Gli occhi degli altri

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: I saw what you did
Anno: 1965
Genere: thriller (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 12
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Aleggia l'ombra di Hitchcock, in questo modesto film in bianco e nero di William Castle. Non tanto per l'evidente somiglianza con LA FINESTRA SUL CORTILE (l'idea in fondo è tratta da un romanzo di Ursula Curtiss), quanto per il tentativo (parzialmente riuscito) di innestare in una struttura da perfetto thriller notazioni ironiche sdrammatizzanti (e sottolineate da una musica, di Van Alexander), in linea proprio con le caratteristiche partiture hitchcockiane. Le protagoniste sono le esordienti Andi Garrett (è Libby) e Sarah Lane (è Kit), due ragazzine giovani e spigliate (specialmente la prima) che, rimaste da sole in casa con Tess (Sheryl Locke, finalmente una bambina brava...Leggi tutto e non antipatica nonostante il ruolo da piccola guastatrice), la sorellina di Libby, si divertono a fare stupidi scherzi telefonici che culminano con il fatidico “So cosa hai fatto e so chi sei”. Purtroppo per loro dall'altro capo gli risponde Steve Marak (Ireland), resosi da poco responsabile di un omicidio. Da una parte la curiosità spinge le ragazze a indagare, dall'altra la paura spinge l'uomo a informarsi su chi lo minaccia. Comincia la suspense ma il film, invece di migliorare, tende a farsi più prevedibile. Castle non è Hitchcock e non sa orchestrare la tensione come la sceneggiatura richiederebbe, cosicché I SAW WHAT YOU DID, pur abbastanza originale e discretamente recitato, finisce per perdere di mordente risultando, per uno spettatore di oggi, datato (nonostante sia solo del 1965) e fiacco. La presenza di Joan Crawford (nel ruolo della megera che vorrebbe sposare Marak col ricatto) si limita a una quindicina di minuti, giusto per fare cassetta. William Castle, il re dei cosiddetti “gimmick”, apre il film con uno split-screen costruito con due occhi che si aprono e chiudono inquadrando le due protagoniste al telefono. Ottimo il doppiaggio italiano.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Myvincent 4/05/14 08:07 - 2575 commenti

I gusti di Myvincent

A cosa possono portare innocenti e stupidi scherzi telefonici (oggi impensabili, visto le tecnologie in uso)... Il film è un felice esempio di commedia horror in cui i due elementi, mescolati, rendono claustrofobica la percezione del pericolo imminente. In più brilla la presenza (e la collana) di una Joan Crawford d'annata nel ruolo a lei più consueto.

Lucius 7/01/10 03:03 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Un buon prodotto questo thriller, sia per la sceneggiatura che per la presenza di un'attrice mitica come Joan Crawford brava come sempre in ogni caratterizzazione; se solo si fosse approfondito un po' di più l'aspetto psicologico dei personaggi il risultato sarebbe stato decisamente eclatante. Resta un film dignitoso, soprattutto nella parte conclusiva, dove eccelle nel terrore.

Pigro 12/03/11 21:07 - 7825 commenti

I gusti di Pigro

Lo scherzo telefonico ("so cos'hai fatto") intercetta un vero omicidio e le stupide ragazzine corrono seri rischi. Dalla bella idea vien fuori un filmetto assolutamente prevedibile in ogni minuto, ripieno di strumentali incongruenze comportamentali, col risultato di mortificare i pur bei momenti di suspense (rari e annacquati, con lieve ripresa sul finale) portando il tutto a livello di esercizio arguto. Vero spirito dell'opera, allora, sembra essere la commediola spiritosa piuttosto che il thriller spietato. Comunque si fa vedere.

