LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Di un remake del classicissimo NIGHT OF THE LIVING DEAD non se ne sentiva davvero la necessità. Eppure, dal momento che lo stesso George Romero l’ha prodotto (assieme al celebre Menahem Globus) e ne ha curato la sceneggiatura, evidentemente un motivo c'era. E infatti: girava una versione mal colorizzata del suo capolavoro e rifarlo modernizzandolo sembrava una buona idea per annullare l'eventuale ricerca della copia a colori. Chiamato a dirigere Tom Savini (autore degli effetti speciali di mille horror tra cui, appunto, ZOMBI) si pensava che il punto forte del remake sarebbe stato il...Leggi tutto sangue, e invece sorpresa: lo splatter è limitatissimo (ridicolmente assente, rispetto all'originale di oltre vent'anni prima). Ma allora il vero motivo che giustifica questo remake qual è, visto che sono stati banalizzati e resi quasi imbevibili i dialoghi, che la critica socio-politica grazie alla quale NIGHT OF THE LIVING DEAD entusiasmò gli intellettuali dell'epoca non ha più alcun senso, che Salvini non può avere la stessa classe registica di Romero, che il colore (“questo” colore, abbinato a una fotografia scialba) non dice quasi nulla, che il cast (a cominciare dal nero e prepotente Tony Todd per finire alla bella ma invadente Patricia Tallman) è debole e in alcuni casi antipatico? Qual è il significato di un'operazione tanto inutile quanto superficiale? Persino il finale, così bello perché inatteso nell'originale, è stato stravolto per lasciar spazio a sentimenti di vendetta fuori luogo. Savini ricalca il soggetto di Romero, ma in maniera così asettica e fredda da infastidire. Dire che questo remake è ripetitivo è dir poco; e poi non c'è poesia, manca la giusta atmosfera...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 20/02/07 10:32 - 3085 commenti

I gusti di Caesars

Quando ancora il remake non era una moda diffusa come al giorno d'oggi Savini (fedele collaboratore di Romero) fece un remake a colori del grande film del maestro di Pittsburgh. Il risultato, ovviamente, non riesce a reggere il confronto con l'originale ma non è neanche così deprecabile come molta critica l'ha etichettato. C'è un tentativo di modernizzare alcuni personaggi (in primis la ragazza che nel primo film era totalmente passiva, al contrario di qui) e il finale viene stravolto. Vedibile.

Undying 1/05/07 01:35 - 3819 commenti

I gusti di Undying

Il mago degli effetti speciali riprende la sceneggiatura originale, ritoccata (poco) da John A. Russo e dallo stesso Romero. Stranamente Savini, invece di prediligere gli effetti splatter, opta per un'atmosfera psicologica decisamente malsana, resa ancora più macabra da effetti di make-up derivati dalla riproduzione di zombi ispirati a veri cadaveri deceduti per malattie terminali. Il risultato finale è ambiguo: da una parte il ribrezzo è garantito, dall'altra la storia è risaputa. Cromatico.

Puppigallo 31/03/08 09:50 - 4715 commenti

I gusti di Puppigallo

Un remake del quale non si sentiva proprio il bisogno. In questo caso infatti, è come voler far ridipingere la Gioconda a un madonnaro (sfugge il perchè). E’ tutto più banale, grossolano (i dialoghi), pur seguendo abbastanza la sceneggiatura dell’originale (soprattutto nel primo tempo). Qui però manca la vera tensione; e non bastano zombi ben realizzati a risollevare la situazione. Attori appena passabili, anche se la costante Rambizzazione della protagonista non convince di certo. Si può vedere, ma non trasmette quasi nulla.
MEMORABILE: L'inizio, con la fuga e la sorpresa nella casa (braccio e zombi dal primo piano); Il finale (un po’ diverso dall’originale e con un piccolo guizzo).

