I 13 spettri

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Thir13en Ghosts
Anno: 2001
Genere: horror (colore)
Regia: Steve Beck
Note: Remake di "13 ghosts". Aka "I tredici spettri", "Thirteen ghosts".
Numero commenti presenti: 18
Papiro: elettronico
APPROFONDIMENTI: L'horror del 2000

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Vorrebbe essere un omaggio ai B-movies di un tempo (13 SPETTRI era di William Castle, più famoso per i suoi “gimmick” in sala che per i film veri e propri) ma, nonostante dietro vi sia la mano di due megaproduttori hollywoodiani come Zemeckis e Joel Silver, questo horror “modernista” non funziona proprio. Perché non c'è suspense, non c'è stile, è solo un giocattolone tecnologico dove i flash continui, gli ossessivi scatti del montaggio, i mostri/fantasmi del titolo, si fondono in una sarabanda di effetti speciali monotona, senza sbocchi. La situazione, dopo venti minuti, è chiara: c'è una famigliola (la madre però è morta da poco in un incendio) che eredita da uno zio...Leggi tutto ghostbuster (l'intramontabile F. Murray Abraham) una casa zeppa di trucchi meccanici, che sarebbe una manna per Indiana Jones ma che per loro è solo fonte di disgrazie. Anche perché i due ragazzotti che si ritrovano lì assieme a loro e che erano antichi collaboratori dello zio defunto sono più spaventati che in gamba. Sono lì per spiegare a noi come funziona la casa trappola, in pratica, con questi dodici spettri che liberati (e visibili solo attraverso occhiali speciali) vi scorrazzano tentando di combinare più disastri possibile. La regia di Steve Beck è dozzinale, il tentativo di innestare azione e una piccola dose di humour fracassone in un contesto horror cercando di sedurre il pubblico giovane drogato dai videogiochi produce un film che, in definitiva, col genere al quale vorrebbe appartenere c'entra poco. La differenza dovrebbero farla le scenografie, in una casa zeppa di curiosità, trabocchetti, pareti trasparenti, spigoli impossibili... ma non sono sufficienti, e anche il make-up dei dodici spettri non è davvero niente di esaltante. Baracconesco.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 7/08/07 00:10 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Caotico remake, reso fracassone da una marea di effetti speciali che, per quanto riusciti, annebbiano il senso di mistero e, di conseguenza, di tensione. Produzione della Dark Castle Entertainment, l'anno successivo responsabile del (appena) sufficiente Ghost Ship, anch'esso diretto da Steve Beck. Girato a Vancouver, come buona parte degli horror del nuovo millennio, vanta un cast d'attori preparati e convincenti: motivo in più per vedere con occhio critico questo sperpero di buone risorse. Patetico.
MEMORABILE: Un uomo diviso in due da una porta scorrevole ispirerà il delitto di "massa" iniziale sulla "Nave Fantasma"...

Ciavazzaro 11/04/08 14:53 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Il tentativo di fare un remake del classico di William Castle è davvero malriuscito. Infatti le abbondanti dosi di sangue e i fantasmi contenuti nell'enorme casa-specchio fanno rimpiangere l'originale in bianco e nero. E anche gli attori non aiutano. L'unica parte che può apparire interessante è il prologo. Da evitare, sconsigliato pure agli appassionati dell'horror moderno.

Brainiac 20/03/09 12:47 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Film anomalo: gli effetti speciali, curati dal solito trio Nicotero e via dicendo sono truculenti ed hanno una resa veramente "orrorifica", senonchè il film ha una confezione totalmente innappropriata che sembra quasi essere targettizzata verso la famigliola americana tipo. Veramente inspiegabile, ne poteva uscire un solido film horror. Invece si salvano solo l'ottimo piano sequenza iniziale (se non sbaglio copiato pari pari da Shyamalan per Signs) in cui in pochi secondi la casa muta svelando il tragico prologo e un paio di personaggi allegramente "piegati" a metà. **!.

Daniela 19/03/09 10:47 - 9625 commenti

I gusti di Daniela

E' come sfogliare un (ipotetico) album di figurine Panini avente per oggetto "Campionato horror 2000/2001": l'ambientazione nella casa/trabocchetto è suggestiva, alcuni personaggi sufficientemente orrifici, i trucchi ben fatti, ma manca una storia in grado di avvincere, far sobbalzare sulla sedia, tenere sul fiato sospeso o creare inquietudine. Se il regista si fosse preso meno sul serio, poteva venirne fuori una parodia sui luoghi comuni del genere. Così com'è, lascia il tempo che trova. Da salvare Shalhoub (ma solo perchè è lui è Monk).

