Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NOVELLE LICENZIOSE DI VERGINI VOGLIOSE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/8/07 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 11/2/09 1:14 - 4468 commenti

Poverissimo decamerotico, palesemente girato con pochi mezzi e con gran fretta (specialmente il primo episodio, nato per ultimo per complessi motivi). Quasi tutto in interni, è pure statico e lento. Erroracci di italiano (liquefando, mòllica...). Uniche particolarità sono i vari riferimenti all’omosessualità e la cornice infernale nella quale si muove Stefano Oppedisano (Boccaccio), forse il migliore CSC dell’epoca, non a caso ancora attivo. L’altro CSC (Dolfin) fa Petrarca! La gara di frequenza fra risate e sorrisi finisce in pareggio: uno squallido zero a zero.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 4/8/07 14:40 - 3875 commenti

Stefano Oppedisano riveste i panni del Boccaccio, guidato (citazione all'Inferno dantesco) in un viaggio nei gironi della Geenna, nel quale può ascoltare i racconti "licenziosi", circonvicini alle voglie di vergini audaci, che ispireranno i suoi scritti. Sceneggiato da Massaccesi e Diego Spataro è il secondo decamerotico girato dal regista (lo stesso anno appare a sua firma anche un Canterbury No. 2 - Nuove Storie d'Amore del '300, diretto - in realtà - da John Shadow). Si distingue per una comicità connotata dal surreale impianto onirico-infernale e per il notevole cast femminile.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 30/6/08 19:27 - 3011 commenti

Ignobile ciofeca massaccesiana di cui - nei giorni di più favorevole disposizione d'animo - si può forse salvare l'inizio (con la canzoncina "Belzebù Belzebù"... ) e l'ultimo episodio per la Lucia Modugno e una certa vena da cartoon. L'immagine-simbolo del film è tuttavia Mimmo Poli immerso in un barile di letame; analoga sorte meriterebbe un insigne critico che trova noiosi i film di Bava ma per questo parla di "sperimentalismo incompreso".
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 13/2/09 18:30 - 5737 commenti

Fallimentare decamerotico con il solito repertorio di donne nudissime (c’è la splendida Kiel, una delle regine del genere), mariti cornuti (e pure omosessuali), frati e scambi di coppia. Solo l’ultimo episodio possiede un minimo di verve, grazie alle distorte espressioni facciali del maestro di flauto Mariani e dell’allieva Melcherich, che in un ipotetico “Pierina la peste” sarebbe stata perfetta. Pulcrano è presente in due differenti ruoli.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 11/2/09 13:05 - 1495 commenti

Nulla di nuovo sotto il sole, per così dire: stringi stringi si tratta di un decamerone come tantissimi altri. Però la cialtroneria dell'operazione è così evidente che il film risulta simpatico, pur con le sue inquadrature folli e le luci spesso improvvisate. Vedere il grosso Mimmo Poli che si cala i calzoni e mostra il didietro davanti ad una bella figliola seminuda poi, è davvero troppo bizzarro. In ogni caso Joe D'Amato avrà modo di far meglio negli anni successivi, fortunatamente.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Capannelle 13/11/08 15:07 - 3575 commenti

Storiella tipicamente boccaccesca girata con mezzi limitati. Agli attori non vien richiesto troppo impegno e lo humour appare scontato. Più vivace la seconda parte. Si salvano la raffigurazione dell'inferno tra grandiosi effetti fiammeggianti, secondini perversi e la mitica canzoncina "Belzebù". Tra gli attori da apprezzare il candore della Rose, la generosità della Giorgelli quando inizia il nipote al sesso e la perseveranza del maestro di musica alle prese con l'accoppiata madre vogliosa/figlia lentigginosa (Modugno/Melcheric).
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Daidae 12/3/13 4:01 - 2600 commenti

Film con diversi punti bassi che non diverte per niente ed è piuttosto debole anche sul piano erotico. Alcuni episodi come quello con il musicista e sopratutto quello con Poli sono pietosi, mentre è divertente quello col fazzoletto e il vaso. Passabile la orecchiabile e simpaticissima canzone che apre e chiude il video.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mimmo Poli condannato a stare in un barile pieno di feci.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 24/1/13 9:22 - 1418 commenti

Nel giro "infernale", tra nudi e supplizi, vengono ricordati i peccati e mostrati i peccatori, quando erano ancora vivi. Originale premessa vs realizzazione povera nel corpo (evidente la realizzazione con pochi spiccioli), ma non male nello spirito (le personalità femminili e maschili sono artisticamente adeguate per il prodotto). Alcuni episodi mi sono sembrati divertenti e comunque perfettamente confacenti al tipo di film, con i nudi mostrati (ma è probabile la censura parziale in tv) e alcune volgarità, queste ultime non graditissime ma comprensibili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fatiche bisex eccessive; Il doppio scambio; Il finale, tra la soave musica ed il realizzato casino.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ryo 19/10/11 15:01 - 1908 commenti

Rivisitazione infernale dantesca incentrata sul girone degli "zozzoni" e le loro storie da vivi. È evidente che D'Amato con le commedie proprio non riesce nell'intento di far ridere. Le quattro storie potrebbero anche divertire, ma i soggetti non vengono sfruttati appieno e i dialoghi sono banali e tendenti al trash. Non bastano le simpatiche musichette e gli ottimi costumi e scenografie e il film diviene una triste parodia di se stesso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La storiella del vaso e del fazzoletto.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Ronax 10/1/11 20:54 - 836 commenti

Insipidissimo decamerotico firmato svogliatamente da un D'Amato a corto di mezzi e di idee. Peccato, perché il precedente Sollazzevoli storie... faceva presagire di meglio. Le novelle, troppo esili o troppo stiracchiate, non divertono minimamente e ancor meno risultano sollecitanti sul versante erotico. Anche la fotografia, che è sempre stata uno dei punti forti di Massaccesi, è abbastanza scadente. All'attivo solo la canzoncina di Salina e qualche piacevole bella donna: la bionda Keil ma ancor più la casereccia e intrigante Enza Sbordone.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Hal 9000 22/2/10 1:41 - 5 commenti

L'avventura onirica di Boccaccio (Oppedisano) guidato da Chaucer tra i vari gironi infernali. Deludente decamerotico di Joe D'Amato che fonde Divina Commedia e Decameron. Dei cinque episodi, solo l'ultimo è degno di nota, grazie a un buffo Mariani e una lentigginosa Melcherich che creano situazioni comiche. Divertente e azzeccata la canzone “Belzebù” di Franco Salina (che, nel 1972, ha curato la musica di Sollazzevoli storie di mogli gaudenti e mariti penitenti). Considerevole il cast femminile: fra tutte spiccano la Giorgelli e la Keil.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mimmo Poli immerso in una botte ricolma di escrementi; la canzone Belzebù; l'ambientazione infernale con fiamme e anime dannate.
I gusti di Hal 9000 (Avventura - Commedia - Drammatico)