Il fantasma di Londra

Media utenti
Titolo originale: Der Monch mit der Peitsche
Anno: 1967
Genere: thriller (colore)
Note: Tratto dal romanzo "The terror" di Edgar Wallace.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/03/12 DAL BENEMERITO STEFANIA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stefania 11/03/12 20:37 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Se è vero che Nude si muore, anche vestite non si campa a lungo: chiedetelo alle studentesse di questo college femminile, funestato di una serie di delitti! Delizioso krimi che dal gotico mutua soltanto uno (pseudo) fantasma, e lo colora di rosso ciliegia! Anche il resto è coloratissimo, è un gotico pop, swinging, però l'intreccio è quello, complicato ma solido, di un mystery, proprio alla Wallace. Ritmo veloce, regia fantasiosa e una copiosa dose di umorismo (i personaggi dell'ispettore e della procace segretaria). Effervescente!
MEMORABILE: Il prof di chimica: "E' vero, sono stato cinque anni in una clinica... soffrivo di esaltazioni erotico-morbose!"

Il Gobbo 14/05/12 23:08 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Nella corposa serie di trasposizioni da Edgar Wallace, una delle più briose, con un compromesso finalmente raggiunto fra thriller e intermezzi comici, suggestioni macabre e trovate poliziesche, armi improbabili e snodi narrativi non da meno. Grande inizio, buona colonna sonora jazzata di Manfred Botticher. Da vedere.

Dusso 4/10/14 11:03 - 1540 commenti

I gusti di Dusso

Può oggi risultare simpatico e interessante per certi aspetti (richiami gotici e baviani), ma il succo è che non funziona come film: colpi di scena d'altri tempi, ironia fuori luogo... Anche se può avere un suo fascino sessantiano, quindi, meglio allora guardare i nostri gialli dell'epoca.

Cotola 9/10/14 20:58 - 7630 commenti

I gusti di Cotola

Divertente e godibile crimi, dal gusto pop e dagli sgargianti cromatismi (almeno a tratti) che può contare su una trama interessante con diverse frecce al suo arco e qualche colpo di scena ben assestato. La tensione non è ai massimi livelli, come spesso accade nei film crucchi ma la pellicola fa comunque il suo dovere. C'è anche un bel campionario di belle donne il che non guasta. Non malaccio.

Minitina80 17/03/15 00:43 - 2404 commenti

I gusti di Minitina80

Un bel thriller con un registro d'altri tempi, tipicamente sessantiano e con sprazzi di humour inglese, nonostante la produzione sia tedesca. È ben congegnato e frenetico e, seppure la tensione non salga ai massimi livelli, il film si lascia guardare con piacere fino alla scoperta del fatidico assassino. Non si prende troppo sul serio e questo lo rende differente dal giallo classico, soprattutto italiano.

Myvincent 29/07/16 21:46 - 2605 commenti

I gusti di Myvincent

Una moria di studentesse dentro a un collegio si accompagna ad altri assassinii ancora per mano di una specie di boia che utilizza una frusta mortale. Divertissment più commedia che poliziesco, incuriosisce per il meccanismo complesso da smontare e indovinare, senza che alla fine si riesca ad anticipare nulla, visti i coloriti toni da farsa alla "tedesca". Bei colori da pellicola d'altri tempi.

Deepred89 18/09/16 14:51 - 3312 commenti

I gusti di Deepred89

Giallo ben girato e dalla piacevole fotografia cromaticamente ricca ma troppo infantile e rocambolesco, più portato a incuriosire attraverso stanze misteriose e trovate al limite del fantascientifico che a costruire un intreccio psicologicamente valido. Come intrattenimento funziona discretamente, anche in virtù di una sceneggiatura ricca di battutine ingenue quanto simpatiche, ma rimane un giocattolo fine a se stesso, assolutamente privo di spessore e di qualsiasi componente morbosa o perversa (nonostante l'ambientazione). Non imprescindibile.

Homesick 24/09/17 16:02 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

È più o meno contemporaneo del nostro Nude... si muore, con il quale condivide l'ambientazione giallo-rosa (o meglio rossa, visto il costume del misterioso assassino spacciato per l'eponimo fantasma) in una scuola femminile e alcuni snodi di sceneggiatura; ma poi aggiunge astruse trovate fumettistiche da Batman o James Bond, complicando e sfilacciando un plot che non prende mai se non nei frangenti umoristici a carico di Siegfried Schürenberg. La vittima in chiesa è Ewa Stromberg, di lì a qualche anno sui set di Jesus Franco.
MEMORABILE: L'omicidio in chiesa con la Bibbia truccata; Il passaggio segreto dietro il caminetto; Le conclusioni di Sir John.

Ronax 11/12/18 00:51 - 921 commenti

I gusti di Ronax

Nella catasta di film teutonici ispirati da Wallace e diretti in gran parte da Vohrer questo è sicuramente fra i migliori. Gli giovano l'andamento veloce, i colori squillanti, i colpi di scena certo non del tutto imprevedibili, la piacevole parata di belle ragazze, sia pur rigorosamente vestitissime e l'ironia di fondo, anche se Sir John è rappresentato in modo eccessivamente caricaturale. Ovviamente era un cinema di puro consumo, senza guizzi autoriale, ma condotto con sana professionalità. Inquietante la Lauenstein, deliziosa Uschi Glass.
MEMORABILE: L'infernale e venefico congegno nascosto nella Bibbia.

Daniela 15/11/19 23:36 - 9653 commenti

I gusti di Daniela

Il fantasma del titolo se ne va in giro vestito da KKK in rosso e ammazza le sue vittime con una frusta, intanto un altro tizio da non mostra mai il volto fa uccidere alcune studentesse di un college... Fra i tanti gialli tedeschi tratti dai romanzi di Wallace, questo è uno de più godibili per la stramberia del piano criminale, le armi impiegate (il libro della messa, lo spruzzino) ed alcuni risvolti umoristici come la fissazione del commissario capo per i metodi psicologici o la segretaria scosciata e arrapante. Se preso seriamente, è pieno di sciocchezze, ma come si fa a prenderlo sul serio?
MEMORABILE: Il veleno di nuova invenzione presentato come assolutamente non rintracciabile che viene invece individuato al primo omicidio

Von Leppe 18/11/19 18:14 - 1053 commenti

I gusti di Von Leppe

Si verificano dei delitti in un collegio femminile: alcuni commessi da un fantasma vestito di rosso, che regala buone sensazioni gotiche; altri da persone in carne e ossa che utilizzano armi alla Fantomas. Ingredienti piacevoli, ma il risultato non è troppo buono. Anche se la Londra del titolo italiano non c'entra nulla, l'ambientazione vorrebbe essere comunque inglese in questo film tedesco, ma riesce anonima.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Il Gobbo • 14/05/12 23:09
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Pubblicato in dvd dalla Sinister, secondo gli standard recenti: video ottimo (fondamentale, dato che la pellicola è coloratissima), audio italiano di fortuna, praticamente un mux. E Cozzi non c'è più.
  • Homevideo Xtron • 2/07/12 16:53
    Servizio caffè - 1835 interventi
    Il dvd Sinister ha una durata di 1h24m10s

    Ultima modifica: 2/07/12 19:13 da Zender