Herrkinski 1/07/08 23:28 - 6161 commenti

I gusti di Herrkinski

Non così male. Savini se la cava in cabina di regia e gli effetti speciali (su tutti i curatissimi make-up degli zombi) sono eccellenti. Abbastanza fedele all'originale, con alcune piccole ma significative varianti. L'atmosfera è abbastanza terrificante e macabra e il ritmo è più sostenuto dell'originale. Un remake non indispensabile, ma senza dubbio riuscito e veramente gradevole, interpretato con convinzione da una manciata di buoni attori. Belli i titoli di testa, minimali ma atmosferici.

Cotola 27/08/10 02:14 - 8109 commenti

I gusti di Cotola

E' vedendo pellicole come queste che ci si chiede il motivo di fare il remake di grandi film. Eppure l'esperto in fx truculenti Tom Savini ha commesso il sacrilegio. Impossibile non pensare all'originale: tanto riuscito, teso (nel ritmo) provocatorio e politicamente scorretto era quello, tanto anonimo e stupido è questo, così come stupidissimi sono i suoi protagonisti che fanno venir voglia di "tifare" per i morti viventi che sembrano molto più "svegli" di loro. Fuori tempo massimo ma qualcosa qua e là si salva.
MEMORABILE: Un ragazzo spara al lucchetto di una pompa di benzina. Che conseguenza potrà avere tale gesto? Chissà...

Galbo 30/08/10 21:38 - 11727 commenti

I gusti di Galbo

Benchè realizzato con l'avallo (e l'importante collaborazione artistica) del regista del film originale, questo remake dell'opera di George Romero non centra il bersaglio. La vicenda è la medesima e la realizzazione piuttosto curata. Manca tuttavia (è questo il grosso limite) l'"anima" del film, cioè la tensione e il senso claustrofobico della vicenda, mancanze che rendono il film quantomai anonimo.

Gestarsh99 29/01/11 17:25 - 1391 commenti

I gusti di Gestarsh99

Discreto remake di un'opera fondamentale nella storia del cinema horror e non, diretto per l'occasione dal leggendario effettista romeriano Savini. Avendo a disposizione un cast nel quale figurano nientedimeno che il Tony Todd futuro Candyman ed il molliccio Towles (spregevole quasi quanto in Henry pioggia di sangue), il giovane Tom si affida ad una eroina di androgina asciuttezza, memore della Cardille de Il giorno degli zombi. Il film non delude ma lesina in oltraggio sanguinolento, preannunciando il periodo di austerity gore del decennio novantiano.
MEMORABILE: Il beffardo benservito finale riservato allo squallido Tom Towles.

Luchi78 19/08/11 10:25 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Deludente a dir poco. Pessima recitazione da parte di tutto il cast, eccetto Tony Todd che prova a metterci un po' di grinta in più. Inguardabili le scene in cui si scontrano gli umani con gli zombie: un incontro di wrestling sembra più veritiero. La regia di Savini è scialba e la sceneggiatura, come ovvio, non offre nesun colpo di scena. In finale, ma perché questo remake? Da evitare.

Markus 21/02/12 21:02 - 3449 commenti

I gusti di Markus

Remake assolutamente inutile e di scarso successo malgrado sia stato diretto dal mago del trucco Tom Savini e prodotto da chi diresse l'originale, ovverosia George A. Romero. Un film scialbo perché è mero rifacimento di un capolavoro che doveva rimanere intonso e che invece è stato offeso e da mani inaspettate. Detto ciò, la pellicola è nel frattempo invecchiata e ha perso anche la chance del film zombesco moderno ma che attinge al passato. Un errore fortunatamente dimenticato dai più.

Buiomega71 18/05/14 20:02 - 2496 commenti

I gusti di Buiomega71

Odoroso di putridume e olezzante di decomposizione. Se i morti tornassero sarebbero davvero così. Lo zio Tom, oltre che gran make-up man, si conferma regista straordinario e batte sul campo lo zio George. Un vero e proprio gioiello dei morti che camminano sulla terra, dove le notti romeriane si tingono di colore, un colore mortifero, apocalittico, marciscente e incubotico. Altro colpo di genio saviniano risvegliare la catatonica Barbara romeriana in una "guerrigliera" che anticipa la Linda Hamilton di T2. L'apoteosi dello zombi movie in tempi non sospetti.
MEMORABILE: Tutto lo straordinario incipit dal cimitero in poi, fino allo zombi preso sotto in auto; Barbara a tu per tu con Harry nel geniale twist finale.

