La Pantera Rosa colpisce ancora

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The return of the Pink Panther
Anno: 1975
Genere: commedia (colore)
Note: Sequel di "La pantera rosa".
Numero commenti presenti: 12
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 7/02/07 13:48 - 2761 commenti

I gusti di Caesars

Terzo film della serie (se si esclude L'infallibile ispettore Closeau di Bud Yorkin interpretato da Alan Arkin), riesce ancora a tenersi a galla grazie a una serie interminabile di sketch. Peter Seller nel ruolo del protagonista è come sempre formidabile ma non gli è da meno l'ispettore Dreyfuss interpretato da Herbert Lom. Divertenti le "trappole" che il fedele Cato tende al nostro eroe. Christopher Plummer nel ruolo che fu di David Niven non può che perdere il confronto.

Magnetti 19/04/07 10:04 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Terzo episodio della serie Sellers/Pantera Rosa, è anche quello che mi è piaciuto meno, pur rimanendo su livelli eccellenti. Le gag riuscite non si contano (Clouseau che controlla il telefono, al museo dopo il furto, sull'Ape gialla etc) ma manca un po' di storia, insomma è tutto sulle spalle di Peter Sellers. Inoltre si è voluta reinserire la figura del ladro ricco elegante e gentiluomo, ma Christopher Plummer non è David Niven e la sua compagna non è Claudia Cardinale (né Capucine). Dreyfuss meno in palla del solito. Comunque ottimo.

Puppigallo 29/04/07 13:58 - 4524 commenti

I gusti di Puppigallo

Bella la sigla con i disegni animati. L’idea dell’ex ladro, che per dimostrare la sua innocenza fa indagini parallele, è buona. All’inizio sembra un film serio (il furto è ben studiato) e c’è anche una sventagliata di mitra. Poi compare Clouseau (che tormenta un “cieco” che lo sfotte) e si torna alla gradita normalità comica. Buon ritmo e molte gag riuscite ("sìmia”, il primo Catoattacco, la bomba da fumetti, il naso perduto, il sistema antifurto, il tecnico, la porta girevole, indagine con aspirapolvere, al ristorante cinese). Notevole!
MEMORABILE: "Cato, non credevo uscissi così presto dall'ospedale. Hanno restaurato in modo eccellente la tua pelle gialla".

G.Godardi 8/05/07 17:48 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Edwards e Sellers riusumano il diamante rosa e il catastrofico ispettore per fini esclusivamente alimentari, e così faranno ogni volta che avranno bisogno di fare cassa. A distanza di ben 11 anni da Uno sparo nel buio arriva questa nuova avventura di Clouseau, sempre più spinta verso lo slapstick assoluto. L'impianto della trama è molto hitchcockiano, il film risulta divertente e non ancora troppo appesantito dalle gag di Sellers. Plummer prende il posto di Niven. Divertente.
MEMORABILE: Clouseau nella camera d'albergo che ne combina di tutti i colori.

B. Legnani 16/07/07 00:08 - 4778 commenti

I gusti di B. Legnani

Non m’ha convinto più di tanto, e lo trovo inferiore al successivo ...sfida l’Ispettore... sia al precedente Uno sparo nel buio, per me il migliore dell’intero lotto, dato che abbina una vera trama buffa ad un esplosivo Sellers. Qui siamo in fase di assestamento fra momenti surreali e trama: la serie sta sacrificando questa a vantaggio di quelli, ma qui non ha i risultati (migliori) che avrà il film successivo.

Lovejoy 18/12/07 22:44 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Terzo film della serie e, insieme al successivo La Vendetta Della Pantera Rosa, uno dei più fiacchi. Tolte due o tre sequenze fulminanti, infatti, il film ha un andamento altalenante e questo più che altro è dovuto alla storia di Litton, che rallenta troppo la storia finendo per annoiare. Sellers è comunque un uragano di comicità, come sempre, specie nella parte ambientata in Austria. Strepitosi Lom e Kwonk, come sempre. Grande, di nuovo, la colonna sonora di Henry Mancini.
MEMORABILE: Il campanello e la studio di Litton; Il taxi; La stanza d'albergo della sospettata; La sauna; Il caotico finale.

