The killer shrews

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The killer shrews
Anno: 1959
Genere: animali assassini (bianco e nero)
Note: Aka "I toporagni assassini".
Numero commenti presenti: 3
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Gli "shrews" assassini in questione sono grossi toponi mutanti che il solito scienziato pazzo (Gordon McLendon, un miliardario che si guadagnò il ruolo finanziando il film) alleva finendo col perderne naturalmente il controllo. Un capitano e un mozzo di colore finiscono sulla sua isola causa uragano e fanno conoscenza con lui e i suoi collaboratori. Tutto questo comporterà lunghi e inutili dialoghi, purtroppo, che in un film di serie B tornano utili per allungare il metraggio senza dover spendere. Poi finalmente ecco apparire i mostri. In tutti il loro spendore, visto che il film è solare (pur nel suo bianco e nero) e non pare affatto vergognarsi di dare in pasto al pubblico creature invero piuttosto ridicole. Forse perché sì, è indubbio...Leggi tutto che truccare dei cani da topi per renderli più naturali nei movimenti è idea bizzarra, però funziona. Con un make-up "cattivo" al punto giusto, questi mostri sembrano muoversi molto meglio di tanti blasonati colleghi del periodo e il regista Ray Kellogg dimostra di saper sfruttare al meglio il suo passato di effettista dilettandoci con primi piani inquietanti e rendendo bene il clima di assedio alla casa in cui i protagonisti si rifugiano. Qualcuno potrà anche associare questi topo-cani ai muppets di Frank Oz, ma l'impressione è che rispetto alla media dei prodotti coevi analoghi THE KILLER SHREWS abbia una marcia in più. C'è un buon dinamismo nell'azione, un certo gusto nella scelta delle location e se si riesce a evitare di sorridere ci si può anche lasciar coinvolgere: i toponi che rosicchiano i muri non sono invenzioni da poco!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/08/06 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rufus68 11/02/18 00:03 - 3086 commenti

I gusti di Rufus68

Lo schema è quello classico stabilito da Hawks ne La cosa di un altro mondo: assedio da parte di minacciosa entità, scienziato matto ma paterno, figlia bona del detto scienziato, eroe americano, claustrofobia, tifo per gli assediati. Peccato che qui l'entità minacciosa sia rappresentata da un branco di topiragno (!), grossi come cinghialetti, che rosicano a tutto spiano. Poverello, ridicolo (il mezzo di fuga coi bidoni) e con niente da dire.

Anthonyvm 31/08/19 08:43 - 1938 commenti

I gusti di Anthonyvm

Spesso negli horror a basso budget, fra evidenti limiti realizzativi ed esecuzioni pedestri, a fare la differenza (e a consacrare il film alla memoria dei fan) è l'idea bizzarra del soggetto. In questo caso quasi dispiace che si sia optato per toporagni giganti: la pellicola aveva forza sufficiente a reggere un nemico più plausibile (come cani inferociti, dato che i soricidi sono interpretati proprio da cani "imparruccati"), la gestione della suspense è adeguata e certe efficaci scene d'assedio anticipano La notte dei morti viventi.
MEMORABILE: I toporagni si fanno largo per le pareti a suon di morsi; I pupazzi rozzi ma inquietanti usati per i primi piani sui mostri; Sorpresa dietro la porta.

Taxius 22/12/19 17:46 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Per guardare al meglio il film bisogna lavorare con l'immaginazione e far finta di essere in un drive-in americano degli anni 50 vestiti con un bel giubbotto di pelle in stile Fonzie. La trama è da tipico film con animali assassini e ci proietta in un'isola deserta con dei poveracci asserragliati dentro una baracca per difendersi da questi toporagni, che non sono altro che quattro cani mascherati. La tensione non c'è e le varie trovate dei protagonisti spesso risultano molto comiche ma nonostante tutto il film ha una sua anima e si fa vedere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Zender • 2/12/07 10:43
    Consigliere - 43525 interventi
    Fa parte dei cento film (realizzati tra il 1950 e il 1980) che Stephen King ritiene abbiano dato "un peculiare contributo al genere horror".
    (Fonte: S. King, Danse Macabre, 1981)
  • Homevideo Schramm • 21/10/18 21:30
    Risorse umane - 6710 interventi
    Uscita prevista a dicembre per Freak Video!!
  • Homevideo Xtron • 10/02/19 13:52
    Servizio caffè - 1831 interventi
    Il dvd FREAK VIDEO / HOME MOVIES

    Audio inglese
    Sottotitoli in italiano,inglese,francese,tedesco
    Formato video 4/3 fullscreen
    Durata 1h06m12s
    Extra: "Speciale:il cinema nelle fogne", trailer, curiosità, The Freaka Show

    immagine a 23:41

    Ultima modifica: 10/02/19 17:46 da Zender