Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VENGA A FARE IL SOLDATO DA NOI

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Nonostante la presenza di Gianni Nazzaro, che torna dopo MA CHE MUSICA MAESTRO!, VENGA A FARE IL SOLDATO DA NOI non è affatto un musicarello. Nazzaro non canta mai e il regista Ettore Maria Fizzarrotti dà spazio a caratteristi e attori per una farsa militaresca non diversa dalle mille altre già viste in Italia ma confezionata con un certo senso del ritmo e dei tempi comici. A spadroneggiare salendo una spanna sopra gli altri è ancora una volta la coppia Franchi/Ingrassia, con un Franco davvero in formissima che dà un grande saggio delle proprie capacità improvvisative. I suoi interventi sono quasi sempre azzeccati, i suoi “sketch” a tratti esilaranti. E’ il sergente Samperi, a capo di uno scalcinato gruppo di reclute (loro sì il punto debole del film, con un veneto - Franco Rosi - sempre attaccato al vino e al dialetto, un padre di famiglia con figlio romanaccio al seguito, un napoletano verace e uno snob con la fissa di Saint Tropez), pronto a gridare coi sottoposti e obbedire ai superiori; tra questi ultimi troviamo il maresciallo Ciccio Ingrassia, il capitano Nino Taranto (altra impagabile presenza fissa, qui piuttosto defilato) e altri alti papaveri di poco conto. Un bello spazio se lo ritaglia anche il grande Nino Terzo (quello che, come diceva Totò, “sembra si sia mangiato un aspirapolvere”), che con la sua voce "a scomparsa" resta uno dei caratteristi più divertenti. Nazzaro e compagna (Katia Christine, all'epoca star del Carosello dei Baci Perugina) fortunatamente non si vedono troppo (nonostante nei titoli di testa svettino) e non rovinano l'allegria.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 29/6/14 18:05 - 4467 commenti

La trama nei musicarelli è, si sa, un pretesto per far sentire un po' di belle canzoni. Purtroppo qui abbiamo un film paragonabile ad un musicarello, ma senza le canzoni. Questo per dire il livello miserrimo di una sceneggiatura che non fa ridere mai, alla quale alcuni buoni nomi cercano inutilmente di sopperire col mestiere. C'è pure un bimbo insopportabile. Alla fin dei conti si salva solo il nude look della Christine. Notare i mancati controcampi nell'incontro iniziale fra Franchi e De Filippo. Cast da militarello: Taranto, Rosi, Congia...
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 1/3/14 16:26 - 5737 commenti

Il genere militaresco con tutta la sua casistica di scalcinate reclute dagli stereotipi regionali-dialettali, la nostalgia per le donne, esercitazioni demenziali, visite mediche. In questa canzonatura della naja Fizzarotti ha il merito di escludere la volgarità e di sostenere la fine bellezza della Christine e la vis comica di Franchi e Ingrassia, in prima fila nel composito cast di allegri caratteristi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’arrivo delle reclute: il marmocchio burino.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Dusso 26/2/14 18:05 - 1533 commenti

Farsa militaresca (non è per nulla un musicarello come si potrebbe credere, visto il regista e la presenza di Nazzaro) con uno stile già in voga negli anni 60 con parata di comici. Qui le due novità - a parte la bellissima Katia Christine - sono Franco Rosi e un Luigi De Filippo piuttosto divertente (il primo doppiato in veneto). Franchi e Ingrassia sono in buona forma anche se non serviti benissimo da una sceneggiatura che comunque, grazie a un intero cast "molto in palla", regge discretamente. Strano che Nazzaro non canti nemmeno una canzone...
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Modo 23/7/18 11:51 - 759 commenti

Musicarello si fa per dire: non mi ricordo una canzone! L'incipit di genere è quello ma non essendoci la musica si rimane un po' spiazzati. Trama militaresca esile e senza una storia vera e propria. Per fortuna ci sono Ciccio e Franco a rialzarne le sorti: sono infatti loro i veri mattatori con Luigi De Filippo. I messaggi segreti cifrati con la smorfia sono geniali! Il film ha comunque un buon ritmo e nella sua estrema semplicità è guardabile.
I gusti di Modo (Commedia - Drammatico - Fantascienza)

Graf 9/4/17 2:03 - 627 commenti

I bozzetti delle reclute sono simpatici e pittoreschi nelle varie cadenze dialettali, molte battute sono intelligenti e taglienti, Franco e Ciccio recitano con l'abituale energia comica, ma il gorgoglio effervescente della farsa viene sedato da una sceneggiatura miserrima e sconclusionata che manda fuori bersaglio quasi tutte le frecce della burla: i personaggi entrano ed escono di scena senza un perché e, a un certo punto, la caserma si trasferisce in un albergo al mare e le forze armate vanno in…ferie con mogli e fidanzate. Ridicolo più che comico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gianni Nazzaro non canta e... nemmeno recita e fa il tenente medico dell'esercito con una zazzera lunga fino alle spalle; Bella la gag della "smorfia".
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Geppo 31/7/10 11:29 - 277 commenti

È chiaro che i veri protagonisti del film sono i bravissimi Franco e Ciccio: anche se nei titoli di testa appaiono come "partecipazione straordinaria" qui sono i veri mattatori! Il film, secondo me, anticipa le varie soldatesse, dottoresse militari, eccetera. In questo caso la Fenech viene anticipata dalla bellissima Katia Christine. Il risultato, tutto sommato, è piacevolissimo grazie anche agli altri bravi attori che fanno da contorno alla storia del film. Bravi Nino Terzo, Vittorio Congia e Nino Taranto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La smorfia di Franco Franchi.
I gusti di Geppo (Commedia - Erotico - Poliziesco)