Una donna per 7 bastardi

Media utenti
Anno: 1974
Genere: drammatico
Note: Aka "Una donna per sette bastardi". Musiche di Franco Micalizzi. Aiuto regista: Mario Bianchi. Da un soggetto originale dell'attore Richard Harrison. Sceneggiatura di Leila Buongiorno. AKA: "The Sewer Rats", "Das Rattennest", "Mia gynaika gia 7 katharmata".
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/05/08 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 29/05/08 23:46 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Auto bloccata in una strada deserta; paesotto limitrofo abitato da loschi figuri; una spruzzatina d'erotismo (con stupro annesso della Lassander, qua in vena di mostrare con costanza le perfette gambe, avviluppate in pantaloncini aderenti); ironia involontaria (Mitchell in uniforme). Ennesimo esempio della cinematografia tetra e oscura che, negli anni '70, veniva sfornata nella nostra Nazione. Debitore di plot (plagiati) quali La Sfida del Samurai (1961) e Per un Pugno di Dollari (1964), ma diretto con mestiere dal prolifico Montero.

Ciavazzaro 1/09/14 15:50 - 4751 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Curioso film quasi non ascrivibile a un genere in particolare. Nella bella ambientazione desertica si intrecciano i destini di un nutrito cast di attori culto del cinema bis italico, da Mitchell a Staccioli, passando per la Lassander unica presenza femminile (e che presenza, verrebbe da dire)! La grettezza umana è qui ben rappresentata in tutto il suo marciume: buon ritmo, un film curioso che sa intrattenere.

Daidae 17/03/18 03:55 - 2709 commenti

I gusti di Daidae

Dal titolo suona come un rape & revenge; niente di più falso: si tratta di un film drammatico, girato bene dal valido regista Roberto Bianchi Montero, interpretato altrettanto bene da eccellenti attori del cinema di genere italiano (su tutti Staccioli e Casali, ma bene anche il restante cast). Ottima l'ambientazione isolata. Onestamente mi aspettavo qualcosa di diverso, ma nel complesso è un film valido.

Panza 8/03/18 17:43 - 1483 commenti

I gusti di Panza

Un gruppo sparuto di attori ma con le facce giuste, un'atmosfera desolata e fuori dal mondo, una suggestiva colonna sonora di Micalizzi: questi sono gli elementi che danno spessore a un film che si rivela una discreta sorpresa che purtroppo perde mordente nel secondo tempo sino a un finale prevedibile, scioglimento del clima di tensione costruito sino a ora. Comunque la presentazione dei vari abitanti del villaggio fantasma è notevole, per non parlare della seducente Lassander. Con tutti i suoi limiti, può sorprendere.

Fauno 24/04/19 01:03 - 1890 commenti

I gusti di Fauno

Trama: zero; traumi: infiniti; ambientazione e ritmo: monocordi; monotema del film: scazzottate fino alla morte in un posto isolato fra sette imboscati alla ricerca dell'oro; individuo omega: presente; scommesse valide: per quattro di loro (via gli altri due!); ruolo della donna: dare il titolo al film e credere di avere autonomia (finché non viene pestata pure lei!). Il film piace se si amano le risse coi pestaggi o se ci si incanta per un contesto così accentuatamente per non dire esageratamente elementare.
MEMORABILE: Il parallelismo fra il protagonista, che ha qualche dote umana e l'antagonista, la cui unica dote è il saper fare calcoli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Digital • 5/02/18 10:20
    Segretario - 2986 interventi
    E' stato recuperato da qualche mese, direttamente telecinemato da pellicola.
    Ultima modifica: 5/02/18 21:14 da Digital
  • Homevideo Digital • 5/03/18 08:35
    Segretario - 2986 interventi
    Stra-mega-slurp!!!
    Ultima modifica: 5/03/18 09:29 da Zender
  • Homevideo Mirrrko • 6/03/18 22:15
    Galoppino - 143 interventi
    Vuoi l'applauso?
    Ultima modifica: 7/03/18 07:29 da Mirrrko
  • Discussione Fauno • 24/04/19 01:06
    Compilatore d’emergenza - 2527 interventi
    Particolarissimo questo film: mi son solo dimenticato di contare i pestaggi,ma sarebbe bello fare anche gli arbitri e contare i colpi,perchè un film italiano in cui per un'ora e mezza ogni occasione è buona per pestarsi non l'avevo proprio mai visto. Lontano dal capolavoro, ma complimenti a chi l'ha telecinemato.