Miele di donna

Media utenti
Anno: 1981
Genere: erotico (colore)
Note: Aka: "Honey"; "Fleur de vice"; "Miel de mujer"; "Dulce piel de mujer". Musiche di Riz Ortolani.
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/10/12 DAL BENEMERITO GIACOMOVIE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giacomovie 19/10/12 10:45 - 1347 commenti

I gusti di Giacomovie

Con un racconto nel racconto Angelucci si serve di due angeli dell'erotismo che sanno innalzare il livello di sensualità: la vivace Clio Goldsmith dalla nudità spavalda e la procace Donatella Damiani, meno nuda ma ugualmente provocante col suo fisico prorompente. La trama principale è un po' misteriosa, mentre quella secondaria un po' tesa. Il loro intreccio, seppur molto elementare, funziona. Belle le musiche di Riz Ortolani.

Saintgifts 2/04/14 23:38 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Lento quanto basta per sceneggiare il breve racconto che una "scrittrice" impone di leggere, sotto minaccia di una pistola, a un editore. Clio Goldsmith non è solo perennemente svestita, il che fa guadagnare qualcosa a un film sotto certi punti di vista interessante (interesse purtroppo superato dalla incipiente noia), ma è valorizzata con primi piani espressivi - con begli occhi meravigliati - per ciò che scopre nella particolare pensione dove è appena arrivata. Ma c'è anche uno scultoreo Luc Merenda, per gli attenti occhi delle spettatrici.

Faggi 13/06/17 20:16 - 1502 commenti

I gusti di Faggi

Strano, imperfetto; non così estroso figurativamente (il materiale diegetico poteva essere trattato con occhio più inventivo dietro la mdp); non liquidabile come boiata. Inizio alla Buñuel? Se sì con eventuali e chiari limiti. Prosieguo ondivago con squarci sfingici, in un erotismo soffuso e controllato; suoni curiosi, personaggi altrettanto. Nuda la protagonista, statuario ed enigmatico Merenda, indefinibile la Spaak, composto Rey, giunonica la Damiani. Onironautica o fantasticazione intellettuale? Vedere per sapere.

Markus 12/07/17 09:14 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Un editore (Rey) sotto ricatto dell'autrice (Spaak) legge il suo romanzo e, magicamente, lo spettatore si troverà all'interno della "Pensione Desiderio", il luogo che fa da cornice alle vicende vagamente sexy della Goldsmith (allora reduce dai fasti de La cicala di Lattuada). In una malcelata ambizione autoriale, l'esordio registico di Angelucci lascia un po' perplessi: da una parte situazioni mai chiare che appesantiscono l'opera (tedio sempre dietro l'angolo) e, dall'altra, concessioni commerciali di quegli anni (nudità, morbosità).

Daidae 12/03/18 17:40 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Molto soft, molto raffinato e riuscito, nel suo genere. Azzeccatissima la scelta delle attrici, dalla bella e giovane Goldsmith alla giunonica Donatella Damiani. Sul cast maschile non mi pronuncio visto che restano tutti in secondo piano: Luc Merenda non dice una parola limitandosi a mostrare il muscoloso fisico, Rey si vede poco. Molto blando e leggero, ma se cercate un erotismo raffinato senza esagerazioni o sconfinamenti nell'hard questo film fa al caso vostro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.