The Jackal

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Jackal
Anno: 1997
Genere: thriller (colore)
Note: Remake di "Il giorno dello sciacallo" (1963).
Numero commenti presenti: 20
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Remake spudoratamente hollywoodiano del GIORNO DELLO SCIACALLO di Zinnemann, salvato fortunatamente da un bel trio d’attori: se Richard Gere riesce a destreggiarsi con disinvoltura in un ruolo cui lo sceneggiatore Chuck Pfarrer ha associato odiosissimi break sentimentali con Mathilda May e Sidney Poitier ricopre con ammirevole serietà professionale il suo abituale ruolo da uomo di legge, è senza dubbio Bruce Willis il vero atout del film. Come prevedibile, d'altra parte, considerando la natura fredda e spietata del suo personaggio. E’ lui lo Sciacallo del titolo, un killer professionista sulla cui esistenza l’FBI non sarebbe nemmeno disposta a scommettere, in principio....Leggi tutto Inafferrabile, perfezionista, impassibile, è la maschera ideale per il monoespressivo Willis, che si diletta in decine di travestimenti diversi per il sollazzo dello spettatore. Sua l'unica scena veramente azzeccata del film, con un Jack Black perfetto come realizzatore di sofisticati marchingegni bellici. Il resto è routine, con una caccia all’inafferrabile condotta dall'FBI (Poitier) assieme a un ex terrorista dell'IRA (Richard Gere) che pare essere uno dei pochissimi al mondo ad aver visto in faccia lo Sciacallo. L'importante è beccarlo, prima che metta in atto l'attentato “eccellente” per cui è stato pagato 70 milioni di dollari dalla mafia russa. Una corsa contro il tempo scandita da dialoghi mediocri ma da una regia che se non altro sa come mantenere alto il ritmo. Così, se si esclude un finale posticcio veramente insopportabile e scontato, si può anche godere della macchina spettacolare mossa da Hollywood. Certo bisogna saper accettare due personaggi femminili incresciosi...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 19/02/07 23:48 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Jackal è un film discreto un pò troppo patinato e hollywoodiano, con un buon ritmo e musiche che tengono alta la suspense. I due bravi attori protagonisti, Richard Gere e Bruce Willis, sono in forma. Soprattutto Bruce Willis è riuscito a calarsi bene nei panni di un killer inafferrabile e senza emozioni. Ottimo anche Sidney Poitier. Terrificante l'arma che Jackal progetta e costruisce per portare a termine la sua missione. Le intuizioni che portano i "buoni" sulle tracce del killer sono poco plausibili.

Stubby 13/03/07 09:43 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Buon ritmo, con alcune scene che rimangono stampate nella memoria (l'arma micidiale, il bacio gay). Soprattutto c'è però un grande Bruce Willis che si cala nei panni di uno spietato killer imprendibile. La storia è piuttosto affascinante, anche se trattasi di remake (non ho termini di paragone perchè non ho visto il giorno dello sciacallo). Poco convincente e incisivo Richard Gere. Forse avrebbero dovuto utilizzare un altro attore per la sua parte. Merita di essere visto almeno una volta.

Red Dragon 30/10/07 22:06 - 125 commenti

I gusti di Red Dragon

Discreto, sicuramente godibile. Buoni il ritmo e l'azione grazie ad una regia capace, oneste le prove degli attori, carente la sceneggiatura. La storia ci sarebbe e funziona pure, ma lo stile "hollywoodiano", nel senso spregiativo del termine, la penalizzano un po' troppo: scene melò del tutto odiose, a tratti dialoghi senza senso e avvenimenti contro logica rendono il plot meno efficace. Peccato perché Willis è semplicemente sublime: faccio il tifo per Jackal ogni volta che lo rivedo. Killer più cool del secolo. Buone anche le musiche.
MEMORABILE: "...credete che sia lui in difficoltà?... E' vero il contrario" "...l'avevo detto che era fuori asse"

Caesars 24/10/07 13:14 - 3034 commenti

I gusti di Caesars

Forse se non si avesse come riferimento l'originale (Il giorno dello sciacallo) si potrebbe anche essere più indulgenti verso questo remake. Purtroppo il confronto è perso nettamente (e non c'era da dubitarne) su tutti i fronti: dove là c'era pura tensione qui c'è pura spetacolarizzazione, dove c'erano attori poco noti ma efficacissimi ci sono attori notissimi ma non troppo funzionali, dove c'era una regia essenziale ma robusta c'è la regia tipica dei blockbuster americani. Un consiglio: chi non conosce il film di Zinnemann cerchi di rimediare.

Galbo 27/10/07 05:49 - 11693 commenti

I gusti di Galbo

Mediocre remake di un bel film di Zinnemann a sua volta tratto da un romanzo di Forsyth. Nonostante il prestigioso cast impiegato (che fa una discreta figura, specie Willis mentra Gere adotta una recitazione troppo convenzionale; buona la prova di S. Poitier), il film risulta privo della stringatezza ed essenzialità dell'originale (che rappresenta una delle migliori trasposizioni letterarie mai realizzate) ed indugia troppo negli effetti facili e nella spettacolarità. Mediocre.

