Sexy beast - L'ultimo colpo della bestia

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/04/09 DAL BENEMERITO ILFIGO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 24/07/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ilfigo 16/04/09 16:25 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

Sulla locandina del film c'è scritto "più pulp di Pulp fiction"; sicuramente si è esagerato, ma credo che si possa tranquillamente dire che questo film è un piccolo gioiello. Mi ha sorpreso per la grande interpretazione degli attori (Winstone su tutti). Glazer non è Tarantino, ma se ne facessero di questi film in Italia...

Puppigallo 16/04/09 17:14 - 4858 commenti

I gusti di Puppigallo

Davvero notevole questa pellicola dove Kingsley dà vita a un personaggio schizoide (si parla e si risponde), ai limiti della caricatura, ma indubbiamente spassoso. Chiunque si ritrovasse in casa un simile individuo, avrebbe sempre la pressione a mille (nel primo faccia a faccia tra lui e il protagonista la tensione è quasi tangibile). Tutti gli attori sono in palla e il regista li dirige decisamente bene. Ci sono poche, piccole cadute (il sogno, la telefonata alla sua donna), sovrastate dai dialoghi (kingsley spadroneggia) e da alcuni, riusciti giochi di telecamera. Da vedere.
MEMORABILE: Un masso rotola in piscina; Kingsley fuma sull'aereo. Un tizio giustamente si lamenta e lui: "Vuoi che ti stacchi una mano e la usi come portacenere?"

Daniela 21/04/09 06:48 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

Il mite Ray Winstone, ex rapinatore auto-pensionatosi, vorrebbe solo rosolarsi al sole nella sua villa in Spagna in compagnia dell'amata moglie ex pornodiva, ma arriva dall'Inghilterra un vecchio compagno bastardo e schizzato che vuol costringerlo a partecipare ad un grosso colpo. Esordio felice nel lungometraggio di un regista già celebrato clippettaro per un film non originale nella sostanza, ma girato con stile e interpretato benissimo. Risultato curioso e piacevole. PS: certo non c'è più religione se Gandhi mena Beowulf...

Rebis 2/07/09 11:32 - 2178 commenti

I gusti di Rebis

Regista da non sottovalutare, Glazer osa inserire chiavi genuinamente surrealiste nei generi che "vecchia mamma Hollywood" ha forgiato e addomesticato con asettica circospezione e chirurgica rimozione del mostruoso; ha una tenuta del ritmo esemplare ed economizza il racconto con salti ed ellissi che oltre a fomentare le tensioni relazionali, innalzano la temperatura generale: il clima è rovente e gravido, colmo di aspettativa - mai delusa. Cast superiore: la molle inerzia di Winstone fa a botte con la determinata stolidezza di Kingsley. Psichedelico. Techno music ad hoc. Consigliato!
MEMORABILE: Il macigno; il racconto di Kingsley; la rapina con... immersione!

Brainiac 11/08/09 08:44 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

La furia citazionista non porta sempre in paradiso. In Sexy beast vediamo personaggi levitare come Lebowski, ascoltiamo brani spiazzanti come la colonna sonora de Le iene, assistiamo all'arrivo dei "duri" come in Snatch. Il tutto condito dai soliti stacchi di montaggio ipercinetici, dagli ennesimi ralenti e dalle solite coincidenze che fanno tanto Pulp fiction Vs America oggi (il masso nella piscina). Ma S. B. non ha il realismo di Tarantino, né la visionareità dei Coen e può al massimo competere nella categoria: "commedia verbosa" alla In Bruges.

Rickblaine 12/09/10 16:09 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Un film davvero notevolte, divertente anche nelle sue situazioni più drammatiche. Ironia al cento per cento accompagnato da un cast eccellente. Il tutto è ben costruito e ogni scena ha la sua chicca speciale. Anche se potrebbe sembrare una copia dei film di tarantino, non lo è. Mancano la affluente volgarità e le pistolettate assordanti.
MEMORABILE: L'inizio con il massimo della vita e il suo rischio; Ben Kingsley scendendo dall'aereo: "Spero che precipitiate".

Enzus79 25/10/10 16:04 - 2285 commenti

I gusti di Enzus79

Ray Winstone è perfetto nel ruolo del killer andato in pensione e Kingsley nel ruolo del killer incazzoso che deve convincerlo a tornare sui suoi passi. Il film è riuscito proprio grazie a questi due personaggi. Divertente in alcuni frammenti, in altri ricorda il miglior Tarantino.