Tom Towles HA RECITATO ANCHE IN...

Edecubo 25/08/14 16:53 - 48 commenti

I gusti di Edecubo

Non mi è dispiaciuto. Ovviamente preferisco l'originale, ma la potenza visiva e le sensazioni sono buone. Pretendevo di più dagli attori invece, che a volte non sono all'altezza. Consiglio la visione prima o dopo l'originale (l'effetto non cambia). Da vedere se vi siete stancati del bianco e nero...

Ciavazzaro 2/09/16 00:18 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Molto debole. Il remake del capolavoro risulta essere una grande delusione. Da segnalare in primis una totale mancanza di tensione, data da uno svolgersi degli eventi troppo frettoloso e immediato. Cast discreto (da segnalare Todd e lo spregevole Tom Towles), unica nota positiva il personaggio femminile che finalmente diventa forte. Finale discutibile, musiche bruttarelle, quasi totale mancanza di splatter, nonostante Savini alla regia. Da dimenticare.
MEMORABILE: La porta della cantina si apre e...

Jena 22/09/16 17:34 - 1352 commenti

I gusti di Jena

Questo remake sul crepuscolo degli Eighties del capolavoro romeriano del 1968, con la benedizione dello stesso Romero, non è affatto male. Certo, è quasi la riproposizione pari pari a colori dell'originale, certo ne perde la forza dirompente e paradossalmente lesina sugli effettacci pur avendo Savini in cabina di regia. Eppure per una qualche magia il film funziona, forse tenuto su dalla grande forza della sceneggiatura romeriana. Molto bene Tony Todd (che si farà un nome nel genere), la Tallman e Tom Towles. Regia efficace.
MEMORABILE: L'inizio al cimitero; La bambina zombi; Il finale con le foto sgranate.

Minitina80 7/07/17 09:31 - 2644 commenti

I gusti di Minitina80

Un remake reverenziale che lascia intatta la storia arrivando a scegliere attori che fisiognomicamente ricordino i predecessori e ricalcando alcune battute fino alla virgola. Muta leggermente l’anima, che è però sempre sordida e avvolta in un opprimente fetore di morte. È tremendamente ansiogeno e sembra che tutto possa collassare da un momento all’altro. Non è un inutile spettacolo di sangue e nell’ultima parte c’è spazio per una critica sociologica che si avvicina molto alla poetica di Romero. Semplicemente perfetto il make-up dei morti viventi.
MEMORABILE: La scena finale con gli zombi appesi all'albero.

Anthonyvm 13/05/18 22:59 - 3251 commenti

I gusti di Anthonyvm

Buon remake che riesce a riproporre con una ventata di modernità i temi alla base del capolavoro romeriano, con un paio di importanti modifiche: Barbara non è più catatonica e diventa invece un'agguerrita eroina, il finale è diverso, meno efficace, ma più soddisfacente. Ci sono ancora la critica sociale e i contrasti fra i superstiti, manca però un elemento che avrebbe fatto la differenza: il gore. Tom Savini alla regia poteva significare sangue ed effetti speciali in gran quantità, che mancano. Peccato, il film sarebbe stato più godibile.

Pumpkh75 25/11/19 14:12 - 1457 commenti

I gusti di Pumpkh75

Romero riscrive la propria tesi di laurea e Savini la illustra con i colori a tempera. Le obiezioni sono quindi ovvie (l’effetto novità è nullo e si indovina scena per scena quel che avverrà) ma va ammesso che il film è comunque solido e focalizzato, suscitando inoltre l’intuibile goduria nel rivedere finalmente degli zombi lenti, stupidi e istintivi e non le odierne creature che corrono come velocisti in forza e azzannano come piranha. Finale di grande impatto, apparentemente profetico ma in fondo solo rassegnato. Da riscoprire.

