genere. Chris Evans, futuro Captain America, appare palesemente a disagio e non a torto. Da evitare.
MEMORABILE: L'entrata in scena di Mr. T che tenta (invano) di incoraggiare Evans; La ragazza che gira nuda; Il cameo finale della Ringwald.

Ryo 5/05/17 13:11 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Parodia di un genere che sarebbe già una parodia di per sé. Ottimo per come riesce a recuperare e a far ridere in maniera brillante di tutti i cliché tipici di questi film, seppure talvolta scadendo nella volgarità; mai fine a sé stessa però (unica cosa che non mi è andata giù è la sorella ninfomane nelle scene più disgustose). Il cast non eccelle per grandi nomi, ma sono tutti volti azzeccati e validi per i personaggi da loro interpretati.
MEMORABILE: Il tipico dispetto dell'acqua versata addosso; Il bidello Mr. T; Il tizio che comincia l'applauso; La trasformazione della protagonista.

Daniela 9/08/20 01:50 - 9415 commenti

I gusti di Daniela

Una buona parodia deve possedere almeno due pre-requisiti: l'oggetto parodiato deve essere riconoscibile e abbastanza serio che in suo stravolgimento in senso comico risulti liberatorio. E' molto difficile invece far una parodia di commedie che già contengono al loro interno elementi semi-parodistici o comunque ironici: lo conferma questa commedia che finisce per confondersi con i suoi obiettivi. Il titolo inganna: questa è proprio una delle solite commedie USA-teen, solo ancora più volgare e imbarazzante. Inspiegabilmente ha conquistato una certa fama ma è da evitare con cura.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 3/06/10 20:10
    Consigliere - 43516 interventi
    Occhio Mco che avevi inserito il nome di un'attrice al posto del regista. Cerchiamo di fare attenzione e prendiamo come sempre i dati da www.imdb.it
    Grazie.
  • Discussione Mco • 5/06/10 02:05
    Scrivano - 9683 interventi
    Scusa, è stato un refuso...
  • Homevideo Xtron • 7/03/12 16:57
    Servizio caffè - 1831 interventi
    C'è il dvd Columbia versione integrale

    1h35m43s