Capannelle 17/12/10 09:53 - 4044 commenti

I gusti di Capannelle

Glazer gioca col pulp e diverte anche, ma nel complesso la cosa non gli riesce particolarmente bene. Fa piacere vedere Kingsley nella parte dell'asshole; l'inizio del film è sfolgorante e le facce dei protagonisti sono tutto un programma. Però più di una volta la regia gira a vuoto e cammin facendo le situazioni tendono a ripetersi senza acquisire sufficiente mordente. Divertente con alcuni momenti di stanca.

Ducaspezzi 28/08/12 05:55 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Godibile commedia nera, che comincia col bizzarro presagio di un macigno abbinato alla scanzonata presentazione della coppia Gal e Deedee: lui ormai bradipico ex-malvivente, voglioso solo di ozio al sole spagnolo, lei ex pornostar amorevole. Ma il macigno, come si diceva, fu sibillino e la pace non durerà. Centrali i dialoghi, salacemente scarnificati, ed anche tesi, soprattutto con l'entrata in scena del Don Logan di Kingsley, memorabile nevrotico. Violenza e pazienza si annusano. Belle e funzionali idee di montaggio narrativo. Coinvolgente.
MEMORABILE: L' esplosione della violenza ferina, frammentata in recenti e ravvicinati flashback.

Paulaster 25/09/13 11:40 - 3603 commenti

I gusti di Paulaster

Sceneggiatura con svolgimento elementare che vive le situazioni sugli sguardi. Si parla a botte e risposta ma succede poco o nulla. Introduzione ritmata di felice ambientazione, sviluppo con Kingsley che regge la parte ma incide a tratti, l’azione criminale ben girata, epilogo che si scioglie al sole. Anche vari buchi narrativi o escamotage per ricollegarsi danno l’impressione che ci si affidi alla regia pur di sopperire alla carenza di idee. Di scarsa durata, poteva essere più articolato e sfruttare meglio l’assolata Spagna.

Ben Kingsley HA RECITATO ANCHE IN...

Kinodrop 22/04/17 17:39 - 2236 commenti

I gusti di Kinodrop

Un ex rapinatore appesantito dagli anni viene raggiunto nel suo "buen retiro" da un indisponente e verbosissimo "collega" per convincerlo a un'ultima definitiva rapina. Soggetto consunto, con l'aggravio di una sceneggiatura inconcludente, senza ritmo e dialoghi lenti come in una soap opera. I personaggi appena abbozzati e restano tali anche quando ci attenderemmo un guizzo e qualche elemento sorpresa. Non male invece la parte relativa (ma siamo alla fine) alla rapina "subacquea" per un finale però da commedia leggera. Nulla aggiunge e nulla toglie.

Il ferrini 28/09/18 23:31 - 1950 commenti

I gusti di Il ferrini

Una noia mortale. Peccato perché le premesse c'erano; ma la regia sbaglia tutti i tempi: 50 minuti di film con Kingsley che chiede al protagonista di fare una rapina - sentendosi rispondere no - paiono francamente troppi e 5 per raccontarla invece pochi. È innegabile che alcuni dialoghi siano brillanti (anche perché di azione non ce n'è), ma per girare Le iene serve Tarantino e qui siamo lontanissimi perfino da Una vita al massimo. Winstone vorrebbe essere una specie di Drugo. Pulp? Ma anche no. Al limite una black comedy e neanche troppo riuscita.

Alex1988 25/11/18 18:16 - 728 commenti

I gusti di Alex1988

Poteva essere un'operazione interessante, almeno sulla carta. Ma, una volta portata sul grande schermo, si rivela un mezzo fiasco. Solo "mezzo" perché a risollevare le sorti della storia c'è Kingsley, assolutamente magnifico. Al "colpo" citato nella versione italiana del titolo assistiamo verso la fine e nemmeno per intero. Non un briciolo di tensione. Insomma, evitabile.

Schramm 16/01/22 19:06 - 2895 commenti

I gusti di Schramm

Un heistagramma inciso da chi ha preso per la collottola la sci-fi scrollandola fino a spezzarle l'osso ioide è a mala pena immaginabile, figurarsi quanto sia ingrato provare a connotarlo. Anche perché l'occhio di gorgo dei corpi filmico e narrativo, sembra essere più un Kingsley caduto in veste di magnete al neodimio sulla terra, sul cinema e sulle derive pulp per possedere e invadere tutto e tutti. Si sommi che Glazer è tra chi reca il destino nel nome: smaltatore. A dire che oltre a fare un 48 di struttura e scrittura, incorona l'estetica a regina di cuori. Un'ovazione è il meno.
MEMORABILE: Kingsley annunciato like a rolling stone in soggettiva; Sbrocco sangriento in piscina; Raccordo trapanatura blindati – percosse.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.