Siska80 17/08/20 12:44 - 1710 commenti

I gusti di Siska80

Bel remake dal ritmo serrato diretto da Tom Savini, il quale apporta differenze piuttosto evidenti: il personaggio di Barbara da coniglietto si trasforma in tigre; non si contano gli scontri tra Ben e quel troglodita di Cooper (che tocca sopportare più a lungo del previsto); il finale assume un significato completamente diverso dall'originale (lo sparo catartico da standing ovation fa guadagnare da solo mezzo pallino in più al film). Niente male nemmeno il cast (Todd in particolare) e le musiche.
MEMORABILE: La pompa di benzina.

Rebis 24/10/21 22:29 - 2158 commenti

I gusti di Rebis

Certo è che al cospetto dell'originale, soprattutto se visto di seguito, ci fa una magra figura. Ma nell'odierno e prolifico filone zombesco si difende piuttosto bene. Romero riscrive e produce con la solita lungimiranza, riscattando il personaggio femminile e scegliendo di riservare il finale shock al solo capostipite per dare spazio a un più appagante (e moderno) senso di rivalsa. Savini è un regista pragmatico e funzionale: dirige con gran senso del ritmo e magnifica il bellissimo make up degli zombi. Peccato per lo splatter esiguo, segno che gli anemici anni '90 incombono.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ruber • 3/11/15 01:00
    Contratto a progetto - 9086 interventi
    Non capisco alcuni voti bassi dati a questo bel remake (il prmo) del film di Romero.

    Lo visto due volte è per certi versi e in alcuni momenti può giocarsela tranquillamente alla pari con l'originale del '68. Ce ne fossero di remake fatti cosi, molti fanno rabbrividire nel vero senso della parola.
  • Discussione Buiomega71 • 3/11/15 01:03
    Pianificazione e progetti - 23327 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Non capisco alcuni voti bassi dati a questo bel remake (il prmo) del film di Romero.

    Lo visto due volte è per certi versi e in alcuni momenti può giocarsela tranquillamente alla pari con l'originale del '68. Ce ne fossero di remake fatti cosi, molti fanno rabbrividire nel vero senso della parola.


    Per il sottoscritto (come ho già scritto) sono migliori le notti saviniane (forse perchè ho visto prima il remake dell'originale)

    Ma lo amo di più...Forse il miglior film sui "defunti che camminano" al di fuori di quelli romeriani... (O'Bannon escluso)
    Ultima modifica: 3/11/15 09:34 da Buiomega71
  • Discussione Caesars • 3/11/15 15:14
    Scrivano - 14083 interventi
    Anche io ho sempre trovato il remake di Savini molto buono, pur preferendogli l'originale.
  • Curiosità Buiomega71 • 3/07/16 10:32
    Pianificazione e progetti - 23327 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flano cinematografico di La notte dei morti viventi:

  • Curiosità Siska80 • 19/08/20 12:49
    Archivista in seconda - 469 interventi

    Intorno al minuto trentanove si può vedere una donna zombi camminare in lontananza. Costei, attratta dai colpi degli umani che cercano di sbarrare le finestre, si avvia barcollando verso la casa. Si tratta in realtà della proprietaria, la quale chiese di partecipare ad una scena del film prima di dare in prestito alla troupe la propria abitazione.

    Fonte: Imdb
  • Homevideo Rebis • 25/10/21 12:23
    Contatti col mondo - 4325 interventi
    C'è l'ottimo dvd Sony che contiene un making of di 24 minuti nel quale è possibile vedere alcune delle scene gore che la MPA ha imposto di tagliare per abbassare il rating. Savini comunque si ritiene soddisfatto della versione definitiva, meno esplicita nella rappresentazione della violenza. Interessante anche il commento audio del regista, interamente sottotitolato. Audio multilingue e multisub che permette di evitare l'osceno doppiaggio italiano.