Homesick 22/05/13 07:15 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Mai giocare con il fuoco: il caso può far sì che anche un innocente scherzo telefonico diventi pericoloso… Un William Castle molto sotto tono si avvantaggia dei richiami gotici della foschia notturna e di una improvvisa, brutale doccia hitchockiana, ma la sceneggiatura scarna e semplicistica e il diffuso umorismo rosa lasciano la tensione ferma al grado zero. Persuasivi l’assassino accoltellatore John Ireland e l’amante attempata e gelosa Joan Crawford.
MEMORABILE: L’omicidio sotto la doccia: coltellate e sfondamento del vetro; «Ho visto quello che hai fatto e so chi sei.».

Ciavazzaro 22/01/14 21:21 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non male. Non di certo il miglior William Castle (come thriller-horror con tocchi ironici molto meglio Il castello maledetto) ma un film interessante e ben diretto. Molto brave le due ragazzine protagoniste, superba la divina Crawford che sempre stupisce per la sua bravura, ottimo anche il bastardo Ireland. Si inizia bene con un violentissimo delitto sotto la doccia, si prosegue ancora meglio con la Crawford ricattatrice; purtroppo, dopo la sua uscita di scena, il film non rimane sullo stesso livello e si conclude con un finale un po' telefonato.
MEMORABILE: L'omicidio sotto la doccia con tanto di vetro rotto; "Ho visto cosa hai fatto..."; La Crawford che tenta di sedurre Ireland.

Graf 17/06/15 03:23 - 699 commenti

I gusti di Graf

Mai fare uno scherzo telefonico a un uomo che ha appena commesso un omicidio... Discreto filmetto paratelevisivo senza molte pretese ma con qualche freccia nel suo arco. Inizia come una commedia adolescenziale, prosegue come un thrilling, raggiunge l'apice sterzando verso l’horror. Regia eclettica, montaggio conciso, sceneggiatura disadorna ma con alcuni colpi di scena coinvolgenti, scenari nebbiosi e solitari, ritmo sostenuto, spontaneità espressiva e intensa prova di Joan Crawford nel ruolo della zitella con ancora qualche velleità sentimentale.
MEMORABILE: L'omicidio sotto la doccia è un'evidente ma banale citazione della celeberrima scena di Psyco.

Nicola81 7/07/17 15:24 - 1980 commenti

I gusti di Nicola81

Thriller abbastanza simpatico che offre un'insolita idea di partenza e una discreta suspense nel finale. Racconto veloce (come sempre quando dirige Castle), musiche da commedia adolescenziale (cosa che il film a tratti è), buona confezione e interpretazioni valide: la Crawford esce di scena troppo in fretta, ma Ireland è un convincente assassino psicotico, le due giovanissime protagoniste funzionano e persino la bambina è tutt'altro che indigesta. Notevole il doppiaggio italiano. Con un pizzico di generosità, tre pallini.

Anthonyvm 10/03/18 01:14 - 2028 commenti

I gusti di Anthonyvm

Buon thriller di Castle, come al solito piuttosto inverosimile (però decisamente veritiero se confrontato con altri lavori del regista), ma con un'ottima storia alla base e belle scene suggestive (soprattutto nel finale, dove il film si macchia di horror e la tensione sale alle stelle). Buonissime atmosfere fumose evidenziate dal bianco e nero, sempre gradito in questo tipo di thriller. L'unico elemento indecente è la musica da commedia: va bene non prendersi troppo sul serio, ma così ci si mette alla berlina da soli! Comunque consigliato.
MEMORABILE: L'omicidio sotto la doccia che ribalta quello classico di Psyco: è l'assassino a essere ignudo; La home invasion finale; La scena della macchina.

Fedeerra 24/12/17 03:56 - 433 commenti

I gusti di Fedeerra

Ottimo esperimento cinematografico, dove morbosità e leggerezza vanno a braccetto. Parte come una commedia dalle sembianze atipiche, con tanto di frivole ragazzine impegnate in svenevoli telefonate, per poi trasformarsi in un thriller dalle venature horror. D'impatto l'omicidio sotto la doccia e bellissimi i palustri scenari notturni. William Castle si riconferma grande regista di genere e magnifico affabulatore di incubi. Sempre dominante, seppur in un ruolo minore, Joan Crawford.