Greymouser 9/05/10 02:00 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Un po' difficile dare un giudizio compiuto su un film che parte bene, e poi si adagia su una storia piuttosto monocorde in bilico fra horror-comedy e qualcosa di più serio. Il piatto forte è sicuramente rappresentato dalla confezione, perchè il regista ci sa fare con la macchina da presa ed ha fantasia macabra da vendere, le ambientazioni e gli effetti speciali sono decisamente godibili. Bello a metà.

Mickes2 19/03/11 18:58 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Pellicola imbolsita da uno script deficitario a cui si deve aggiungere una sceneggiatura alquanto mediocre. Scopiazzando qua e là l’idea del labirinto a settori de Il Cubo e l’idea degli occhiali da Essi vivono, la pellicola si dipana esclusivamente tra situazioni che puntano a far saltare dalla sedia lo spettatore non riuscendoci affatto, a mio avviso. Tensione prossima allo zero, alcuni dialoghi forzatamente sopra le righe e fuori luogo. Regia anonima e attori che di conseguenza sembrano un po’ dei pesci fuor d’acqua.

Buiomega71 13/04/11 01:25 - 2296 commenti

I gusti di Buiomega71

Boiata colossale, forse il peggior horror mai girato! L'inizio sembrava promettere bene, nel cimitero delle auto, poi cominciano a entrare protagonisti che definire insopportabili è un eufemismo. Si va di male in peggio con la casa hi-tech, e la convenzionalità più noiosa e becera prende il soppravento. Da fucilazione l'happy end stile new age, tra i più tremendi visti in vita mia. Beck si salverà in corner con Nave fantasma e non è che ci voglia poi molto per far meglio di questa sonora bidonata. Atroce in tutti i sensi, da evitare con cura.
MEMORABILE: Il look degli spettri, agghindati dal magico trio KNB. Ma più che minacciosi fantasmi, sembrano mutanti usciti da un truce post atomico!

Galbo 16/04/11 07:24 - 11446 commenti

I gusti di Galbo

Horror molto curato nella componente scenografica e degli effetti speciali che piaceranno ai patiti del genere. Narrativamente purtroppo il film di Beck è piuttosto inconsistente con personaggi di scarso spessore, peraltro interpretati in modo anonimo da attori non particolarmente dotati.

Piero68 27/09/11 10:44 - 2780 commenti

I gusti di Piero68

Più che un horror sembra una parodia di mostri di Brooksiana memoria. Viene più da ridere che spaventarsi, nel guardarli. Per farla breve il film è una gran fregatura, interpretato mediocremente da attori semi sconosciuti, con una trama labile quanto ridicola e senza nemmeno un pizzico di atmosfera. Un paio di morti fatti a metà e nulla più. Irritante come al solito la recitazione di Shalhoub e con un sonoro da schiaffi che costringe costantemente a lavorare di volume, visto il basso livello del parlato e l'altissimo livello invece degli effetti.

Kekkomereq 24/11/11 21:22 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Diretto discretamente, ma è la sceneggiatura il punto debole: nella casa abitano fantasmi che puoi vedere solo con occhiali speciali? Visivamente il set è decorato in maniera spettacolare, sembra di stare dentro al meccanismo di un orologio e anche l'idea della casa di vetro è molto originale. Una buona sequenza era quella iniziale, ambientata in un deposito, veramente avvincente. Concludo ripetendo che visivamente il film è piacevole e anche grazie a F. Murray Abraham si risolleva dalla mediocrità.

Rigoletto 7/05/12 17:46 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Molto efficace come macchina d'effetti speciali (la casa è visivamente un gioiello), ma non si può dire altrettanto per la contorta sceneggiatura. Preso nel suo insieme è un film che riesco comunque a vedere senza poi pentirmene (a patto di non aspettarmi la luna...). Mi consola la scelta di Murray (attore di strepitosa bravura), che riesce impreziosire ogni scena in cui appare. Non male anche Tony Shalhoub (noto per la serie Monk) e Embeth Davidtz (Helene Hirsch in Schindler's list). **1/2

Myvincent 7/04/14 07:51 - 2602 commenti

I gusti di Myvincent

12 spiriti intrappolati in una diabolica casa di vetro aspettano il sacrificio di un uomo generoso per trovare la giusta pace. L'idea del marchingegno a orologeria è originale, ma dopo un po' annoia e si traduce in un horror farsesco a cui si aggiungono, purtroppo, l'espressione perennemente attonita di Matthew Lillard e quella scialba di Tony Shalhoub. Solo F. Murray Abraham fa risalire le quotazioni.

