2000 maniacs!

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: 2000 maniacs!
Anno: 1964
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Two thousand maniacs!", "Duemila maniaci". E non "2000 maniaci".
Numero commenti presenti: 13
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Registicamente Herschell Gordon Lewis, che parla di questo 2000 MANIACS come del suo capolavoro, non viene certo considerato un fenomeno. Tuttavia con questa sua seconda opera dà vita a un noir decisamente divertente. Il grado di splatter (“arte” della quale è riconosciuto unanimemente l'inventore) non è alto come nel precedente BLOOD FEAST, ma resta il perno attorno al quale ruota il film. L'idea del villaggio che ricompare ogni cento anni è presa da BRIGADOON, l’atmosfera grottesca che vi regna è puro frutto della mente deviata di Lewis: i 2000 maniaci del titolo sono infatti l'intera popolazione di Pleasure Valley, cittadina...Leggi tutto sudista i cui abitanti nutrono una profonda avversione per gli yankees (americani del nord) che li porterà a organizzare una festa per sterminarne sei. C'è chi finirà mutilato da un'ascia e cotto al barbecue, chi dilaniato da quattro cavalli lanciati in quattro diverse direzioni, chi distrutto in una botte chiodata come Attilio Regolo e chi infine schiacciato da un masso enorme nella scena più divertente del film. Ottimo il cast di perfetti sconosciuti, tutti capaci di esasperare il proprio sadismo provocando in noi un feroce sentimento di compiaciuta complicità. E in fondo cos'altro è 2000 MANIACS se non una commedia che sconfina nel comico da una parte e nell’horror dall'altra? L'imbarazzo di Lewis nel condurre la vicenda per 90 minuti è evidente. Non basando mai le riprese sull'abilità tecnica la ripetitività è inevitabile, causa anche un montaggio ridicolo. Eppure ci si diverte, è innegabile. Merito dell'assoluta demenza del soggetto e della tragica simpatia dei popolani.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 11/05/07 00:16 - 3834 commenti

I gusti di Undying

Rispetto al debutto, costituito da Blood Feast, Lewis dirotta la sua attenzione su un tipo di narrazione più ironica, stile commedia, infarcendo comunque vari momenti della pellicola con sequenze (per l’epoca) molto forti ed esplicite. Rivisto ai nostri giorni il film appare, sostanzialmente, una farsa; anche a causa dei datati effetti speciali. Tecnicamente inferiore al già basso livello del suo predecessore, 2000 Maniacs appare sviluppato in maniera superficiale a causa, principalmente, del livello (meno che amatoriale) della recitazione.
MEMORABILE: Un enorme macigno frantuma il capo ad una vittima e anticipa lo squartamento di un uomo -previo stiramento degli arti - da parte di quattro cavalli.

Matalo! 12/05/09 15:45 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Remake gore di Brigadoon che vede tornare alla vita i morti di una cittadina del sud degli USA, i quali indirizzano ignari visitatori alla fiera per la festa del centenario del paese massacrandoli poi nei più eccentrici e comici modi. Teatro delle crudeltà da due soldi con attori approssimativi, gusto del morboso e dell'evidente, regia scadente, colori sciatti a parte la vernice rossa. Un film proverbiale ma cinematograficamente tra i peggiori che si possano vedere.

Ciavazzaro 7/09/09 12:16 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Gore minore di Lewis. Probabilmente il meno sanguinoso dei suoi film (anche se le trovate come quella della botte chiodata sono ben fatte) e questo non aiuta, visto lo scarso livello recitativo degli attori. Inoltre la trama risulta un po' troppo confusa. Non riuscito.

Trivex 1/03/10 15:21 - 1549 commenti

I gusti di Trivex

I mostri nella città perduta sono davvero cattivi, uccidono in un macabro show celebrando la propria pazzia. L'odio non è irrazionale, ma consapevolmente diretto verso specifiche appartenenze, identificate dalla provenienza (targhe delle macchine) e da contributi indiretti (razzisti, come l'accenno all'impiccagione del gatto nero). Il primo gore nel bosco è anche distrurbante, mentre in seguito l'aspetto demenziale si manifesta e l'atmosfera purtroppo si rilassa. Resta comunque un discreto esempio di film coraggioso, fatto con passione e di buon mercato.

Patrick78 9/10/09 15:39 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Ottimo film diretto dal grande Herschell G. Lewis, fonte d'ispirazione per registi a venire (Hooper su tutti) ed alla prova del tempo ancora coinvolgente. Si può discutere su una certa amatorialità d'insieme partendo dagli attori e finendo alla regia stessa di Lewis ma è proprio questa caratteristica a rendere appetibile questo gioiellino dell'horror. Carta vincente risultano sicuramente le location e i bizzarri omicidi perpetrati ai danni degli ignari yankees. Buono il reparto effetti se si pensa che si parla di un film di quasi cinquanta anni fa.

