Undine - Un amore per sempre - Film (2020)

Undine - Un amore per sempre
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/09/20 DAL BENEMERITO XAMINI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Xamini 30/09/20 17:49 - 1256 commenti

I gusti di Xamini

Fiaba che affonda nella mitologia, questo racconto si traveste da dramma sin dall'inizio, giocando su due bravi interpreti e soprattutto su una messa in scena asciutta, costruita attorno a colori naturali (ma meravigliosi: i capelli di lei su pareti ocra), con una cognizione perfetta dei tempi (ellissi dove non serve spiegare), giochi di sguardi ma anche un interessante utilizzo di qualche elemento ai fini narrativi (il plastico e uno zoom, per passare dalla rappresentazione al sentimento). Fallisce nella chiarezza ma non è una catastrofe, quanto piuttosto un invito alla riflessione.
MEMORABILE: Il corpo di lei sospeso controluce, dalle profondità; L'incontro e l'acquario.

Paulaster 21/01/21 10:29 - 4459 commenti

I gusti di Paulaster

Guida museale viene lasciata dal suo ragazzo e medita vendetta. Il conseguente amore a prima vista fa sì che l’incipit appaia solo come una forzatura e l’intreccio non risulti così efficace. Decisamente migliore il mescolare la natura all’uomo e la realtà all’immaginario. A tratti illuminante (con scelte che richiamano cromatismi alla Gondry) e poetico, nel finale. Interessante la parte sui plastici berlinesi come simbolo di cambiamento e di interazione sociale.
MEMORABILE: Il modellino di subacqueo nell’acquario; L’incontro fortuito tra le coppie; La vendetta in piscina.

Daniela 28/01/21 21:37 - 12699 commenti

I gusti di Daniela

Il giorno stesso in cui viene lasciata da Johannes, Undine trova un nuovo amore nel palombaro Christoph grazie ad un acquario galeotto che, frantumandosi, li inonda entrambi. Ma, al contrario di quel che sostiene il titolo italiano, l'amore può e forse deve cambiare natura... Ambientata a Berlino, città in evoluzione/ricostruzione, una bella fiaba romantica, malinconica come il volto di Rogowski ma anche passionale come i capelli rossi di Beer, misteriosa quanto la creatura che abita nelle acque scure del lago in cui i due amanti si immergono, si ritrovano, si dicono addio.
MEMORABILE: Il pesce gatto; Il corpo di lei che galleggia; La statuina del palombaro che passa di mano.

Pigro 21/02/21 13:54 - 9712 commenti

I gusti di Pigro

L’amore travolgente tra una ricercatrice e un palombaro riprende e trasforma la figura mitologica dell’ondina, con il suo potere ammaliante fra eros e thanatos, in una favola mélo dal sapore rétro. Gli accenni narrativi da intenso feuilleton si intrecciano con un profluvio di simbolismi e allusioni, tra urbanistica berlinese e acquaticità fluviale, che nutrono il marcato sentimentalismo con una riflessione sul rapporto con il passato e l’inganno della sua ricostruzione. Ma più dell’intellettualismo poté la passionalità.

Myvincent 26/06/21 06:53 - 3760 commenti

I gusti di Myvincent

Le varie facce dell'amore, cioè tradimento, rinascita, devozione, dubbio, si confondono in un territorio di confine, fra acqua e terra, fra aldiqua e aldilà, in questo film molto ispirato che parla di storie fra persone prese da quel demone che muove il mondo. Una donna viene brutalmente lasciata dal suo superficiale ragazzo, ma trova subito dopo un nuovo amore a cui non riuscirà a dare tutta se stessa, non senza rammarico. Il mito di Ondina trova una nuova possibile contemporaneità, sullo sfondo di una Berlino simbolo del rinnovamento di forme e contenuti.

Cotola 23/07/21 18:25 - 9087 commenti

I gusti di Cotola

Mollata dal fidanzato, Undine medita vendetta ma nello stesso giorno incontra Christophe che diventa all'istante il suo nuovo travolgente amore. Ma niente dura per sempre. Storia d'amore che rifugge le trappole della banalità e della convenzionalità. Petzold dissemina la storia di indizi, presagi, spunti - la rottura dell'acquario, la statuina del palombaro, la minaccia iniziale - ed alla fine tutto torna ed il cerchio quadra. Molto intriganti i discorsi sull'urbanistica di Berlino.
MEMORABILE: Il primo incontro tra Undine e Christophe.

Thedude94 27/12/21 23:52 - 1104 commenti

I gusti di Thedude94

Petzold mette in scena ottimamente questa storia particolare, definibile quasi come una favola urbana, che ha del fantastico nelle scenografie subacque e in alcune visioni dei protagonisti. Fanno la loro bella figura la Beer e Rogowski, che interpretano due personaggi strani ma molto realistici. Nonostante ci siano dei momenti poco comprensibili dal punto di vista logico e di sceneggiatura, la regia riesce a sopperire il tutto, in particolare nella scena finale, fotografata benissimo. Una storia ambientata in un contesto reale, ma che fa della fantasia e della favola il suo cardine.

Bubobubo 22/01/22 17:11 - 1847 commenti

I gusti di Bubobubo

Contravvenendo alla regola tacita per cui le metafore funzionano solo se non esplicitamente enucleate, Petzold costruisce - quasi come negativo di Yella - una trasognata storia d'amore attorno alla figura parlante di Undine (una Beer dalla bellezza angolare), intessendola di evidenti richiami fiabesco-mitologici la cui natura palingenetica riecheggia le trasformazioni contemporanee di Berlino. Manca qualsiasi sorpresa narrativa, ma l'opera dimostra di avere alcune buone frecce al proprio arco: merito, in gran parte, della buona spalla Rogowski e di un finale delicato, poetico.
MEMORABILE: Riappare Johannes (Matschenz); Il finale.

Giùan 5/03/22 10:41 - 4588 commenti

I gusti di Giùan

In der stimmung fur liebe, con l'urbanistica cangiante e pensosa di Berlino a far da contraltare raziocinante alle macerie sentimentali dell'autore di Hong Kong. Ed è questa assolutistica predisposizione all'amore di Undine (una Beer di volitiva bellezza e decisa caparbietà), castrante e accogliente assieme, a diventare la ragione d'essere del film e delle scelte stilistiche di Petzold, che testimonia una volta di più la sua peculiare abilità a destreggiarsi tra sensibilità ellittica e cerebralità visiva, riuscendo qui a costruire un inaccessibile castello dalle acquose fondamenta.
MEMORABILE: La rottura dell'acquario nel primo incontro tra Undine e Christoph.

Christian Petzold HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La scelta di BarbaraSpazio vuotoLocandina Il segreto del suo voltoSpazio vuotoLocandina La donna dello scrittoreSpazio vuotoLocandina Yella
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.