James Bond 007 - Casinò Royale

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Casino Royale
Anno: 1967
Genere: commedia (colore)
Regia: Vari
Note: I registi: Val Guest (scene con Woody Allen e alcune con David Niven), Ken Hughes (per Berlino), John Huston (scene a casa di Bond e al castello scozzese), Joseph McGrath (scene con Peters Sellers, Ursula Andress e Orson Welles), Robert Parrish (scene con Peters Sellers e Orson Welles), Richard Talmadge (n.c., per il finale)
Numero commenti presenti: 9
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ora lo sappiamo: il vero James Bond era David Niven. Quell'altro, lo 007 dei film, è solo un omonimo. Questa è la curiosa tesi di CASINO ROYALE, insolita divagazione sul tema del più famoso agente segreto del mondo. Bond è ora in pensione, ma viene richiamato in servizio per annientare una misteriosa cospirazione internazionale. Bond/Niven accetta, ma assieme a lui ci sono altri 007 da seguire nel mondo: Ursula Andress (spietata e sensuale, passa di categoria dopo aver fatto la bonona in LICENZA DI UCCIDERE), Peter Sellers (torna a un ruolo semiserio dopo Clouseau, che aveva interpretato proprio a fianco di Niven nella prima PANTERA ROSA...Leggi tutto) e via elencando. Sì, perché CASINO ROYALE è uno di quei film stile IL GIORNO PIU’ LUNGO, in cui decine di attori famosi o famosissimi si alternano sulla scena senza seguire un filo logico troppo rigoroso. E così ecco Woody Allen (alla sua seconda partecipazione dopo CIAO PUSSYCAT, non è ancora doppiato da Oreste Lionello, che ne caratterizzerà la sua immagine In Italia nei decenni seguenti), Orson Welles, Barbara Bouchet, Joanna Pettet, Deborah Kerr, Charles Boyer, William Holden, Jean-Paul Belmondo, Jacqueline Bisset, Peter O'Toole, John Huston, George Raft. Tutti insieme appassionatamente per un cocktail indigesto figlio indiretto dell’HELLZAPOPPIN di Henry Potter ma senza la stessa dirompente carica comica. Alla regia hanno lavorato in cinque (John Huston, Val Guest, Joseph McGrath, Ken Hughes, Robert Parrish): possibile ne sia uscito un film tanto vuoto e privo di mordente? Non è solo colpa dell'inevitabile caos prodotto da un simile concentramento di divi e autori, ma anche di una sceneggiatura assurda, tremendamente insulsa. E dire che per gli effetti speciali e le scenografie devono essere stati spesi un mucchio di soldi... Perché superprodurre e gonfiare in questo modo un tale eccentrico polpettone?
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 29/05/07 18:33 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Titolo efficace, se la parola "casino" è intesa nell'accezione italiana. Delirio del produttore Charles K. Feldman, ne viene fuori un patchwork (evidente che gli episodi, diretti da diversi registi - fra cui Allen non accreditato per le sue parti - sono giustapposti) solo a tratti riuscito. Non è tutto da buttare però: Woody Allen cattivo (il suo ruolo migliore secondo la mamma), la colonna sonora di Burt Bacharach, Ursula Andress, la sequenza "psichedelica" di Le Chiffre/Welles.

Lattepiù 11/09/07 17:36 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Questa è in assoluto la cosa più pop, folle e lisergica mai messa su pellicola! In confronto il Diabolik di Bava è un modello di accademismo cinematografico. Veramente! Qua pare che si siano chiusi un giorno in una stanza, abbiano scritto la sceneggiatura sotto l'effetto dei meglio allucinogeni in circolazione e poi l'abbiano relizzata con buon dispiego di mezzi. Trama destrutturata all'inverosimile, scenografie "inconcepibili", cast spettacolare e un contorno impressionante di supergnocche. Geniale e "stupefacente", in tutti i sensi.

B. Legnani 15/09/07 00:17 - 4694 commenti

I gusti di B. Legnani

Quasi insopportabile. Con l’obiettivo di non creare un Bond diverso dal trionfante Sean Connery, si creano più Bond e li si affida a registi diversi. In questo modo il pasticcio è amplificato, perché anziché avere un Bond diverso dal prototipo cinematografico, se ne hanno una pluralità. Tutto per una complessa vicenda di diritti: si tratta dell’unico romanzo di Fleming non in mano a Saltzman e Broccoli. Carrozzone pasticciato, che sciupa con diabolica ostinazione un cast di prima grandezza.

Daidae 6/10/09 17:01 - 2733 commenti

I gusti di Daidae

Mega pasticcio che mischia spionaggio e commedia. Grossi nomi e attori famosi come se piovessero, ma il risultato è mediocre. Non entusiasma e deluderà non poco gli affezionati al vero Bond; attori e regia sprecati per un prodotto davvero non all'altezza.

R.f.e. 8/10/09 09:50 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Resosi conto di non poter trovare un "serio" sostituto di Connery, Charles K. Feldman decide di farne una commedia (ha appena prodotto Ciao, Pussycat). Da parte mia, non posso non amare questo folle e simpaticissimo delirio pop (come lo ha qui definito un altro davinottiano), davvero "very Sixties" e colmo di bellezze femminili, anche perché è - insieme a L'Arcidiavolo, a Ciao, Pussycat, a Fumo di Londra, agli "Angelica" e agli 007 con Connery - uno dei primissimi film che io mi ricordi d'aver visto e apprezzato da bambino.

