LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/03/08 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 26/03/08 14:41 - 2731 commenti

I gusti di Caesars

Film costruito su misura per esaltare le doti acrobatiche di Jean-Paul Belmondo (pare che non abbia fatto uso di controfigure nelle scene più pericolose). La storia vede un comissario di polizia indagare su un pericoloso maniaco sessuale che uccide le ragazze da lui ritenute di troppi facili costumi. Nel cast, oltre a quello del protagonista, spiccano i nomi di Lea Massari ed Adalberto Maria Merli. Niente di che, ma un film girato con robusto mestiere.

Daidae 27/07/09 02:59 - 2749 commenti

I gusti di Daidae

Spazia tra il noir e il poliziesco. Belmondo fa la parte del leone con una recitazione al solito ottima e delle gustose scene acrobatiche (girate senza controfigura). Bene il nostro Maria Merli e una particina anche per il romano Cianfriglia.
MEMORABILE: La scena nella metro.

Nicola81 8/12/09 16:04 - 1981 commenti

I gusti di Nicola81

Bel mix fra poliziesco e thriller che Verneuil dirige con un ritmo serratissimo e un innegabile mestiere nelle numerose sequenze d’azione. Forse i nodi della doppia indagine vengono sciolti in modo fin troppo semplicistico, ma il lunghissimo inseguimento che inizia sui tetti, prosegue in auto e si conclude nella metropolitana, vale da solo la visione. Sempre scanzonato, Belmondo calamita l’attenzione, ma Adalberto Maria Merli e Charles Denner non sono da meno. Lea Massari (la prima vittima) è sprecata. Non male le musiche di Morricone.
MEMORABILE: L'inseguimento e l'occhio di vetro di Merli.

Rambo90 28/03/10 15:27 - 6402 commenti

I gusti di Rambo90

L'inizio è buono, il personaggio interpretato da Belmondo è scanzonato e duro quanto basta per un prodotto del genere. Alcune scene acrobatiche sono davvero spettacolari (come il lungo inseguimento prima sui tetti e poi in metropolitana), ma dopo la prima metà il ritmo si allenta, la durata comincia ad essere eccessiva e rimane la solita storia thriller con lo psicopatico che uccide le donne da lui giudicate troppo facili. Comunque buona la prova del protagonista e anche quella di Merli come assassino.

Homesick 29/06/14 17:29 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Siamo a Parigi ma le musiche di Morricone e l’enfasi sull’azione – straordinari i lunghi inseguimenti sui tetti, in auto e in metro, oltre alla discesa dall’elicottero – apparentano questo poliziesco ai coevi esempi dell’Italia, che infatti coproduce. Belmondo ha metodi eterodossi, grilletto facile e, complice il doppiaggio di Pino Locchi, battuta pronta e autoironia; il quieto Denner gli offre una valida spalla e fanno bene la loro parte anche il killer psicopatico Merli, il gangster Cianfriglia e il severo Martin. Alquanto sensuosa la Moirin in accappatoio e pronta ad amorevoli massaggi.
MEMORABILE: Tutti gli inseguimenti; Belmondo appeso al balcone; la soggettiva dell’occhio di vetro; l’arresto dell’assistente universitario; a casa della Moirin.

Il Gobbo 15/03/15 11:40 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Felice ibrido fra polar e giallo all'italiana, di cui il buon Verneuil riprende stilemi visivi e situazioni canoniche. Ovviamente domina Bebel spaccone e acrobatico al suo solito, e le scene d'azione sono la parte migliore del film. Cui, specie verso la fine, non avrebbe nuociuto qualche taglietto (lo psicologo... ). Funzionali le musiche di Morricone.

Rufus68 27/09/16 22:00 - 3125 commenti

I gusti di Rufus68

Pura azione (sostenuta, ma non frenetica) che il fido Verneuil congegna grazie all'atletismo guascone di Belmondo. La trama si sdoppia senza difficoltà (un versante à la Callaghan/Scorpio e un altro in puro stile poliziottesco): a tener salda l'unità d'ispirazione (per così dire) è un deciso belmondocentrismo, che, tuttavia, lo spettatore, siamo sicuri, perdonerà a entrambi (regista e attore). Nulla di rilevante, ma ben diretto e senza sbavature.

Magi94 26/08/19 21:27 - 689 commenti

I gusti di Magi94

Curioso film francese che sembra saccheggiare da due generi italiani: il thriller argentiano con il serial killer maniaco, guantato e che tormenta le vittime e il poliziottesco nelle scene d'azione, soprattutto negli inseguimenti. La trama si lascia seguire con attenzione spassionata grazie a una regia che sa il fatto suo e non fa mai calare il ritmo. Quel che si vede non è di nulla di particolarmente nuovo e nemmeno Belmondo crea un personaggio che buca lo schermo, ma per l'intrattenimento puro è un film più che buono.

Herrkinski 16/06/20 22:15 - 5216 commenti

I gusti di Herrkinski

Strepitoso mix tra poliziesco e giallo/thriller che nulla ha da invidiare ai più blasonati esempi Usa dei 70s; il livello è molto alto, ricordando il cinema di Don Siegel (su tutti il primo Callaghan, anche nel tratteggio delle figure del pazzo assassino e del duro poliziotto). Straordinarie le molte sequenze d'azione, girate benissimo e con un Belmondo veramente atletico; contro ogni previsione funziona anche l'idea di unire due storie parallele (quella del bandito e del serial-killer) e l'intero cast offre belle prove, con un buon doppiaggio italiano. Assolutamente da recuperare!
MEMORABILE: L'inseguimento sui tetti; Sul tetto della metro; L'intervento dall'elicottero; L'occhio di vetro. 

Il Dandi 16/09/20 23:05 - 1821 commenti

I gusti di Il Dandi

L'ambientazione parigina è sfruttata al massimo del suo potenziale ma Verneuil, fra manichini baviani e inseguimenti mozzafiato, vi innesta motivi tipicamente italiani: il serial killer moralista di marca argentiana e il commissario di ferro da poliziottesco doc, complice lo score di Morricone e un Belmondo che non perde occasione per dimostrare di non soffrire di vertigini rifiutando la controfigura in stunt impensabili per qualsiasi attore odierno. Bebel è irridente e Merli odioso come solo loro sanno essere, sprecato purtroppo Denner come aiutante: un piccolo classico.
MEMORABILE: L'inseguimento sui tetti; I manichini; La soggettiva dell'occhio di vetro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.