LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/12/08 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 11/12/08 16:56 - 11445 commenti

I gusti di Daniela

Michel, sposato con tre figliolette e qualche disagio sia familiare che economico, incontra (per caso?) il suo vecchio compagno di liceo Harry, in viaggio con l'amante. Harry si insinua nella vita di Michel, ben deciso a risolvere i problemi dell'altro, in qualsiasi modo... Buon thriller, gioca le sue carte migliori nella prima parte, incentrata sulla bonarietà minacciosa di Harry, ottimamente interpretato da Sergi López, mentre la seconda parte è più scontata, anche se la tensione regge fino alla fine.
MEMORABILE: La prima cena nella casa di campagna, durante la quale Harry cita a memoria tutte le vecchie poesie di Michel.

Gestarsh99 4/10/11 23:58 - 1392 commenti

I gusti di Gestarsh99

Il Cinema insegna: ospitare uno sconosciuto in casa richiede sempre dosi equine di buona fede shakerate nel mixer dell'ingenuità più boccalona e illimitata. Un'oscura incognita tra le parole "Prego, s'accomodi" e "Requiem aeternam". Questo thriller va al di là di ogni criterio d'assennatezza umana, costruito com'è su inverosimiglianze e bizzarrie comportamentali di un'assurdità scandalosa. Fatto sta che alla fine ci si abitua con quasi rassegnata accondiscendenza all'inattendibilità di eventi e meccanismi (il) logici e lo sbigottimento generale si risolve nella catarsi surreale dell'ultima scena.
MEMORABILE: Il comportamento stupidamente succube ed accondiscendente del passivissimo e catatonico Laurent Lucas...

Jofielias 13/12/11 09:06 - 170 commenti

I gusti di Jofielias

Una lenta ma inesorabile discesa nell'incubo persecutorio di un ammiratore disposto a tutto pur di compiacere un vecchio compagno di liceo. Dominik Moll lavora di fino sulle sfumature, mettendo in scena una calibratissima sceneggiatura e dirigendo interpreti fantastici: Sergi Lopez è in grado di far paura senza utilizzare nemmeno una delle smorfie previste dal manuale del perfetto psicopatico. Con uno stile tutto suo, decisamente non-americano, Moll si candida come la miglior risposta francese ad Alfred Hitchcock. Imperdibile.

Buiomega71 2/05/12 00:41 - 2604 commenti

I gusti di Buiomega71

Il blocco dello scrittore e l'isolamento alla Shining, Harry mellifluo, manipolatore come il Brad Pitt di Fight club e pazzo assassino dalla calma e dalla "posatezza" innaturale (sclera solo correndo in auto, in un urlo liberatorio che fa esplodere la sua follia). Moll è attentissimo ai gesti quotidiani, impeccabile nella regia, con vezzi visionari notevoli (l'incubo con le scimmie volanti) e ammanta il suo thriller d'autore con notti insonni, dialoghi densi, spazi agorafobici, omosessualità sottocute e la naturalezza dell'omicidio. Teatralmente noir.
MEMORABILE: La canzone Ramona di Dolores Del Rio, ascoltata ossessivamente da Harry anche durante l'occultamento di un omicidio; Il pozzo nel finale.

Anthonyvm 6/01/21 15:59 - 3772 commenti

I gusti di Anthonyvm

Ottimo thriller psicologico sulla scia dei "nemici in casa", in cui le molle della tensione e dell'angoscia si caricano lentamente ma costantemente sin dalle primissime immagini (i genitori assillati dal caldo e dai pianti delle bambine), fino all'esplosione di follia omicida nella seconda metà, che Moll sviluppa evitando accuratamente cliché e spettacolarizzazioni, con tocchi surreali (la scimmia volante, i gusci delle uova e la pelle nuda della fidanzata di Harry). Molto bravi il tormentato Lucas e l'inquietante López come suo proto-alter-ego malvagio. Finale spaventosamente lieto.
MEMORABILE: Il pozzo; La visita dentistica di benvenuto; L'agguato stradale ai genitori di Lucas; Le urla di Harry in auto; Il finale antiteticamente circolare.

Liliane Rovère HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gestarsh99 • 6/10/11 15:02
    Scrivano - 19994 interventi
    Il film l'ho visto.

    Adesso però mi resta un solo piccolissimo dubbio: quanti alberi di eucalipto si sarà fumato chi in rete ha definito questo film "COMMEDIA NERA"...?

    Non c'è un bel nulla di scherzoso o parodico in questo thriller e non aleggia alcun clima grottesco che lo possa lontanamente apparentare ad opere come Cose molto cattive o American Psycho.

    Giurin giurello! :)
  • Curiosità Buiomega71 • 2/05/12 09:41
    Pianificazione e progetti - 23910 interventi
    *Premi
    4 Premi César 2001 (su 9 candidature): miglior regista, migliore attore (Sergi López), miglior montaggio, miglior sonoro
    European Film Awards 2000: miglior attore (Sergi López)

    Fonte: Wikipedia

    *Nel doppiaggio non hanno pensato al tipico rumore di fondo, infatti in una scena ambientata nella toilette di una stazione di servizio, il brusio che si sente è chiaramente in francese.

    Fonte: Film Up.com
  • Discussione Buiomega71 • 2/05/12 09:53
    Pianificazione e progetti - 23910 interventi
    Mi trovo d'accordo con Gest, il film NON è per nulla una commedia, non c'è nulla che possa essere divertente o ironico.

    Forse "grottesco", ma di quello disturbante, mai invasivo, che sfocia in un finale più nero del nero, notturno e spietato.

    Moll (che gira da dio, vedasi i titoli di testa sull'autostrada ripresa con una panoramica dall'alto, in cui sembra di assistere-almeno per un attimo-ad un horror rurale americano tra assolati autogrill e strade infinite sotto la canicola) piazza echi hanekiani e gioca con il cinema di Chabrol.

    Harry ha una forza soggiogante devastante (il "doppio" libero e malvagio di Michel, l'alter ego diabolico e libero da ogni condizionamento, un pò come lo era il Brad Pitt di Fight club nei confronti di Ed Norton) che non ha problemi di nessun tipo, come regalare un Mitsubishi 4 x 4 nuovo fiammante a Michel, o ammazzarle i genitori in stile Duel, il fratello idiota e sterminarle la famiglia con una nonchalance che mette i brividi.

    Riferimenti velati a Shining(blocco dello scrittore, famiglia "ingombrante", mente che vacilla soggiogata da presenze esterne-Harry- e il bagno color fucsia ha un che di kubrickiano).

    Terrificante viaggio nella "normalità dell'uccidere", in un clima soffocante e pregnante, da teatro dell'orrore.

    Dolcissima Sophie Guillemin e impagabile la scena del telefonino che squilla del fratello morto di Michel, tarantinianamente chiuso nel baule della Mercedes di Harry.
    Ultima modifica: 2/05/12 10:55 da Buiomega71