LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/03/17 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Kinodrop 2/03/20 19:58 - 1675 commenti

I gusti di Kinodrop

Per cimentarsi in un ennesimo gangster movie dopo tutta la produzione dagli anni '40 in poi, occorreva come minimo un qualcosa di dirompente nei contenuti o nello stile, invece nulla. Affleck si disperde nel tentativo di conciliare le crudeltà del periodo proibizionista con le solite faide interrazziali e una melassa di buoni sentimenti familiari, affidando il tutto alla scenografia manierata e allo sfoggio di un parco macchine lustre lustre e di abiti e cappelli nuovi di pacca. Cast importante ma impacciato, velleità epiche ma dal respiro corto.

Beffardo57 16/03/18 22:24 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Francamente noioso, inutilmente manierista, assolutamente superfluo. Ben Affleck ha un viso rigorosamente inespressivo, gli altri interpreti si dimenticano subito, sono solo caratteristi professionali e nulla più; curioso Remo Girone reso straordinariamente somigliante ad Andreotti (meglio di Toni Servillo nel Divo di Sorrentino). Per il resto, grande esibizione di scenografie, auto d'epoca, inquadrature da cartolina, motoscafi, alligatori, delfini, ecc. ecc.. Abbondanza di mezzi produttivi per dire poco o nulla.

Galbo 10/03/17 18:36 - 11523 commenti

I gusti di Galbo

Dopo la prima guerra mondiale, Joe Coughlin intraprende una carriera criminale tra Boston e la Florida. Dopo Argo, Affleck torna alla regia con un film che ha lo stile del noir, tratto come Gone baby gone, da un romanzo di Lehane. La storia è interessante e Affleck si conferma buon regista, curando ritmo e ambientazioni d'epoca, molto efficaci e raffinate. Qualche incertezza nella sceneggiatura, un pò troppo prolissa. Buona la scelta degli attori. Lo stesso regista è efficace nella parte del protagonista. Un buon film.

Capannelle 19/03/17 11:02 - 3785 commenti

I gusti di Capannelle

Passo falso per Affleck nell'applicare il suo stile elegante e posato al genere epico gangster ma che non riesce a far palpitare il cuore di chi guarda, nonostante un cast ben assortito e ambientato ma raramente messo nelle condizioni di completarsi a vicenda. Gli ingredienti della trama sono classici: si passa da accenti noir sentimentali a elementi di storia del proibizionismo ma risulta difficile trovarne uno trattato in maniera significativa rispetto ad altri autori.

Daniela 25/05/17 11:32 - 9847 commenti

I gusti di Daniela

Dopo tre bei film, Affleck toppa inaspettatamente col quarto su un tema assai sfruttato ma sempre fascinoso come quello dei gangster al tempo del proibizionismo, nonostante un cast di prestigio il cui punto debole è proprio lui, ingessato da un eccesso di correttezza. La vicenda scorre via con tutti i topoi del caso, fra personaggi stereotipati e dialoghi pesantemente letterari, senza mai riuscire a suscitare emozioni ed interesse. La confezione curata ed alcune sequenze ben girate non bastano ad evitare la sensazione di un compitino corretto ma poco sentito quando non scopiazzato.

Tarabas 4/07/17 09:44 - 1737 commenti

I gusti di Tarabas

Difficile condurre un esercizio di stile senza una chiara idea stilistica. Infatti, dopo un inizio promettente, il film naufraga col trasferimento in Florida. Il bravo regista Affleck si è dimenticato di essere solo discreto come attore e si mette perennemente in primo piano. Storia confusa e mal sviluppata, con sottotrame migliori della trama (e ciò in genere è male), personaggi appena sbozzati, dialoghi pretenziosi. Finale di rara inconsistenza con un tentativo di "messaggio sociale" a forte rischio di ridicolo. Cast sprecato (Cooper, Gleason).

Redeyes 13/08/17 11:46 - 2204 commenti

I gusti di Redeyes

L'Affleck regista non ci dispiaceva e di certo nemmeno Lehane, tuttavia questa pellicola riesce a farsi guardare ma non centra il bersaglio, finendo per attorcigliarsi in una sceneggiatura un po' prolissa. Si devono apprezzare la buona ricostruzione dell'epoca, un cast discreto, ma nel mare magnum del cinema di genere gioco-forza si ha la necessità di uno spunto, di un particolare che faccia empatizzare o sussultare lo spettatore e qua manca. Lo stesso protagonista si muove discretamente a Boston ma s'appiattisce in Florida e così fa il film.

Lythops 2/03/18 18:59 - 980 commenti

I gusti di Lythops

A parte qualche sequenza girata e montata molto bene, è un film che non può definirsi originale, percorrendo strade conosciute e sicuramente meglio dirette da altri (Scorsese in primis, col quale il contronto è inevitabile). La voce narrante fuori campo aiuta poco e tra gli attori il punto debole è proprio Affleck, che almeno come regista è corretto. Buoni gli effetti e la fotografia.
MEMORABILE: "Tu avresti dovuto coprire la distanza tra me e tua madre"; L'inseguimento dopo la rapina.

Piero68 27/08/18 09:42 - 2793 commenti

I gusti di Piero68

Molti passi indietro per l'Affleck regista che confeziona l'ennesimo gangster-movie (ma ce n'era davvero bisogno?) senza anima né cuore. La sceneggiatura è di quelle viste e riviste in tanti altri prodotti similari e il cast francamente imbarazzante. Come lo stesso Affleck/attore o Remo Girone o quasi tutto il comparto femminile. Nemmeno per un attimo il film riesce a rivaleggiare con i tanti in circolazione, e il più delle volte cade persino nel ridicolo involontario. Sonoramente bocciato.

Ben Affleck HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.