Lovejoy 16/02/08 00:56 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre remake di un celebre film degli anni '70, interpretato allora dal grande Edward Fox. Qui il suo posto è preso da un Willis in grandissimo spolvero e se il film va visto almeno una volta è per poter ammirare il grande attore americano in azione. Qui è il piu in forma di tutti: straccia letteralmente sia la star Gere che Poitier e gli altri. Per il resto, la regia di Jones è fin troppo statica e i personaggi, tranne Jackal, sono delle simpatiche figurine prive di spessore.
MEMORABILE: Gere alla Venora: "Come si chiama ? " Venora: "Kosklova" Gere "E di nome ? " Venora: "Maggiore. "

Redeyes 10/03/08 11:05 - 2268 commenti

I gusti di Redeyes

Film che se guardato escludendo dalla memoria l'originale è gradevole. A mio giudizio si fa un ricorso non esagerato alla patinatura (eccezion fatta per talune scene). La tensione è alta per quasi tutto il film: merito sopratutto di un eccellente Willis. Gere oltre a non dare niente al suo personaggio provoca antipatia, Poitier defilato ma non troppo tiene un po' su il "tifo" per i buoni. Jack Black strepitoso. Finale stiracchiato e non troppo plausibile. Il film merita di esser visto solo per Bruce!
MEMORABILE: La scena con Jack Black ed il -bel cazzo per il culo-!

Straffuori 23/07/08 23:31 - 175 commenti

I gusti di Straffuori

Come rovinare un film più che dignitoso con ritmo e tensione, violenza, scene d'azione e un protagonista (Bruce Willis-giù il cappello) da urlo che offre una prova versatile, multiforme e intercambiabile? Uno dei Richard Gere e Sidney Poitier più imbarazzanti di sempre, una Diane Venora inutile ma soprattutto una Mathilda May assolutamente fuori luogo buona al massimo per qualche film sdolcinato sul flamenco, rendono questo compito facile, facilissimo. Peccato. Mi spiace per Bruce The Jackal Willis.

Cangaceiro 14/10/08 12:04 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Purtroppo non ho visto il film di Zimmermann e non posso fare raffronti. In ogni caso ho buoni ricordi di The Jackal, un discreto thriller ben sceneggiato sulla guerra a distanza tra i due protagonisti, che mal si sposano ma di fatto recitano assieme solo nella resa dei conti finale. L'inespressività di Willis passa in secondo piano eclissata dai suoi variegati travestimenti mentre Gere, smessi i panni del gigolò, dimostra di cavarsela anche in una pellicola più movimentata. Notevole il cameo di Jack Black che fa già intuire le sue qualità.

Ciavazzaro 10/09/09 12:11 - 4771 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Nulla di che. Richard Gere sottotono, molto meglio Bruce Willis, killer spietato. Il film però è poca cosa, tra effetti speciali non troppo convincenti, inseguimenti senza fine e trama che ogni tanto traballa. Abbastanza noiosetto.

Mathilda May HA RECITATO ANCHE IN...

Rambo90 10/04/11 16:53 - 6854 commenti

I gusti di Rambo90

Action thriller ben fatto, non eccezionale ma con un buon ritmo e soprattutto gli attori giusti. Richard Gere è bravo nei panni del classico uomo in cerca di vendetta, Poiter sembra ancora l'ispettore Tibbs e si mantiene bene, Bruce Willis sorprende nel ruolo del killer spietato e calcolatore, divertendo anche con i suoi vari travestimenti. L'azione c'è solo alla fine (ma è buona), i dialoghi non sono originali ma nel complesso mi è piaciuto.
MEMORABILE: L'omicidio di Jack Black.

Mark 17/04/11 01:55 - 264 commenti

I gusti di Mark

Remake in salsa russa del ben più riuscito originale. Il duo Willis-Gere e la loro sfida personale rende assai prevedibile il finale, il che grava non poco sull'economia narrativa della sceneggiatura che, partendo da un'ossatura già sviluppata, avrebbe decisamente potuto avere sviluppi diversi. Il ritmo tuttavia non manca e il film si lascia seguire, anche se è imparagonabile all'originale, vuoi per l'ambientazione che per le caratteristiche stilistiche dell'epoca. Poitier è semplicemente un grande.

Nando 24/04/11 15:09 - 3580 commenti

I gusti di Nando

Action movie convenzionale e poco adrenalinico in cui un abile killer dovrà vedersela con un irlandese assetato di vendetta. Poco incisivo nonostante l'altisonante cast che vede Gere totalmente inappropriato (personalmente non lo reputo adattoai ruoli d'azione) e un Willis monolitico, nonostante la zazzera platinata. Alla fine chi mostra il mestiere è Poitier ma non sembra sufficiente.

