Provaci anche tu, Lionel - Film (1973)

Provaci anche tu, Lionel

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

I richiami al PROVACI ANCORA, SAM di Allen sono evidenti fin dal titolo. Oreste Lionello, che del comico americano è la voce italiana storica, esordisce qui come protagonista assoluto e riprende dal modello di riferimento l'idea dello “spirito guida”: se lì c’era Humphrey Bogart qui ne troviamo la controparte casereccia, quell’Ubaldo Lay che stregò molti in TV nei panni del Tenente Sheridan. Lay non è però una proiezione dell'immaginazione del protagonista quanto più semplicemente un vicino di casa che di tanto in tanto va a trovare il detective Lionel Lionelli, investigatore privato, intrattenendosi con...Leggi tutto lui ed elargendogli pillole di saggezza. Lionelli è alle prese con un caso scottante: la femme (poco) fatale di turno deve assolutamente ritrovare gli slip rossi che il marito (Nino Terzo) pretende che lei indossi nell'intimità. Sa dove li ha perduti, sa chi li ha ma ovviamente la caccia non sarà semplice. Lionello come attore (conciato talvolta quasi stesse anticipando Nico Giraldi, gira su una dune-buggy rosso fiammante) non è nemmeno male, come comico avrebbe anche dei numeri, ma sono proprio sceneggiatura e regia a difettare, perché quando le idee ci sono (vedi il distributore di benzina “self service” in cui cinque diversi addetti ti dicono come procedere) si ride pure. Il problema è ad esempio che tutta la seconda parte è d'azione e la povertà del budget risalta impietosamente. Due o tre buoni sketch, in definitiva, nient'altro.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/04/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/01/10
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mascherato 29/04/08 00:14 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Le parodie possono essere testuali o paratestuali. Questo film si colloca a metà strada. Perché se è vero che la vicenda non ricalca quella di Provaci ancora Sam (un investigatore cerca degli slip rossi!), lo è anche il fatto che il protagonista ha come guida lo Sheridan che di Bogart (immaginario mentore nel film di Herbert Ross) era un po' il sosia (come Lionello lo è di Allen, che, tra l'altro doppia). A dire il vero, poi, la faccenda dell'intimo compromettente c'era in Che fai, rubi?, spy movie nipponico ridoppiato da Allen.

B. Legnani 30/04/08 18:51 - 5323 commenti

I gusti di B. Legnani

Da culto la presenza (con capelli tinti) di Ubaldo Lay, ma forse il confronto con Allen (che in Sam vedeva Bogart) poteva essere condotto più fittamente. Da segnalare la cospicua parte della Mancini (lavora al bowling), Orchidea in hot pants, le presenze di Mingozzi e di Terzo, e quella, incredibile, di Gora. C'è anche Giacomo Furia. Qua e là si sorride, qua e là si sopporta.

Undying 30/05/08 15:50 - 3812 commenti

I gusti di Undying

Talmente assurdo da assurgere al rango di imperdibile: Lionel Lionelli (interpretato da Oreste Lionello!) è un investigatore alla ricerca d'un paio di slip (sic!) persi in circostanze compromettenti. Bianchi Montero sembra essere ispirato da Woody Allen, per il cui ruolo ingaggia il doppiatore storico e lo induce a recitare in forma di mimèsi, tanto che l'ombra di Woody percorre il film intero, a partire da un titolo che ricorda, non a caso, Provaci ancora, Sam. Di memorabile, alla visione, la De Santis in pantaloncini. A suo modo una genialata...

Iochisono 1/06/08 00:16 - 133 commenti

I gusti di Iochisono

Uno si aspetterebbe che un simile progetto sia nato e arrivato a compimento per via di una convinzione: quella che Lionello valesse un Woody Allen. Invece guardi il film e sembra proprio che non ci creda nessuno, a cominciare da Lionello stesso, che sciorina gag prive quasi sempre di spunti reali ma più evidentemente improvvisati o affidati a una vaga speranza di trasformarsi in oro per una qualche magia cinematografica, al momento dell'edizione finale. Ovviamente ciò non si verifica, tanto più se si sceglie Bianchi Montero alla regia.

Renato 21/02/09 16:16 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Purtroppo aveva ragione Marco Giusti scrivendo "meno divertente di quanto potete immaginare"; infatti si tratta di un film girato evidentemente al risparmio, soprattutto di idee (gag allungate, eterni inseguimenti). Peccato perché Lionello è bravo ed oltre alla voce, per impersonare Woody Allen avrebbe pure il physique du role. Ma come dicevo la realizzazione del film sa troppo di tirato via, e per essere onesti non si ride davvero mai.

Dusso 4/03/14 17:33 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Meglio di quel che pensavo. Operazione molto straniante e simpatica (Lionello era il doppiatore di Woody Allen) e devo dire che alcune battute fanno molto ridere; altre chiaramente son da dimenticare, ma nel complesso è nel suo piccolo un cult. Grandissima la presenza di Ubaldo Lay (che interpreta se stesso), il quale spesso risponde a Lionello "ho l'esclusiva con la televisione". Tra i tanti non accreditati la Pellegrini, Monteduro e Salvatore Baccaro in un'improvvisa apparizione.
MEMORABILE: I vari poster degli investigatori televisivi anni 60 in casa di Lionello; L'interrogatorio di Gora a Lionello nel night.

