LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/12/13 DAL BENEMERITO ZARATOZOM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zaratozom 26/12/13 13:00 - 56 commenti

I gusti di Zaratozom

Dramma umano di un poliziotto costretto suo malgrado a risolvere un enigma fin troppo facile per lo spettatore. Film che riesce solo nell’aspetto intimista dei caratteri e affonda miseramente nell’intreccio e nel noir. Peccato perché Orlando e Battiston sono convincenti e di mestiere, la debuttante Raffaelli è bella e credibile nei panni della complessa figlia dell’ispettore che cerca di riprendersi dal dramma della morte della moglie, ma lo svolgersi della trama lascia un po’ di torpore e indifferenza. Milano by night è così così.
MEMORABILE: Il filtro otturato della lavatrice.

Capannelle 29/12/13 15:06 - 3742 commenti

I gusti di Capannelle

Abbastanza flebile nello sviluppo, si capisce presto che non è nella trama il suo punto di forza; purtroppo anche come studio dei caratteri e sceneggiatura non trova il modo di spiccare il volo. I protagonisti sono il commissario e la figlia: Orlando svolge il suo mestiere ma il suo dilemma interiore è forse fin troppo studiato a tavolino mentre la Raffaelli avrebbe un viso interessante ma allo stesso tempo fa capire come siamo limitati in Italia quanto a interpreti giovani.

Paulaster 10/01/14 10:51 - 2863 commenti

I gusti di Paulaster

Sullo sfondo del poliziesco si realizza il dramma umano di una famiglia rotta. Trama che scorre semplice in un mini intreccio ma con uno svolgimento che resta slegato, anche se la regia prova a dar soluzioni particolari. Orlando nei soliti panni angosciati, la Ceccarelli con una espressione sola, la ragazza Raffaelli che supera la sufficienza e Battiston che non c'entra nulla. Durata breve che lascia interrogativi sugli sviluppi sociali, familiari, giudiziari. Di poca sostanza dove gli orizzonti erano ben più ampi.

Galbo 5/02/14 05:49 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Un tentativo apprezzabile di realizzare un noir italiano questo realizzato da Bruno Oliviero, che sulla carta mette sul tavolo gli ingredienti giusti; purtroppo il film non decolla mai e soffre di una certa sciatteria d'insieme, con un'ambientazione poco curata, una storia banale, personaggi poco interessanti e attori, in questa circostanza, mono espressivi (la Ceccarelli in particolare). Noioso.

Piero68 17/09/14 12:27 - 2780 commenti

I gusti di Piero68

Noir italiano con un Oliviero che cerca di rubare ai Maestri; ma è evidente che non ha né la stoffa né i numeri per tirare fuori un buon prodotto. Regia pencolante con una prova attoriale francamente scarsa. Incomprensibile anche la scelta del cast, visto che né l'eterno petulante Orlando né tantomeno il semiserio Battiston hanno le fisique du role per interpretare due sbirri scafati e avvezzi a un certo underground cittadino. Caratterizzazioni vuote e trama che presto si perde nel nulla. Atmosfere belle ma inutili. Salvo solo la fotografia.

Nando 18/09/14 13:17 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Una vicenda pietosamente inverosimile con sviluppi narrativi scontati dal primo fotogramma. L'argomento è sicuramente attuale e complesso, ma la lentezza e la rarefazione non convincono. Orlando è mono espressivo mentre Battiston accettabile. La Raffaelli, soprattutto nella parte finale, è fastidiosa. Le atmosfere noir meritavano qualcosa di meglio.

Saintgifts 22/09/14 17:46 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Storia inconsistente che sarebbe dovuta servire solo per evidenziare i drammi interiori dei protagonisti. Il condizionale è d'obbligo perché anche questi drammi, oltre a mancare di originalità, sono raccontati tenendo conto solo di come farli apparire, indagando su volti senza espressione con una fotografia, quella sì, che qualche idea ce l'ha. Protagonisti non adatti (salverei la Ceccarelli) che non aiutano una regia senza un carattere ben definito, sceneggiatura che non riesce a catturare alimentando solo una spossante noia.

Pessoa 23/09/14 00:18 - 1222 commenti

I gusti di Pessoa

Questo noir milanese non ha del noir né il ritmo in crescendo né la sceneggiatura densa. La piattezza generale coinvolge anche il bravo Silvio Orlando che insegue per tutto il film il suo personaggio. Alcuni bei campi lunghi di Oliviero denunciano il suo passato da documentarista, ma chi cerca emozioni forti deve rivolgersi altrove. Il fatto che abbia usufruito dei contributi statali denuncia il cattivo stato di salute del cinema italiano. Inutile ed evitabile.

Tarabas 7/10/14 12:38 - 1717 commenti

I gusti di Tarabas

Delitto nella Milano bene, anzi benissimo, dei nuovi grattacieli in zona Isola. Le indagini condotte da un ispettore autorecluso da tre anni nel suo ufficio (non ha superato la morte della moglie) conducono a un giro di babysquillo. Comincia molto bene, almeno visivamente, ma la parte noir si annacqua subito in un dramma familiare mal scritto e prevedibile. Cast fuori parte (Orlando non c'entra niente) o sprecato (la Ceccarelli ha due scene, Battiston sembra di passaggio). La Raffaelli non lascia nulla. Qualcuno ha parlato di Scerbanenco: non scherziamo.

Lythops 10/11/14 09:58 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Il film propone un tema interessante, è girato con cura ammirevole, ha diverse sequenze davvero degne di nota e un meditato sviluppo dei personaggi, da un lato attori un po' fuori luogo. Orlando è poco credibile come ispettore e troppo "studiato" nella parte così come poco convincente è il dirigente della sezione. La figlia, prevalentemente monoespressiva, forse ha una parte troppo difficile per l'età. Vivendo in tempi in cui il cinema italiano sa produrre poco e spesso a sproposito, l'opera di Oliviero fa eccezione comunque. Ed è un bene.

Vitgar 5/12/14 11:45 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Poco in tutto. Film lento e regia impacciata che cerca di riprodurre alcune situazioni dei polizieschi-noir di oltreoceano. Anche gli attori non sono, a mio avviso, adeguati per il ruolo e Silvio Orlando sembra capirlo. La trama è un alibi per inquadrare le problematiche familiari dell'ispettore Monaco con la figlia, ma l'intento psicologico non riesce a emergere.

Manfrin 29/12/14 17:05 - 329 commenti

I gusti di Manfrin

Piuttosto lento, buio, cupo. Dialoghi smozzicati, tristi situazioni familiari al centro di questo lavoro, impegnato e impegnativo, di Oliviero. Orlando e Battiston non si discutono, brava anche la Ceccarelli. Alla fine si resta però con l'animo carico di una certa oppressione intellettuale e morale. Rimane comunque un buon ritratto dei nostri tempi.

Ultimo 11/03/18 10:36 - 1383 commenti

I gusti di Ultimo

Pellicola di livello molto basso, con una vicenda gialla non sviluppata come dovrebbe. Il film parte a rilento e così rimane sino alla fine, senza nessun colpo di scena a tener viva l'attenzione dello spettatore. Il cast è di buon livello, ma parecchio sottotono (a partire dal protagonista Silvio Orlando). La durata ridotta permette di arrivare alla fine, ma non si arriva alla sufficienza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.