Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SINNER - PECCATO MORTALE

All'interno del forum, per questo film:
Sinner - Peccato mortale
Titolo originale:The Sinner
Dati:Anno: 2009Genere: horror (colore)
Regia:Alessandro Perrella
Cast:Robert Enlgund, Ivana Mino, Olga Shuvalova, Oscar Jarque, Antonella Salvucci, Marcello Arnone
Visite:1391
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/1/09 DAL BENEMERITO LEBOWSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 6/8/15 23:06 - 3875 commenti

Sorpresa piacevole e inattesa (trattandosi di una delle ultime produzioni italiane) sorretta da un regista (tutt'altro che inesperto in campo cinematografico) in grado qui di farsi perdonare il passo falso di Hell's fever. Perella può contare su una bella sceneggiatura, con dialoghi curati e interpreti in stato di grazia (eccezionale il ruolo di novello villain destinato a un Englund mai così in forma, spaventoso senza alcun trucco). Cinema maturo, intelligente e ben realizzato. Incipit e chiusa splatter per un felice ritorno al miglior gotico...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Mco 21/2/13 17:58 - 2102 commenti

Il buon Perrella ci crede ancora e omaggia i cultori dell'horror old style con una storia pregna di afflati e parafernalia gotici. L'incipit bagnato nel gore è uno dei più efferati degli ultimi tempi e il prosieguo cavalca per almeno un'oretta le onde del cinema che fu. Poi, inevitabilmente, si paga il dazio del dejà-vu e i toni si smorzano. Ma le direttrici del genere restano intonse: residenza misteriosa, segreti celati dal padrone di casa (Englund, mica uno qualunque) e dose di nudo da contratto (un bel shower show della Mino). Good.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Myvincent 9/12/19 8:13 - 2380 commenti

Perrella fa un'operazione controcorrente e rende omaggio ai grandi padri del passato come Freda, Margheriti e Bava. La sua incursione nel gothic/horror d'altri tempi è una piacevole sorpresa che lascia soddisfatti, grazie anche alla presenza di un sempre grande Robert Englund. Risulta penalizzato solo dal format televisivo, determinato sicuramente dal budget non adeguato alle idee del regista.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Ira72 28/2/19 11:27 - 821 commenti

Esaltante rivivere atmosfere baviane, bagnate di gotico, quarant'anni dopo (il maniero, l'ambigua governante rétro, i sotterranei, i manichini). Ancora una volta è per merito di un intrepido regista italiano che, con pochi mezzi, un ottimo e inquietantissimo Enlgund, grazie a una sceneggiatura incalzante, sforna un thriller/horror davvero non male dal sapore casereccio. Splatter talvolta, ma in modo dosato. Scivola un tantino, quando emerge quel sapore da fiction per il piccolo schermo, ma prodotti di questo genere vanno premiati, perché sempre più rari.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Gabigol 3/3/19 21:50 - 393 commenti

Un buon omaggio all'horror gotico tanto caro a Bava e Margheriti. Premiato l'impegno, nonché il coraggio, nel proporre del cinema del genere in un paese che registra encefalogramma piatto sotto questo punto di vista, va ammesso che l'atmosfera perturbante cede un po' alla noia nella parte centrale: la sceneggiatura non è così ricca da dipanare con scorrevolezza una storia classica e senza guizzi (a eccezione dell'inizio e fine).
I gusti di Gabigol (Animali assassini - Fantastico - Horror)

Lebowski 25/10/09 10:03 - 81 commenti

C'è ancora qualche italiano che vuole fare horror... meno male. Perrella, poi, non punta a imitare i modelli esteri ma guarda alla tradizione del gotico alla Bava. Il regista sa il mestiere, il cast è efficace, con un gigioneggiante Robert Englund perfetto emulo di Vincent Price e due convincenti Miño e Shuvalova (quest'ultima di una bellezza stratosferica); la parte centrale è però lenta e poco interessante, mentre la tensione è tutta concentrata all'inizio e alla fine, peraltro girata in modo incisivo (ma ingolfata a livello di trama).
I gusti di Lebowski (Fantascienza - Horror - Poliziesco)