Oblomoff 4/03/20 21:44 - 43 commenti

I gusti di Oblomoff

Esplicitamente alleniano dal titolo fino al protagonista (doppiatore e sosia dell’attore e regista di New York), delude, prevedibilmente, le aspettative generate da cotanto modello. Peccato perché Lionello - che interpreta Lionel, uno strampalato investigatore - avrebbe avuto la vis comica e il physique du rôle per essere la perfetta reincarnazione italiana di Woody. Tra le battute elargite a piene mani solo una parte va a segno. Da segnalare il "meta-ruolo" di Ubaldo Lay/Tenente Sheridan.
MEMORABILE: Il surreale rifornimento alla stazione di servizio "self-service".

Ronax 6/03/20 02:18 - 1116 commenti

I gusti di Ronax

L'idea poteva essere divertente, peccato che il film lo sia molto meno. Colpa di una sceneggiatura asfittica e ripetitiva, di una regia incolore e dei mezzi ridotti all'osso. Lionello, storica voce italiana di Woody Allen, si cala bene nel personaggio, mimandone vezzi e tic, ma è costretto dal copione a sfoderare a raffica battutine risibili che non fanno mai ridere. Notevoli comunque alcune presenze collaterali: Ubaldo Lay nei panni del tenente Sheridan che dà una mano al protagonista e la divina Orchidea che sfoggia degli hot pants da urlo.
MEMORABILE: Ubaldo Lay che cede il suo impermeabile a Lionello.

Deepred89 21/07/20 15:03 - 3550 commenti

I gusti di Deepred89

Sfortunata promozione al ruolo di protagonista di Lionello, volto interessante e voce formidabile che soccombe di fronte a una sceneggiatura che arranca tra battute scadenti, inutili intermezzi discotecari e ancora più inutili parentesi motociclistiche alla Altrimenti ci arrabbiamo. Bianchi Montero, prolifico regista exploitaiton, è quanto di più lontano esista dal genere comico: immagini esteticamente piacevoli ma mai funzionali all´umorismo, ritmi totalmente sballati, totale incapacità di sfruttare il potenziale del protagonista.

Motorship 15/07/21 17:45 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Niente male questa parodia del celebre Provaci ancora, Sam diretta da Bianchi Montero e interpretata da un divertentissimo e simpaticissimo Oreste Lionello. Gag surreali a ripetizione e la presenza di un grandissimo Ubaldo Lay (nei consueti panni del Tenente Sheridan) come guida fanno sì che il film si lasci seguire con ilarità e spensieratezza per tutta la sua durata. Tra gli altri interpreti si segnalano Giacomo Furia, Claudio Gora e Nino Terzo.
MEMORABILE: La gag della stazione di servizio.

Roberto Bianchi Montero HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Cangaceiro • 19/02/09 11:38
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Sfrutto la discussione generale di questo film perchè presenta l'ultima comparsata cinematografica del caro "Orestino" Lionello,che si è spento la scorsa notte all'età di 81 anni.
    Ci lascia dunque un ottimo artista di cinema e tv,attivo anche nel doppiaggio,indissolubilmente legato al gruppo del Bagaglino.
  • Discussione Gugly • 19/02/09 13:49
    Portaborse - 4666 interventi
    l'ho saputo adesso.

    Ci mancherà.
  • Discussione Caesars • 19/02/09 14:01
    Scrivano - 16345 interventi
    Leggo solo ora la notizia. E' vero che in Italia mancherà buona parte di Woody Allen attore, senza più la mitica voce di Lionello che sicuramente contribuì al successo dei suoi primi film.
  • Discussione Ciavazzaro • 19/02/09 14:16
    Scrivano - 5613 interventi
    Notizia tremenda....
    Molto dispiaciuto.
    Un grande attore e un grande doppiatore,indimenticabile R.I.P.
  • Discussione Don Masino • 19/02/09 14:32
    Galoppino - 281 interventi
    Nooo, non ci posso credere! Son d'accordo con Zender: adesso Woody chi lo fa? Non sarà più lo stesso. E' impossibile non associare Woody a quella voce!!! Lionello comunque seppe comunque essere uomo spiritoso e caratterista di rango direi.
  • Discussione 124c • 19/02/09 15:20
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Renato ebbe a dire:
    Considerate anche che aveva 81 anni ed era malato da tempo, purtroppo; non è quel che si dice un fulmine a ciel sereno, insomma.
    Spero che qualcuno di più inizi a vedere i film di Woody Allen in lingua originale, al di là dell'ottima voce di Lionello, dato che spesso gli adattamenti dei suoi film si prendevano parecchie libertà.


    Mi rammento le libertà che Lionello si prendeva doppiando "Mork & Mindy", perchè metteva in bocca a Robin Williams battute assurde, come quelle su Mike Bongiorno.
  • Discussione Geppo • 19/02/09 15:55
    Call center Davinotti - 4237 interventi
    Che triste notizia...
    Ciao Oreste... ci mancherai anche nel "Bagaglino"!
  • Discussione Dusso • 4/03/14 16:16
    Archivista in seconda - 1697 interventi
    Strano che nessuno si sia mai accorto o segnalato la cosa sui forum specializzati(che io sappia) sul fatto che siano riconoscibilissimi e non accreditati due non proprio sconosciuti come Enzo Monteduro e Ines Pellegrini


    Ultima modifica: 12/06/16 08:01 da Zender
  • Discussione Dusso • 4/03/14 17:47
    Archivista in seconda - 1697 interventi
    Anzi a dir la verità su un numero di Cine 70 è segnalata la partecipazione di Monteduro nel film
    Ultima modifica: 4/03/14 17:48 da Dusso
  • Discussione Caesars • 6/03/20 13:37
    Scrivano - 16345 interventi
    Secondo quanto riporta il visto di censura presente su Italia Taglia, per ottenere il nulla osta alla visione senza limiti di età la produzione eliminò una battuta in cui si diceva "slip erotici".
    Sembra di parlare di milioni di anni fa...