Capannelle 20/09/10 13:38 - 3843 commenti

I gusti di Capannelle

Beh raffazzonato lo è e in quegli anni un certo Russ Meyer faceva di meglio con budget altrettanto risicati. Però non si può negare l'interesse per l'idea di fondo e la simpatia per la deriva splatter attuata del regista americano. Che si sostanzia in omicidi assai gustosi, resi ancor più preziosi dalle facce ebeto-divertite di chi assiste (i duemila maniaci del titolo) e dalla musica locale, elemento portante di molti film ambientati nel profondo sud degli USA. **
MEMORABILE: La botte chiodata e l'oratoria del sindaco.

Onlypippo 10/09/10 12:14 - 38 commenti

I gusti di Onlypippo

Questo film è un must! È un insieme incredibile di scene cult e trash senza eguali, ma la cosa che colpisce di più è il clima che si respira in tutta la pellicola: gioviale, burlesco, ci sono efferate uccisioni e tutto sembra una farsa... Geniale! Vedere tutta la popolazione divertirsi da matti quando i turisti vengono trucidati nei modi più “strambi” è qualcosa che non ha prezzo... Il mio omicidio preferito è quello dello sventurato che viene buttato giù da una collina dentro una botte chiodata (rivisitazione del supplizio di Attilio Regolo).

Uomomite 25/02/11 03:22 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Sono 2000, sono cafoni, caciaroni, beffardi e soprattutto molto, molto cattivi!. Sono i tamarri visti dai fighetti, i popolani visti dagli aristocratici, gli extracomunitari visti dai leghisti. Sono la sporcizia da nascondere sotto al tappeto, lo zio contadino da non portare alle riunioni di famiglia. Fallo a pezzi il fottuto Yankee! Squarcialo, rompilo, tritalo! Splatterissimo per l'epoca e impressionante ancora oggi. Ha sicuramente ispirato sia Le colline hanno gli occhi che Un tranquillo weekend di paura. Imprescindibile.

Puppigallo 29/12/11 16:00 - 4588 commenti

I gusti di Puppigallo

Niente di che questa pellicola diretta senza estro, dove si punta solo sull'effetto eclatante, che però risulta quasi sempre troppo grezzo e fastidiosamente finto (gli arti palesemente artificiali, rigidi, che sembrano essere appena stati svitati a dei manichini). Sangue ne scorre e il livello di cattiveria è abbastanza elevato, ma non c'è nulla che colpisca particolarmente, compreso il perchè di tutto ciò (la vendetta). Si ha invece la netta impressione che il tutto sia stato girato con mano amatoriale e che anche gli attori siano tali. Mediocre.
MEMORABILE: Dito amputato con ramanzina; Prendere una botte, piantarci dei chiodi, infilare un poveretto all'interno e farlo ruzzolare dalla collinetta.

Pinhead80 15/07/13 11:30 - 4064 commenti

I gusti di Pinhead80

La storia non è niente male in questo horror del genio del gore Herschell Gordon Lewis. Certo gli effetti speciali risentono degli anni che sono trascorsi, ma nell'insieme rimane un film di tutto rispetto. Alcune scene rimangono impresse nella mente (la botte chiodata, il barbecue), altre si fanno apprezzare anche per la loro ingenuità di fondo nella realizzazione. Un classico del gore da vedere assolutamente.

Herschell Gordon Lewis HA DIRETTO ANCHE...

Rebis 6/10/15 09:27 - 2112 commenti

I gusti di Rebis

Horror seminale di H. G. Lewis, spazza via le ceneri del gotico ambientando la vicenda in pieno giorno, rimpiazzando il monstrum con un'intera comunità di revenants e collocando nel cuore nero del racconto la storia americana (la guerra di secessione) origine immanente della violenza. Certo, il senso del ritmo è altrove, le musiche d'ambiente sono tremende e la recitazione un'eventualità: ma la messa a fuoco concettuale è fuori discussione e il vitalismo espressivo della regia riesce a valicare il grottesco senza mai perdere di vista il senso ultimo dell'operazione. Sorprendente.

Anthonyvm 29/03/18 17:11 - 2558 commenti

I gusti di Anthonyvm

Senza dubbio simpaticissima questa pellicola di Lewis, qui al suo secondo horror, che, con un'evidente pochezza di mezzi intrattiene il pubblico con un innocente ma brutale sadismo cinematografico, chili di humour nero e una buona dose di splatter. Decisamente meno sangue rispetto a Blood feast, ma la modestia nel lato gore è compensata da morti assolutamente fantasiose. Decisamente più godibile della media dei prodotti del regista, con un plot discreto e piuttosto originale. Un massacro da gustarsi in allegria: per tutti gli appassionati.
MEMORABILE: Lo smembramento del ragazzo mediante quattro funi e altrettanti cavalli; Il tiro al bersaglio con caduta di masso addosso alla vittima.

