LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/08 DAL BENEMERITO MARKUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/03/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 22/06/08 16:21 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Un anziano signore parte dalla Sicilia per andare a far visita ai suoi cinque figli sparsi in varie città d'Italia; li crede realizzati nella vita, invece... "Stanno tutti bene" è un concentrato di luoghi comuni e dialoghi ridicoli, oltre che di patetiche scene diciamo "poetiche" fini a se stesse (l'alce in mezzo l'autostrada!). Un film irritante; perfino il grande Mastroianni diventa insopportabile. Salvo solo il finale (non voluto) ironico, quando Mastroianni, sulla tomba della moglie, dice: "Stanno tutti bene"...

Pigro 14/12/08 10:26 - 7825 commenti

I gusti di Pigro

Anziano padre visita i figli in giro per l'Italia, scoprendone con amarezza i fallimenti. Un film struggente per una storia originale, imperniata sulla patetica figura di un vecchio (ottimo Mastroianni) incapace di comprendere la realtà che lo circonda. L'incomunicabilità in una famiglia abituata a nascondere la verità per troppo malinteso amore è raccontata da Tornatore con i toni discreti e soffusi della tenerezza, che a tratti rischiano facilmente di slittare verso una sdolcinata retorica.

Galbo 18/12/08 12:17 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Il rapporto tra realtà ed illusione è il tema portante del terzo film di Giuseppe Tornatore, storia di un padre che gira l'Italia per scoprire (contrariamente alle proprie aspettative) i fallimenti dei figli. Premesse buone sulla carta, ma film francamente deludente a causa di una sceneggiatura non ben sviluppata che si rifugia spesso nei luoghi comuni e un protagonista (il pur grande Mastroianni) poco a suo agio nella parte.

Stefania 15/03/10 13:24 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Alla ricerca dei figli non perduti ma lontani, dalla Sicilia a Torino, un pensionato che dell'ingenua speranza che i suoi figli "stessero tutti bene" si è sempre nutrito. Spesso fa un brutto sogno: sulla spiaggia una piovra glieli porta via uno ad uno, i suoi ragazzi: li scoprirà rapiti dai tentacoli della mediocrità, dell'opportunismo, del fallimento. Qualche ambizione sociologica di troppo per un film dalla vena decisamente sentimentale. Abbastanza enfatico, avrebbe guadagnato da una maggiore asciuttezza. Ottimo Mastroianni commosso ma composto.

Giacomovie 13/05/10 00:28 - 1352 commenti

I gusti di Giacomovie

Rimanda a Nuovo Cinema Paradiso per il percorso nostalgico, affrontato da un vecchio che va a trovare i 5 figli. Il risultato è un film non eccelso ma sincero su natura e sfumature dei legami familiari. Tramite il suo viaggio il personaggio del bravo Mastroianni riflette sulla vita sia con osservazioni dell’uomo vissuto che con l’ingenuità del vecchio tornato bambino. Sarà proprio il destino dei figli a fargli scoprire le amarezze della vita. Il film quindi, poco pubblicizzato ed apparentemente scarno, ha un preciso significato intrinseco. ***
MEMORABILE: “Quando una donna ti dice che non può più vivere senza di te, vuol dire che ti sta per lasciare”.

Neapolis 8/03/12 17:57 - 175 commenti

I gusti di Neapolis

Viviamo in un sogno e quel sogno a qualcuno impone che se un cosa risulta sgradita è meglio non saperla. Matteo è il novello Luca Cupiello di De Filippo; anche per lui è meglio far finta di niente fino al momento dell'impatto con la realtà. Matteo però non può rinnegare i valori su cui ha basato tutta la sua esistenza, in particolare quello della famiglia e il suo "Stanno tutti bene" ne è conferma. Nostalgico e commovente, con un Mastroianni in gran forma; ma Tornatore abusa con la retorica.
MEMORABILE: Lo "stanno tutti bene" finale.

Guru 1/04/12 10:05 - 348 commenti

I gusti di Guru

Una ricerca del passato nel presente caratterizza il lungo viaggio del protagonista. In alcuni passaggi è interessante vedere l’insistenza e la sottolineatura delle fasi salienti di una vita, in altri si perde il filo della ricerca per acquistare maggiore consapevolezza della realtà e della condizione di solitudine. Il tempo si ferma e la plasticità dei personaggi è ossessiva e maniacale. La verità affiora come un incubo crudele che porta via la gioia di vivere in una Porta Palazzo suggestiva e drammatica!

Lythops 12/05/13 09:01 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Un film che teoricamente sarebbe interessante visto che ha come tema l'infrangersi dei sogni di un vecchio genitore di fronte ai fallimenti dei figli figura, se vogliamo, della maschera che tutti indossano di fronte agli altri per non fare capire chi siano realmente. Purtroppo, come in molti film del regista, la retorica è di casa, spesso esasperante come l'assurdo ritornello "il vino si fa con l'uva". Ancora il piccolo Lo Cascio per sfruttarne il ricordo di Nuovo Cinema Paradiso, ma funziona poco. Sentimenti da bassa manovalanza, peccato.
MEMORABILE: Le scarpe sul filo alla stazione di Trapani, inquadratura comunque già vista in un film precedente.