Enricottta 12/08/10 15:18 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Gli effetti devastanti delle varie regie si vedono tutte. Come un muro tinteggiato più volte sul colore vecchio senza carteggiare, un film dinoccolato, malfermo, adddirittura delirante. Debola la sceneggiatura, stantie le battute, le uniche a salvarsi come sempre le bond girls. Primissimi piani per ragazze da infarto, poi più nulla. Da vedere come un documentario della National geographic.

Homesick 1/01/12 18:24 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Stravagante, fracassona parodia bondiana alla cui multipla paternità registica sono forse da imputarsi il carattere scomposto e caotico e la troppa carne al fuoco: si incomincia con i soliti giochi di spie per approdare ad un finale con tanto di cowboys ed indiani... La pellicola traballa per il peso eccessivo (oltre 120’) e se non casca è per merito della parata di stars e delle scenografie ricche e psichedeliche, che tra una lungaggine e l’altra centrano qualche gag divertente. Nei giochi di prestigio le mani di Welles sono quelle del mago Silvan, implicitamente nominato con “Sim sala bim”.
MEMORABILE: La sfida del lancio delle pietre; le parti con Welles e Allen; la Bouchet in versione Miss Moneypenny; la Bisset “Miss Bellagamba”.

124c 15/03/13 17:50 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Film liberamente ispirato al primo romanzo di Ian Fleming, con un David Niven che guida un gruppo di comici e attori veramente notevole. Se Peter Sellers si riserva la parte con Ursula Andress, Jacqueline Bisset e Orson Welles (quella del baccarà, la mia preferita), Niven compare in più situazioni, sempre al limite dell'inverosimile. All'epoca, in Italia, giravano tante parodie di 007 più riuscite di questa (anche se non gli manca un suo fascino camp e retrò). Simpatico Woody Allen.

Rambo90 25/06/14 23:58 - 6318 commenti

I gusti di Rambo90

Un delirio totale: tra colori stravaganti e scenografie maestose si consuma la parodia di James Bond più scombiccherata di sempre. La storia, a causa dei travagli produttivi, è molto confusa e si fa fatica a seguirla, eppure in fin dei conti diverte. Grosso del merito va attribuito al cast stellare, ma anche le gag funzionano e il caos demenziale della seconda parte è davvero simpatico. I segmenti migliori son quelli con Allen e Sellers, ma l'interpretazione più indovinata è quella di Welles come Le Chiffre. A suo modo un classico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 3/04/12 16:11
    Scrivano - 14098 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 09/05/2012 per MGM/20th Century Fox:

  • Musiche Lucius • 12/06/12 10:49
    Scrivano - 8332 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, due 45 giri italiani:



    Ultima modifica: 23/12/14 07:45 da Zender
  • Homevideo Xtron • 21/09/13 11:05
    Servizio caffè - 1829 interventi
    DVD MGM
    Durata 2h05m41s - Formato letterbox



    BLURAY MGM
    Durata 2h12m58s (immagine a 59m37s)

    Ultima modifica: 21/09/13 14:24 da Zender
  • Discussione Caesars • 17/11/15 10:20
    Scrivano - 10501 interventi
    Torno sulla questione registi:
    non sarebbe più corretto metterli tutti nella scheda (oltre che nelle note, dove già ci sono), al posto del generico "vari", in modo tale che nella ricerca per nome esca anche questo film?
    La lista sarebbe:
    Ken Hughes, John Huston, Joseph McGrath, Robert Parrish, Richard Talmadge (n.c.)
  • Discussione Zender • 17/11/15 15:16
    Consigliere - 43386 interventi
    La ricerca per nome esce anche con i nomi contenuti nel campo note, Caesars. Se tu cerchi "John huston" questo film esce, per dire.
    Ultima modifica: 17/11/15 15:16 da Zender
  • Discussione Caesars • 17/11/15 15:45
    Scrivano - 10501 interventi
    Si Zender, hai ragione. Mi sono spiegato male. é vero che se cerco come "John Huston" esce anche questo film. Però se sono in una scheda di un film di John Huston e clicco sul suo nome, non mi appare più tra quelli da lui diretti. Comunque vedi tu se lasciare le cose come stanno o meno.
  • Discussione Zender • 17/11/15 15:52
    Consigliere - 43386 interventi
    E' una questione di spazi. Quando ci sono troppi registi nello stesso campo, nella lista della ricerca viene una cosa alta sei metri. In futuro vedremo come sistemare.
  • Homevideo Digital • 31/01/20 22:14
    Segretario - 3026 interventi
    Dvd Sinister disponibile dal 27/03/2020.
  • Discussione Caesars • 3/03/20 15:09
    Scrivano - 10501 interventi
    Probabilmente è cosa risaputa, ma vedo solo ora su Imdb che tra gli sceneggiatori non accreditati figura addirittura Billy Wilder. Non immaginavo davvero
  • Discussione Zender • 3/03/20 17:01
    Consigliere - 43386 interventi
    Sì, l'han diretto in sei e scritto in seimila. Avrà scritto due righe magari :)