La zampa di scimmia

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/04/16 DAL BENEMERITO MCO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mco 11/04/16 19:13 - 2135 commenti

I gusti di Mco

Vatti a fidare degli amici... Un ragazzotto alle prese con problemi sentimentali si imbatte in una "mano" di scimmia tramite un ex collega, che gliela regala. Invece di esaudire desideri lo precipiterà in un incubo. La storia è vecchia più di un secolo (WW Jacobs, 1902) ma ha sempre il suo fascino, anche ricodificata a slasher moderno. Effettacci e colpi bassi si susseguono veloci tra letture di mano e senso di morte imperante. Nulla di che ma, nel suo complesso, un prodotto di serie minore dignitoso.
MEMORABILE: La testa nella pressa.

Pumpkh75 26/09/17 15:18 - 1297 commenti

I gusti di Pumpkh75

Il classico horror di mezzo che durante la visione non maledici ma che la memoria resetta già un paio di ore dopo: tutto abbastanza nella norma, dallo splatter profuso (ma la testa nella pialla è un acuto) alla recitazione sufficiente, dalla storia già raccontata all’aspetto cereo ma anche un pò patinato. Stephen Lang: perfetto quando sembra un convincente co-protagonista, quasi un intruso quando si trasforma in zombizzata macchina da slasher. A conti fatti, dello stesso Simmons è preferibile Husk.

Taxius 15/06/19 12:10 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Mai accettare regali da chi, per colpa tua, ha perso il lavoro; soprattutto se questi doni appartengono al mondo del voodoo. La storia è quella del feticcio voodoo che esaudisce i desideri di chi lo possiede (anche se non proprio alla lettera). Trattasi di un film poco originale ma comunque dignitoso e piacevole. Stephen Lang come cattivo di turno funziona bene e il suo è sicuramente il personaggio migliore del film. Mediocre, ma si può vedere.

Anthonyvm 11/06/19 22:20 - 1774 commenti

I gusti di Anthonyvm

Rivisitazione poco originale del classico racconto alla base di molti horror ben più riusciti (La morte dietro la porta, Cimitero vivente, tanto per citarne un paio). La morale è la solita: "attento a ciò che desideri", dato che le conseguenze spesso non sono piacevoli. Per arrivare a 90 minuti si opta per l'inserimento di personaggi inutili che incrementino il bodycount. L'unica nota interessante è la presenza come villain del man in the dark Stephen Lang. Non ci si annoia troppo, ma il tutto risulta ripetitivo e banale. Se in TV non c'è altro.
MEMORABILE: Stephen Lang in versione zombi, che riesce a inquietare anche nei contesti più scontati.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 12/04/16 07:17
    Consigliere - 43509 interventi
    Dice Mco:

    Passato per la prima volta in tv, in chiaro, la notte tra il 31 marzo e il primo aprile 2016 (su Italia 1).