Operazione Avalanche

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Operation Avalanche
Anno: 2016
Genere: thriller (colore)
Numero commenti presenti: 4
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dietro il nome in codice Avalanche si nasconde il complotto dei complotti: l'operazione segreta legata al filmato altamente professionale realizzato per simulare la conquista della Luna da parte dell'Apollo 11 che sancì il successo degli americani impegnati in una serrata guerra fredda con la Russia. Un'operazione nata quasi per caso, ci suggerisce questo ingegnoso mockumentary canadese, per merito di due giovani filmakers inizialmente assunti per scoprire l'identità di una misteriosa talpa russa infiltratasi alla NASA. Fingendosi documentaristi Matt (Johnson) e Owen (Williams) indagano, ma facendolo ascoltano casualmente un'intercettazione in cui fonti interne affermano di non essere in grado, per il 1969, di sbarcare sulla Luna; potranno...Leggi tutto al massimo orbitarvi intorno. Un fallimento e una disfatta, per l'ente spaziale statunitense e l'America tutta. Ma guardando un celebre film di Méliès in tema Matt ha il colpo di genio: perché dover realmente scendere sulla Luna se l'obiettivo è solo quello di far credere di averlo fatto? E qui comincia l'avventura, con un viaggio in Inghilterra agli Shepperton Studies per analizzare i set fantascientifici di Kubrick in un vorticoso gioco di rimandi tra realtà e fiction (suggerito anche dalla gran quantità di locandine appese sui muri, tra le quali pure quella del nostro 8 e ½). Eppure, al di là delle apparenze, il materiale sul quale il film opera non è poi tanto. Agli autori interessa di più lavorare sulla straordinaria compenetrazione tra materiale d'archivio vero e falso, sul quale innestare i filmati relativi ai due protagonisti, che sembrano realmente muoversi nel 1969. Un mockumentary moderno in cui la barriera tra finzione e realtà viene abbattuta attraverso l'uso di tecniche diverse, filtri ed espedienti di invecchiamento artificiale della pellicola che hanno dello stupefacente. Le riprese quasi sempre in soggettiva accompagnate dall'uso inevitabile della camera a mano danno movimento, ma non sempre la regia le supporta con la necessaria maturità. Spesso si genera un caos che stordisce; fin dall'inizio - quando si passa da Kennedy a una veloce e confusa spiegazione delle operazioni diverse a cui i due protagonisti hanno precedentemente lavorato - il coinvolgimento è faticoso; e lo sarà per tutto il film, più geniale che riuscito, per quanto sfizioso. Non che manchino i momenti d'effetto (in gran parte relativi alla preparazione del filmato dell'allunaggio o magari alle soluzioni escogitate dai protagonisti per truccare le fotografie relative allo stesso), ma quando invece si passa alle cospirazioni che nascono alle spalle di quella principale e che conducono a un finale action debole quanto anonimo, l'assenza di un regista "vero" si avverte. Come la si sente nella prima parte, quando per entrare nel vivo si impiega troppo tempo passando per tediose indagini sulla talpa che con l'argomento principe del film nulla c'entrano. Ovvio ricorso a hit d'epoca (i Creedence Clearwater Revival su tutti), buona attenzione alla ricostruzione storica e ai costumi per un film bello senz'anima, forse anche per colpa di un cast sommariamente modesto che non riesce a creare la giusta empatia.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/02/17 DAL BENEMERITO POPPO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 7/05/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Poppo 6/02/17 13:41 - 7 commenti

I gusti di Poppo

Thriller, fiction o docu-fiction, found footage film, b/n e colore, vari formati, per l'ottimo e scorrevole lavoro del canadese Matt Johnson sulla missione Apollo 11. La storia è nota: sono andati sulla Luna nel 1969 o no? Di grande effetto le riprese storiche con Kubrick sul set di 2001 inserite ad arte nel girato originale di oggi. Epilogo drammatico, enigmatico. Non è cospirazionismo: alla fine lo spettatore rimane veramente turbato. Ecco come il cinema fa il suo dovere.

Daniela 14/02/17 08:32 - 9502 commenti

I gusti di Daniela

Durante i preparativi per la partenza dell'Apollo 11, quattro giovani agenti della CIA vengono infiltrati nella NASA per scoprire una talpa ma ben presto la loro missione cambia oggetto: girare un falso allunaggio, nella previsione che quello vero non possa essere portato a termine nei tempi previsti. Variante di una delle più note teorie complottistiche, narrata nella forma di fake-doc, il che, se conferisce una certa immediatezza, ne compromette però la tenuta sulla distanza e rende troppo confusi o forzati certi passaggi nella seconda parte. Volenteroso, ma poco altro.
MEMORABILE: Gli inserti in cui compare Kubrick

Dusso 21/04/17 06:58 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Girato con lo stile delle telecamere dell'epoca, è un'altra variazione sulla tesi del complotto lunare (ottima la trovata di andare sul set del film di Kubrick). Non è di certo un capolavoro e ad esempio le scene all'interno della Nasa sono poco credibili per come "i ragazzi" si aggirino con troppi permessi e libertà, benché utilizzino la scusa di girare un documentario. Guadagna molti punti con l'ultima parte cospirativa ai loro danni.

Capannelle 7/10/17 00:20 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Film sul falso sbarco sulla Luna che ha il pregio di non prendersi inizialmente troppo sul serio con una prima parte spassosa e ritmata. Johnson si cala perfettamente nel suo invasato personaggio e la ricostruzione d'epoca merita. Poi, al momento di quagliare, il film rallenta e si avvita su se stesso come se fossimo su di un razzo senza propellente o se stessimo cercando di capire chi sta dietro al Nuovo Ordine Mondiale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Poppo • 6/02/17 20:32
    Galoppino - 422 interventi
    Disponibile in dvd (fonte amazon italia) dal 15 febbraio 2017.

    Presentato al film festival di Torino (nov 2016).
    Ultima modifica: 6/02/17 22:10 da Poppo
  • Discussione Piero68 • 9/10/17 14:47
    Contatti col mondo - 234 interventi
    Solo una piccola curiosità! Anzi.... un interrogativo!

    Perchè titolare il film con lo stesso nome in codice utilizzato per lo sbarco alleato a Salerno nel settembre del 1943??
  • Discussione Zender • 9/10/17 15:07
    Consigliere - 43594 interventi
    Non saprei, il film non l'ho visto ma potrebbe essere una semplice coincidenza. Avalanche vuole semplicemente dire valanga in inglese e riflette quindi una sorta di effetto a catena inarrestabile, immagino, o qualcosa di simile.
  • Discussione Capannelle • 9/10/17 16:42
    Scrivano - 2506 interventi
    Ottima domanda, sai che il perchè del titolo non l'ho mica afferrato durante la visione?
    O ero rapito dalla pazzia di Matt Johnson o.. poltrivo (accade).
    Del resto la trama è più grottesca che thriller.