Il cambio della guardia

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/04/09 DAL BENEMERITO MATALO!
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Matalo! 11/04/09 13:53 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Commediola niente di che, anzi furbescamente aggrappata al treno di Don Camillo/Peppone+film sulla Resistenza. Dire che i protagonisti sono bravi? Esornativo. Dobbiamo invece notare con grande piacere il ruolo non marginale di un giovanissimo Origene Soffrano alias Jimmy il fenomeno nel ruolo di un netturbino alquanto agitato. Tra i nazisti del finale il caro Gérard Herter, di spaghettiana memoria (ma c'è anche ne La grande guerra).

Rigoletto 10/09/18 08:10 - 1714 commenti

I gusti di Rigoletto

Nel pieno del loro successo, Fernandel e Gino Cervi, diretti da Giorgio Bianchi, mettono su un filmetto poco convincente che forse piacerebbe di più oggi rispetto al passato. Ed effettivamente la loro presenza è l'unica cosa che non manda il pop-corn di traverso. Al di là di certe vistose forzature, però, anche la loro maestria non può nulla contro la pochezza di un film che, nato come commedia, oggettivamente non fa ridere ma è comunque utile per rammentare come si faccia in fretta a cambiare colore per tornaconto personale.

Rambo90 11/02/20 16:21 - 7064 commenti

I gusti di Rambo90

Una commedia sulla resistenza poco divertente, che sfrutta la coppia Cervi/Fernandel senza dotarli di una sceneggiatura degna. I due sono comunque bravi e grazie al loro mestiere qualche volta si sorride, mentre la storia si fa subito ripetitiva con i vari spostamenti di cadavere e i cambi di potere. Poco aggiunge il resto del cast, così come la regia di routine di Bianchi.

Pessoa 21/01/22 19:00 - 2107 commenti

I gusti di Pessoa

La priorità era quella di mettere Cervi e Fernandel uno di fronte all'altro per sfruttare il successo della saga di Don Camillo (anche se questa volta è il secondo a fare il sindaco), ma esauritasi quasi subito l'idea di fondo, resta una vicenda prolissa e poco interessante, sceneggiata senza troppa cura. Qualche risata scappa grazie al talento dei protagonisti, ma il film non decolla mai e la ricostruzione storica è troppo macchiettistica mentre il peso degli anni passati si sente tutto. Una pellicola che si può anche tralasciare, se non si è particolarmente appassionati del genere.

Giorgio Bianchi HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Mauro • 24/11/19 22:27
    Disoccupato - 10769 interventi
    In questo film recitano per la prima volta assieme Fernandel e suo figlio Franck:

  • Discussione B. Legnani • 20/10/20 15:50
    Consigliere - 14562 interventi
    A quanto dice Aldo Florio, Leone diresse le riprese delle prime settimane.
    Qua, a 0'50": https://www.youtube.com/watch?v=ayZhuwppLT0
  • Discussione Daniela • 20/10/20 17:52
    Gran Burattinaio - 5804 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    A quanto dice Aldo Florio, Leone diresse le riprese delle prime settimane.
    Qua, a 0'50": https://www.youtube.com/watch?v=ayZhuwppLT0

    Leone ne accenna in C'era una volta il cinema, subito prima di passare a parlare di Sodoma e Gomorra di Aldrich.
    Si tratta appunto solo di un accenno:

    In che modo ha partecipato al Cambio della guardia?
    Ho girato una settimana per dare una mano al produttore, in attesa che Giorgio Bianchi si liberasse per portarlo a termine. Era una proposta assurda, come quel film adattato da un romanzo di Charles Exbrayat. Gli italiani erano rappresentati come delle caricature per turisti. Ho provato a sistemare le cose. Ma non me ne sento l’autore.

    Ultima modifica: 20/10/20 17:54 da Daniela
  • Discussione B. Legnani • 20/10/20 18:47
    Consigliere - 14562 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    A quanto dice Aldo Florio, Leone diresse le riprese delle prime settimane.
    Qua, a 0'50": https://www.youtube.com/watch?v=ayZhuwppLT0

    Leone ne accenna in C'era una volta il cinema, subito prima di passare a parlare di Sodoma e Gomorra di Aldrich.
    Si tratta appunto solo di un accenno:

    In che modo ha partecipato al Cambio della guardia?
    Ho girato una settimana per dare una mano al produttore, in attesa che Giorgio Bianchi si liberasse per portarlo a termine. Era una proposta assurda, come quel film adattato da un romanzo di Charles Exbrayat. Gli italiani erano rappresentati come delle caricature per turisti. Ho provato a sistemare le cose. Ma non me ne sento l’autore.

    Apperò. Grazie.
    Decida Zender cosa fare.

  • Discussione Zender • 21/10/20 07:45
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Ok, aggiunto come n.c.