Taxius 29/05/15 11:38 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

L'idea di partenza era molto interessante, peccato che sia stata sviluppata male. Abbiamo la solita famigliola che si ritrova a combattere contro 13 fantasmi per novanta minuti e dove non succede praticamente nulla; fosse stato impostato come uno slasher probabilmente sarebbe stato meglio. Gli effetti speciali e l'ambientazione non sono male, ma sono troppo poco per rendere interessante il film.

Rufus68 7/11/17 22:41 - 3147 commenti

I gusti di Rufus68

Semplicemente inguardabile. Una trama né horror né fantasy né niente: un'accozzaglia di effetti pacchiani, rumori stordenti e sciocchezze gratuite buttate lì per fare sensazione. Un ammasso di materiale talmente insensato (gli spettri, la casa delle meraviglie) che ha il potere di indurre a gettare la spugna della ricerca di un pur minimo filo logico. Insopportabile la famigliola protagonista, a cominciare dall'inutile moccioso.

Jena 18/11/17 14:43 - 1216 commenti

I gusti di Jena

Nel deserto dell'horror di inizio millennio una piccola sorpresa. Una trama a base di magia e porte infernali, degli ottimi effetti speciali (di Nicotero/Berger) con CGI limitata e ben usata, dei mostri abbastanza originali (in particolare ricordo lo sciacallo o il bambino mostruoso o il Moloch), un livello di splatter alto, infine alcuni ottimi attori come Shalhoub e Murray Abraham piuttosto convinti (ma c'è anche il maudit Lillard sempre gradito dai tempi di Scream). Dietro ci sono nomi grossi in produzione come Joel Silver e Zemeckis. E si vede!

Gabigol 6/12/17 14:40 - 418 commenti

I gusti di Gabigol

Se la location - il film di Natali è citato abbastanza esplicitamente - è interessante a livello estetico e, soprattutto, per le potenzialità narrative su cui si può giocare, lo stesso non si può dire della storia monocorde, che viene partorita a fronte di una sceneggiatura mediocre. Le vittime sono lampanti sin dall'inizio, difetto che spalanca voragini di buonismo edificante al termine del film; la giostra di orrori messa su dalla casa si fa carico di troppe apparizioni, le quali si calpestano i piedi a vicenda e azzerano la paura.
MEMORABILE: Sciacallo, Tritacarne e Donna Adirata gli unici tre spettri dalla bella resa estetica; Decenti un paio di scene gore.

Anthonyvm 29/01/19 00:03 - 2116 commenti

I gusti di Anthonyvm

Rivisitazione piuttosto curiosa del piccolo, divertente film di Castle. A parte qualche breve spunto, il plot differisce totalmente dall'originale, traslando il tutto in chiave grottescamente futurista. L'insieme non convince sempre, ma i diversi (e molti!) elementi che lo compongono (la villa e il suo design, il make-up dei fantasmi e la loro caratterizzazione) sono interessanti quanto basta. Certo, le svolte comiche sono penose, spesso non si ha idea di quale strada il regista volesse prendere (horror barkeriano, commedia?), ma resta decente.
MEMORABILE: Il taglio a metà dell'avvocato, piuttosto originale; L'aspetto degli spettri; Il fatto che ogni minuto salti fuori un volto noto in mezzo al cast.

Lupus73 24/10/20 14:27 - 680 commenti

I gusti di Lupus73

Un tale (e i suoi figli) si trova in eredità dal ricco zio una strana villa che nasconde segreti legati agli spettri intrappolati. Ben confezionato ma con una sceneggiatura piuttosto debole che per quasi tutta la durata si basa sui protagonisti che lottano/sfuggono agli spettri fino a mezz'ora dalla fine, in cui c'è l'interessante spiegazione esoterica dal libro che parla dello zodiaco nero. Le cose veramente ottime sono l'architettura della villa hi-tech/esoterico-occultista e la resa visiva (trucco, vestiario, eccetera) dei vari spettri. Qualche effetto splatter e tanta noia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 10/12/11 00:59
    Scrivano - 15035 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Sony Pictures:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Francese
    5.1 PCM: Italiano Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Arabo Francese Olandese
    * Extra Dietro le quinte
    Commento audio
    Storie di fantasmi