Daniela 22/01/19 10:29 - 9522 commenti

I gusti di Daniela

Approfittando dell'assenza dei genitori, due ragazzine passano la serata al telefono, impegnate in scherzi telefonici stupidelli, finché non si imbattono casualmente in un uxoricida fresco di delitto... A metà strada fra film adolescenziale accompagnato da musichette pimpanti e vero e proprio thriller con Ireland efficacemente minaccioso, un filmetto di poche pretese che fila via bene. La presenza di Crawford nel ruolo di fianco dell'amante matura gelosa è un valore aggiunto, pur essendo penalizzata da una vistosissima collana che finisce per distrarre dal volto, tragico e bellissimo.

Rambo90 24/03/19 14:33 - 6394 commenti

I gusti di Rambo90

Spunto intrigante, ma che non viene sviluppato a fondo con qualche momento di sceneggiatura che appare poco centrato. Funziona bene la figura di Ireland, così come l'ingenuità delle ragazzine a lui contrapposte, ma non convince il personaggio della Crawford, che sembra messo lì per aggiungere carne al fuoco e senza un vero motivo. Comunque Castle sa sempre come costruire la tensione e la parte finale è condotta molto bene. Non male.

Giùan 19/09/20 17:47 - 3016 commenti

I gusti di Giùan

Curioso - più che per le derivative eccentricità "psychiane" (l'omicidio nella doccia, la scomparsa prematura della Crawford) - per la messa in luce di certe audacie da teenager che tanto condizioneranno il thriller/horror slasher dei due decenni successivi (come in quel caso è peraltro da valutare certa ideologia bacchettona e moralista che fonda il genere). Meno interessante comunque rispetto ai film in cui Castle non si balocca troppo con la sospensione della credulità. Scompensato, televisivo nel suo digradare da ironia a tensione e viceversa ma da vedere. Ireland non convince.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Zender • 4/12/07 10:57
    Consigliere - 43614 interventi
    Fa parte dei cento film (realizzati tra il 1950 e il 1980) che Stephen King ritiene abbiano dato "un peculiare contributo al genere horror".
    (Fonte: S. King, Danse Macabre, 1981)
  • Homevideo Mco • 14/03/13 23:54
    Scrivano - 9684 interventi
    In DVD per la Sinister Film dal 19 Marzo 2013.
  • Homevideo Xtron • 4/04/13 17:18
    Servizio caffè - 1831 interventi
    Il dvd Sinister:

    Audio audio-inglese
    Sottotitoli in italiano
    Formato video 1.78:1 anamorfico
    Durata 1h18m47s
    Extra trailers, introduzione di L. Cozzi

    Un'immagine dal dvd (si trova al min. 38:22)

    Ultima modifica: 5/04/13 08:37 da Zender
  • Discussione Ciavazzaro • 22/01/14 22:38
    Scrivano - 5604 interventi
    Scheda di doppiaggio

    Lydia Simoneschi:J oan Crawford
    Nando Gazzolo: John Ireland
    Serena Verdirosi: Andi Garrett
    Emilio Cigoli: Leif Erickson
    Franca Dominici: Patricia Breslin
    Bruno Persa: John Archer
    Valeria Valeri: Joyce Meadows

    Luciano De Ambrosisdoppia l'amico della coppia
    Mario Manstria: doppia il secondo uomo a cui viene fatta la telefonata
    Arturo Dominici: doppia il sergente al telefono
    Manlio Busoni: doppia l'annunciatore alla radio
    Ultima modifica: 23/01/14 07:41 da Zender
  • Curiosità Zender • 18/03/15 18:18
    Consigliere - 43614 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Discussione Caesars • 19/03/15 11:08
    Scrivano - 11012 interventi
    Veramente una "chicca" il flano pubblicato da Zender