Pigro 28/12/08 08:40 - 7899 commenti

I gusti di Pigro

Continua la saga dell'ispettore più imbranato e catastrofico del cinema, e ormai la trama è pura sinopia di un affresco futurista di sequenze deliranti e gag surreali e strampalate. Impareggiabile, Sellers con i suoi compagni (a cominciare dall'ispettore capo interpretato da Herbert Lom) ci conduce in un vortice di non-sense, quasi alla fratelli Marx. Godibilissimo, anche se ormai meno originale dei primi.

124c 18/08/09 16:20 - 2778 commenti

I gusti di 124c

Dopo 10 anni d'assenza, Peter Sellers torna nei panni dell'ispettore Jacques Clouseau impegnato, come nel primo film, a dar la caccia a Sir Charles Litton, alias il Fantasma, che stavolta non ha il volto di David Niven ma di Christopher Plummer. Il risultato è un mix Anni Settanta fra La Pantera Rosa e Uno sparo nel buio, perché non si possono trascurare Cato e Dreyfus, veri co-eroi della saga dal film numero 2. Catherine Von Shell è molto bella, ma al suo posto non ci doveva essere Capucine?
MEMORABILE: I trasformsmi di Sellers, le sfuriate di Lom, i combattimenti di Burt Kwouk, il falso e il vero "Fantasma".

Galbo 21/08/09 07:22 - 11446 commenti

I gusti di Galbo

Il terzo film della serie sulla pantera rosa, ancora diretto da Blake Edwards appare non all'altezza di altri capitoli (specie Uno sparo nel buio probabilmente il migliore). L'accoppiata Edwards-Peter Sellers riesce ancora a divertire ma il film procede a sprazzi con momenti decisamente fiacchi. Efficace la presenza nel cast del grande Christopher Plummer.

Enzus79 27/12/10 15:37 - 1845 commenti

I gusti di Enzus79

Bello questo terzo episodio della saga della Pantera rosa, che però ho trovato nettamente inferiore ai primi due. L'unico punto in comune con gli altri è lo strepitoso Sellers, che si fa molto apprezzare (infatti si aspettano solo le scene con lui).

Rambo90 6/04/14 01:52 - 6425 commenti

I gusti di Rambo90

Edwards abbandona completamente la trama e preferisce dedicarsi ai disastri dell'ispettore Clouseau. Il film ci guadagna in ritmo ed è uno dei più divertenti della serie, soprattutto nei momenti in cui Sellers è lasciato da solo in qualche stanza, dove pure con oggetti semplici riesce a far danni. Insieme alla sua grande performance c'è quella di Herbert Lom, spalla ideale e dalla grande mimica facciale. Più convenzionale Plummer che entra (non troppo bene) nei panni che furono di Niven. Notevole.

Rigoletto 21/10/20 11:13 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Il transito da uno stile all'altro è compiuto: abbandonata la commedia brillante del primo film, nello spazio di un secondo passaggio cinematografico, Edwards approda a un'idea filmica lontana dall'originale eppure efficacissima. Clouseau (Sellers) è diventato persino caricaturale e lo stesso Dreyfus (Lom, gigantesco), col suo odio viscerale per l'ispettore combinaguai, diventa una freccia appuntita che nei suoi duetti macchiettistici colpisce e affonda, dando vita a siparietti divertentissimi. Nella serie è sicuramente uno dei più riusciti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Lucius • 6/09/15 00:05
    Scrivano - 8308 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 6/09/15 07:04 da Zender
  • Musiche Graf • 6/09/15 00:10
    Call center Davinotti - 906 interventi
    Lucius....musica troppo bella questa di Henry Mancini....cosi ironica, beffarda, canzonatoria...
    Ha lo stesso effetto umoristico di una gag visiva riuscita...
    Splendido l’inizio del brano, con l'inesorabile accumularsi di una suspense comica sottolineata dal sax.
    Ultima modifica: 6/09/15 01:31 da Graf
  • Musiche Lucius • 6/09/15 14:18
    Scrivano - 8308 interventi
    Infatti e si sposa benissimo con la verve del film di Blake Edwards.Concordo in pieno.