Caesars 30/04/20 09:09 - 2914 commenti

I gusti di Caesars

L'idea di partenza, con la cittadina sudista che "festeggia" un abbastanza misterioso centenario con sei (malcapitati) yankees, è discreta così come il fatto di volgere tutto in commedia. Simpatica la fotografia dai toni molto caldi che esalta assai il rosso sangue che scorrerà copioso (anche se meno rispetto ad altri lavori del regista). Va però detto che i pregi del film stanno tutti qui. Il difetto, enorme, è che la storiellina stenta assai a procedere e il rischio noia è davvero grosso. Forse un medio da 30' sarebbe bastato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 10/08/09 11:16
    Consigliere - 44344 interventi
    Nooo, ha pure l'italiano? Non ci posso credere!!! Ma l'Enjoy è passata dal non inserire l'italiano nei film che con la traccia italiana uscirono all'inserirla laddove invece nemmeno esisteva? Che clamoroso cambio di direzione!
  • Homevideo Undying • 10/08/09 13:15
    Scrivano - 7618 interventi
    In effetti.

    Ho paura che Thrauma.com, sito dal quale ho desunto le informazioni, abbia inserito nella scheda del DVD dati tecnici sbagliati, dato che su altri siti (ad esempio Kult Video) viene riportata solo la presenza della traccia inglese (con sottotitoli in italiano).

    Dettaglio Thrauma

    Dettaglio Kult Video

    Staremo a vedere... ma penso proprio che l'italiano sarà assente: anche perché non ci vedo la logica di doppiare un film dopo 45 anni....
    Ultima modifica: 10/08/09 13:15 da Undying
  • Homevideo Ciavazzaro • 31/08/09 11:49
    Scrivano - 5620 interventi
    Con Blood Feast lo hanno fatto,ma in ogni caso e' meglio che sia presentato sottotitolato,i ridoppiaggi di vecchie pellicole sono cosi' penosi e mal fatti ,per non parlare della qualita' delle voci.
  • Curiosità Undying • 23/09/09 17:15
    Scrivano - 7618 interventi
    Ricordi di H.G.Lewis

    "Gli abitanti di St. Cloud (location del film, n.d.r.) erano attoniti.
    Il sindaco non sapeva o non si curava del fatto che fosse un film gore, trovò tutto delizioso...
    Vi partecipò l'intera cittadina".

    Shock Value, di John Waters
  • Homevideo Zender • 24/09/09 08:04
    Consigliere - 44344 interventi
    Confermo: l'italiano è assente, come previsto. Solo sottotitoli, nella nostra lingua.
  • Curiosità Undying • 29/09/09 11:49
    Scrivano - 7618 interventi
    Il film è stato girato in Florida, in prossimità del luogo nel quale oggi sorge... Disneyland!
  • Curiosità Undying • 1/10/09 14:58
    Scrivano - 7618 interventi
    2000 maniacs rimane uno dei preferiti film dallo stesso regista, benché si sia rivelato meno fortunato, al box office, rispetto al predecessore, ovvero Blood feast.
    Non è da escludere che il calo di pubblico sia da imputare, per buona parte, alla censura che in questo caso impose il divieto ai minori.
  • Curiosità Undying • 5/10/09 01:56
    Scrivano - 7618 interventi
    Colonna sonora country, composta (a pure cantata!) dal buon H.G.Lewis.

    Testo della canzone di 2000 Maniacs
    Robert E. Lee Broke His Musket on His Knee

    C'è una storia di cento anni fa che dovresti conoscere.
    E abbiamo aspettato cento anni per raccontarla.
    Adesso ci seguiranno gli Yankees.
    Ascolteranno questa canzone.
    E tremeranno di paura a sentire questo grido ribelle.
    Yeeeeeeehaw!
    Oh, il sud risorgerà!
    Robert E. Lee ruppe il suo moschetto sul ginocchio.
    E mille pezzi rovinarono a terra.
    Ma rialzò lo sguardo e radunò i suoi uomini.
    E dalle sue labbra arrivò un suono orribile.
    Yeeeeeeehaw!
    Stonewall prese un fucile e fece scappare gli Yankees.
    Ma prese un colpo fatale nel petto.
    E mentre cadeva il vecchio Stonewall disse:
    "Ascolta la richiesta di un uomo morente"
    Yeeeeeeehaw!
    Jeb Steward spronò il suo cavallo e gli Yankees ovviamente scapparono.
    Ma non aveva polvere nel fucile.
    Per cui disse ai suoi ragazzi:
    "Facciamo un bel pò di rumore".
    E caricheremo ancora e faremo scappare gli Yankees.
    Yeeeeeeehaw!
  • Curiosità Capannelle • 20/09/10 13:43
    Scrivano - 2593 interventi
    Undying ebbe a dire:
    Il film è stato girato in Florida, in prossimità del luogo nel quale oggi sorge... Disneyland!

    AHAHAH.. so che hanno fatto il remake di questo simpatico film ma immagino non l'abbiano fatto lì.. peccato!
  • Discussione Raremirko • 16/06/19 22:02
    Addetto riparazione hardware - 3638 interventi
    Senza dubbio è una pellicola di importanza storica, coraggiosa e innova con qualche elemento (il giorno e non la notte come contorno pauroso), anche sociopolitico (scontro tra classi sociali).

    Le scene ultragore qualche effetto ancora lo fanno ma, complessivamente, gli è un pò superiore Blood feast, anche dal punto di vista di tecnica e recitazione.


    Comunque valido.