Deepred89 17/07/17 13:11 - 3292 commenti

I gusti di Deepred89

Da un soggetto potenzialmente notevole (un Viaggio a Tokyo riletto come road-movie a tappe lungo il belpaese) Tornatore tira fuori una pellicola con buoni momenti ma appesantita da fastidiosi vezzi artistici che fanno a pugni con l'emozione che si vorrebbe creare. La regia, quando controllata, funziona, mentre la fotografia sconta la grana un po' televisiva tipica delle produzioni novantiane made in Italy. Mastroianni incide ma meno del previsto, così come la sceneggiatura. Non male, ma non il filmone che sarebbe potuto essere.

Il Dandi 25/08/18 07:13 - 1820 commenti

I gusti di Il Dandi

Un vecchio cullato nella speranza che i figli sparsi per l'Italia stiano "tutti bene" affronta un doloroso road-movie all'insegna della disillusione. Film non brutto, ma eccessivamente ammiccante (Tosca che emerge da sotto Castel Sant'Angelo), talvolta patetico (le finte lucciole) e in definitiva ipertrofico (le scene di massa con gli stop and go, difficilissime e infatti neanche tanto ben riuscite). Perfino il sommo Mastroianni appare centrato solo per brevi tratti (l'incontro con la Morgan) e il finale "a sorpresa" è in realtà prevedibile.
MEMORABILE: Il dialogo con Victor Cavallo di fronte a una Fontana di Trevi vuota e transennata.

Lou 16/10/20 17:27 - 972 commenti

I gusti di Lou

Un anziano vedovo siciliano raggiunge i figli che vivono senza troppa fortuna in cinque diverse città italiane. Tra eccessi di retorica e qualche riflesso felliniano, si distinguono alcuni elementi che fanno sì che il film di Tornatore venga ricordato: innanzitutto gli occhioni dell'ottimo Mastroianni ingigantiti dagli occhiali dalle spesse lenti, e poi, per enfatizzare l'incapacità di comunicare e di accettare la realtà, la bella idea di far apparire ancora bambini i figli che l'anziano padre incontra.

Victorvega 18/10/20 19:11 - 304 commenti

I gusti di Victorvega

Il viaggio di un padre che va a trovare a sorpresa i propri figli ricevendo un crollo nelle sue convinzioni, è idea semplice e sicuramente in grado di toccare l'animo ai più. Il rischio, in questo caso, è di essere troppo prevedibili e il film inevitabilmente non riesce a evitarlo; lo stesso finale non desta nessuna sorpresa. In ogni caso la storia è ben diretta e scorre bene, riuscendo a coinvolgere ed emozionare, e non è poco. Gran merito a Mastroianni, volutamente ripetitivo e imbruttito, a delineare un personaggio tenero e ingenuo.
MEMORABILE: Il cameo di Morricone.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Markus • 24/08/09 10:16
    Scrivano - 4795 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Markus ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Grazie Markus per le due soundtrack. Gran belle scansioni!
    Figurati, dovere.
    I cd sono stato fortunato a trovarli, sono davvero rari!

    Chissà se sono anche ricercati. Beh, questo è un Morricone quindi un suo mercato ce l'ha. Quella di Bigazzi invece... mah :)


    Si, sul Bigazzi temo che sono solo io il feticista di queste cose eheheheh
  • Homevideo Homesick • 28/02/10 09:39
    Capo scrivano - 1378 interventi
    Dal 6 aprile in dvd per Ripley Home Video.
  • Homevideo Markus • 17/04/10 12:27
    Scrivano - 4795 interventi
    ho acquistato il dvd della Medusa. Il suddetto dvd, ha la particolarità di avere l'audio commentary del regista Giuseppe Tornatore per tutta la durata. Una pratica ormai sciaguratamente abbandonata da tutti i produttori di dvd. Questo fatto rende l'acquisto appettibile. Sono sempre curiose queste cose.
  • Homevideo Noir • 18/04/10 22:34
    Galoppino - 575 interventi
    Bene, ottima notizia!!!
    Grazie per l'informazione.
    La qualità audio/video com'è?
  • Homevideo Markus • 19/04/10 09:38
    Scrivano - 4795 interventi
    Beh, direi più che accettabile e te lo consiglio, anche se chiaramente non sono stati fatti restauri.
  • Homevideo Noir • 19/04/10 11:48
    Galoppino - 575 interventi
    Ok, messo in ordine.
    Grazie ancora.
  • Discussione Ruber • 24/08/10 19:34
    Compilatore d’emergenza - 8999 interventi
    In uscita il 5 novembre il remake americano con De Niro nella parte che fu di Matroianni che va alla ricerca dei suoi figli in lungo e largo per gli USA, per vedere che vite hanno.
  • Discussione Markus • 24/08/10 22:09
    Scrivano - 4795 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    In uscita il 5 novembre il remake americano con De Niro nella parte che fu di Matroianni che va alla ricerca dei suoi figli in lungo e largo per gli USA, per vedere che vite hanno.

    Era quasi insopportabile il nostro italico, figurati questo americano che avrebbe anche l'aggravante del remake!
  • Discussione Samuel1979 • 16/11/15 16:15
    Call center Davinotti - 2952 interventi
    Con grande piacere noto la presenza del compianto attore e cabarettista palermitano Giorgio Li Bassi, qui presente nelle vesti di un capomastro dalle maniere poco raffinate.

    Ultima modifica: 16/11/15 18:31 da Zender
  • Discussione B. Legnani • 20/12/16 21:20
    Consigliere - 13914 interventi
    E' mancata Michèle Morgan, 96 anni.
    Fonte: pagina Fb di Roberto Poppi.
    Ultima modifica: 20/12/16 21:21 da B. Legnani