Cara dolce nipote - Film (1977)

Cara dolce nipote
Media utenti
Anno: 1977
Genere: commedia (colore)
Note: Sceneggiatura di Piero Regnoli.

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/04/09 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ronax 12/02/17 01:22 - 1251 commenti

I gusti di Ronax

In origine il filmetto doveva essere ben più pepato considerando che, stando ai verbali, sotto la mannaia della censura sono fra l'altro cadute sul campo "la scena con il vibratore" e quella del "rapporto lesbico". E' però probabile che anche la versione integrale fosse afflitta dalla stessa atmosfera poveristica, impietosamente evidenziata dallo squallore delle location e dalla stucchevole banalità dei dialoghi regnoliani. Comunque pregevoli i nudi della sconosciuta Ursula Heinle, sottotono la Benussi, patetici Parisi e Lucio Flauto.
MEMORABILE: L'immancabile sex-droga party anni '70, qui ancora più ridicolo e grottesco del solito.

Homesick 13/10/10 17:40 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia erotica tra le mura domestiche le cui vaghe ascendenze samperiane si smarriscono nella ruota di nudi integrali di prima classe della (purtroppo) mai più rivista Ursula Heinle e di Femi Benussi, sempre più specializzata nello stereotipo della servetta veneta disponibile a concedersi agli uomini di casa. La sceneggiatura di Regnoli e la regia di Bianchi evitano meritevolmente il cattivo gusto di molti prodotti affini ma mancano di verve, introdotta solo dalle sporadiche apparizioni di Lucio Flauto con le sue millantate orge di sesso e champagne.

B. Legnani 15/01/17 11:33 - 5528 commenti

I gusti di B. Legnani

Terribile commediola regnoliana, come sempre gravata dall'ossessione per il sesso, stavolta condita anche da un po' di feticismo. Sceneggiatura di quattro paginette e lunghi inserti inutili (quello della discoteca, per fare un esempio), per fare metraggio. Caruccia la Heinle, mentre la Benussi ripete per l'ennesima volta il cliché della servetta veneta trombabile da parte di tutti. Finale che scimmiotta Divorzio all'italiana. Solo che, mancando i soldi, al posto di un'imbarcazione ci si accontenta di un autobus...

Undying 21/01/17 18:26 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Debole commedia imbastita su temi teoricamente morbosi, che non brilla per comicità né tantomeno per erotismo: cosa insolita questa essendo al timone di regia Andrea Bianchi e a maggior ragione considerato l'anno di realizzazione. Vivacizza lievemente il tutto la presenza della mitica Benussi, comunque troppo poco valorizzata in favore dell'ampio margine dato alla poco in ruolo Ursula Heinle, dotata di certo fascino che scompare però appena apre bocca! Molto povera anche la messa in scena. Pellicola, in conclusione, marginale e dimenticabile...
MEMORABILE: La Benussi che si piega con disinvoltura per catturare, sotto al letto, una "sorchetta" dispettosa!

Herrkinski 12/12/19 02:24 - 8100 commenti

I gusti di Herrkinski

Tipica commedia erotica dei 70s a sfondo familiare che gioca su plurisfruttate fantasie incestuose, qui ai danni di una procace nipote (tanto per cambiare). Si può se non altro dare atto a Bianchi di non aver puntato esclusivamente sulle scene di sesso (peraltro assenti, a favore dei classici nudi di routine) e di aver seguito uno script tutto sommato più ragionato di altri epigoni, con una morale finale dolceamara che fa alzare lievemente il punteggio. Non male nemmeno il cast, con la meteora Heinle e la Benussi in un classico ruolo da veneta.
MEMORABILE: La parte finale.

Markus 12/12/20 18:45 - 3686 commenti

I gusti di Markus

Commedia erotico/familiare d'ambientazione milanese. La costruzione della vicenda si basa sull'incestuosa possessione di un zio (Lucio Flauto) nei confronti della provocante nipote da lui accolta in casa per un periodo. Si uniscono poi le libidinose avance di altri uomini che le ronzano attorno. La nipotina Ursula Heinle (unico film: di lei non se sa nulla) emana sex appeal da tutti i pori ed è il perno centrale di una squallida pellicola che insegue il filone degli amori in famiglia Anni '70, ormai alle corte. Le guêpière della Heinle aiutano ad arrivare alla fine... sani e salvi.
MEMORABILE: Lo zio trova sua nipote a baciare un cappellone, così la minaccia di non volerla più vedere amoreggiare con presunti anarchici.

Deepred89 12/12/20 11:30 - 3704 commenti

I gusti di Deepred89

Il confronto col precedente e più riuscito La moglie di mio padre, dramma erotico senza concessioni all'ironia, fa emergere come il registro comico costituisca il maggior limite di questo lavoro di Bianchi; quasi malinconico dipingere con tocchi non disprezzabili i rimpianti e le frustrazioni che sopraggiungono con l'avanzare dell'età. A parte questo davvero poco da segnalare: scene sexy-comiche infantili, inguardabili parentesi hippy, finale tirato via, musiche riciclate. Femi Benussi particolarmente sottotono. Macchina da presa più stabile del solito, per la media del regista.

Pessoa 11/11/22 13:32 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Solita commedia erotica a tema quasi incestuoso (come andava di moda all'epoca) in cui Bianchi si limita a ricalcare luoghi comuni senza troppi sforzi di fantasia. La sceneggiatura, che porta la riconoscibile firma di Regnoli, si distingue per pochezza ed è come di consueto piena di doppi sensi piuttosto volgari, con un cast molto modesto che non riesce a risollevarne le sorti. La mano esperta di Bianchi, ormai avvezzo al genere, garantisce in qualche modo una confezione dignitosa, tenendo presenti le premesse, ma il livello rimane molto basso. Solo per completisti o curiosi.

Reeves 12/11/22 18:29 - 2202 commenti

I gusti di Reeves

Pessima commedia erotica condotta con stile trasandato dalla coppia Bianchi regista - Regnoli sceneggiatore. Non ci sono particolari scene di sesso, i dialoghi sono ridicoli, la recitazione è abborracciata e non c'è una sola parte del film che esca dal cliché. L'unica presenza simpatica è quella di Femi Benussi, mentre la ragazzotta protagonista è di bell'aspetto ma non riesce a coinvolgere.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il più comico spettacolo del mondoSpazio vuotoLocandina Il ritorno di Don CamilloSpazio vuotoLocandina Una di quelleSpazio vuotoLocandina L'uomo, la bestia e la virtù
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.