Tarabas 21/10/11 23:18 - 1805 commenti

I gusti di Tarabas

Film sorprendente come un congresso del PDL, con personaggi fasulli, il solito killer ammazzasette e invincibile, che trova la sua nemesi nel cattivo-ma non più cattivo-anzi quasi buono che, per inciso, rimorchiava facile nel sottobosco del terrorismo internazionale in gonnella. Girato in modo piuttosto sciatto (la scena dell'agguato nella casa, con gli agenti che "coprono l'angolo" che nemmeno la recluta Clarice Starling), scarsamente interessante, decisamente abbandonabile al suo destino.

Belfagor 3/07/12 00:48 - 2643 commenti

I gusti di Belfagor

Mediocre remake de Il giorno dello sciacallo, mescola azione e politica post-guerra fredda in modo decisamente superficiale - ma senza rinunciare alla pax americana, è ovvio. La tensione si perde spesso per colpa della tipica spettacolarizzazione e il melodramma in pieno stile anni '90, ma si può comunque apprezzare la prova decisamente convincente di Bruce Willis (nonostante l'improbabile chioma platinata) che mette in ombra sia Gere che un Poitier stranamente sottotono.

Furetto60 14/06/13 10:14 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Un bel thriller con cast d’eccellenza tra cui Willis che, a mio avviso, è qui in una delle sue migliori interpretazioni, una maschera facciale che rivela l’assoluta mancanza di emozioni di un assassino cinico, organizzato, manipolatore. Al solito grande Poitier. Il finale può apparire buonista, eppure è una delle parti riuscite meglio e alleggerisce un’atmosfera altrimenti piuttosto cupa.
MEMORABILE: Jackal prova l’efficienza del cannone sul bersaglio umano; La “distrazione” finale di Preston.

Shannon 17/06/13 18:44 - 72 commenti

I gusti di Shannon

La guerra fredda è finita e FBI e KGB danno la caccia allo Sciacallo, inafferrabile sicario ingaggiato dalla mafia russa per compiere un attentato. Il film non sarebbe neanche male se non fosse che il cast non è azzeccatissimo e Richard Gere come ex terrorista dell'IRA è credibile come Manuela Arcuri nei panni di Madame Curie. Da vedere solo per le interpretazioni di un grande Bruce Willis e del bravissimo Jack Black nella parte dell'esagitato realizzatore del supporto per il "mammadrone".

Almicione 10/09/15 02:26 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Film di spionaggio che fa sentire tutti i suoi diciotto anni considerando la cura tecnica con i quali vengono confezionati quelli odierni. Tuttavia qui i problemi sono ben altri: una storia che non intrattiene, così lontana dagli intrighi internazionali nel clima della guerra fredda (a differenza del romanzo) e che vede fronteggiarsi un bravo Willis a cui la parte del cattivo non si addice affatto e l'inabile Gere. Si apprezza qualche scelta (la costruzione di personaggi con un certo passato) e l'ampio cast, ma alla fine non rimane molto.

Piero68 5/09/16 15:50 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

Inusuale ruolo da cattivissimo per Willis che nonostante tutto se la cava egregiamente - grazie anche ai tanti travestimenti - stracciando ai punti il suo diretto rivale Gere. E' tutto qui il racconto di questo remake, che offre poche scene interessanti e un cast, Poitier compreso, assolutamente ininfluente. Storia vaga e ritmo spesso castrato da alcune scelte registiche e, forse, di montaggio. Visto una volta si fa fatica a rivederlo.
MEMORABILE: Ai passaporti: "Cosa è venuto a fare in Canada?" Willis: "Una strage... di trote" (mostrando la canna); Black cavia per il cannoncino di Willis.

Festo! 6/09/18 11:42 - 83 commenti

I gusti di Festo!

Il tema dell'assassino "senza identità", ammettiamolo, è sempre intrigante e anche il cast non era niente male (peraltro Bruce Willis è perfetto, per il ruolo). Tuttavia, se all'inizio la tensione regge, l'eccessiva lunghezza dà vita a numerosi momenti morti e procedendo verso il finale la sceneggiatura diventa sempre più prevedibile. E questo finisce per annoiare. Poco credibile anche il fatto che Richard Gere sia un "quasi ergastolano" che però ha il cuore d'oro, ligio al dovere, ecc:. ad avercene di criminali così! Regia molto scialba.
MEMORABILE: I particolari titoli iniziali; I mille travestimenti di Bruce Willis; Il "test di velocità".

Michael Caton-Jones HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Cangaceiro • 14/10/08 12:06
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Non si creò un grande feeling tra Gere(che inizialmente doveva ricoprire lui il ruolo dello sciacallo)e Willis,tant'è che appena uscito il film i due dichiararono che non avrebbero mai più lavorato assieme...
  • Curiosità Ciavazzaro • 10/07/09 15:33
    Scrivano - 5624 interventi
    A Richard Gere venne offerto il ruolo del cattivo,ma lui rifiuto' chiedendo il ruolo del buono.
  • Curiosità Ciavazzaro • 13/11/09 11:37
    Scrivano - 5624 interventi
    Sean Connery, Liam Neeson, Matthew McConaughey
    rifiutarono il ruolo del protagonista.

    Fonte:Imdb