Gattaca - La porta dell'universo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Gattaca
Anno: 1997
Genere: fantascienza (colore)
Numero commenti presenti: 30
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

GATTACA (il titolo proviene dall’abbreviazione di un codice genetico conosciuto da tutti i biologi) fa parte di quel filone della fantascienza che racconta di uomini coraggiosi che si battono (illegalmente) per contrastare la forzata omologazione che si pensa esisterà nel futuro. Qui Ethan Hawke, concepito “naturalmente” a differenza del fratello super efficiente, sogna di imbarcarsi per le stelle ma sa di non poterlo fare perché classificato come “non valido”, qualifica cui vengono preferiti, ovviamente, i “validi” e cioè coloro i quali sono stati manipolati durante lo stato fetale in modo da nascere geneticamente perfetti. Il film è condotto molto rigidamente, secondo una regola non scritta della fantascienza “seria”...Leggi tutto per cui un buon film di s/f non può essere caciarone, ridondante, tutto effetti speciali ma piuttosto riflessivo, ragionato. In realtà non è tale regola che può distinguere la buona dalla cattiva fantascienza quanto piuttosto l'originalità, ad esempio; e sotto questo aspetto GATTACA non brilla: è in fondo una storia di “doping”, mascherata da fantascienza, in cui non tutto gira come dovrebbe a cominciare da Uma Thurman, la cui presenza è palesemente superflua. Il regista è bravo invece a scegliere i colori giusti (aiutato da una fotografia molto moderna, alla X-FILES, in cui risaltano i verdi contrastati sui neri), a volgere in suo vantaggio la freddezza espressiva di Ethan Hawke, e può contare su una sceneggiatura che, seppur priva di qualsiasi accento ironico o di qualunque frase memorabile, segue un filo logico ben preciso ed è coerente fino alla fine. GATTACA è fantascienza minore, fors’anche di serie B, ma superiore ai tanti prodotti senz’arte né parte che infestano da sempre il genere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 23/03/07 20:03 - 1925 commenti

I gusti di Fabbiu

Davvero piacevole, molto bello e anche molto interessante, soprattutto perché con la "scusa" della fantascienza vengono affrontati temi che potrebbero essere considerati come critica di materie sociali: la clonazione in primis, l'emancipazione e la conseguente pirateria, ma anche la passione e i desideri; ma tutto questo senza dover allacciarsi a falsi o veri moralismi, e tutto in una chiave di thriller fantastico molto gradevole. Bei colori e buone interpretazioni.

Caesars 21/11/07 09:07 - 2654 commenti

I gusti di Caesars

Fantascienza, ma di quella che non deve ricorrere a mirabolanti effetti speciali per conquistare gli spettatori. Qui di fantascientifico c'è solo l'ambientazione futura, in cui gli uomini vengono discriminati a seconda che essi siano nati naturalmente (classificati non validi) oppure attraverso manipolazioni genetiche (validi). Trama interessante ben sviluppata da Andrew Niccol; Ethan Hawke, pur non espressivissimo, interpreta bene il suo personaggio, ma molto meglio di lui fa, in un ruolo secondario, il grande Alan Arkin. Buono.

Redeyes 22/01/08 20:21 - 2126 commenti

I gusti di Redeyes

Film lungimirante che tocca i temi dell'eugenetica ma non ne rimane eccessivamente abbagliato e riesce comunque a donarci una trama avvincente. Finale con lietofine pur comunque agrodolce. Approfondimento dei personaggi non pregnante ma nemmeno sfuggente. Il cast di attori dà certamente una mano a Niccol.
MEMORABILE: L'ultima "doccia" di Jude Law.

Pol 23/04/08 10:21 - 589 commenti

I gusti di Pol

Un buon thriller di ambientazione fantascientifica che nonostante una sceneggiatura a tratti banale riesce a ritagliarsi il suo spazio nella memoria dello spettatore. Il tema "genetico", per quanto non sia particolarmente originale, è interessante e viene ben trattato dal regista che guarda più la sostanza che la forma (effetti speciali molto contenuti). Il cast fa il suo dovere senza strafare, ma sopra gli altri spiccano Jude Law ed Alan Arkin. Promosso.
MEMORABILE: "Forse non sto partendo. Forse sto solo tornando a casa."

Galbo 1/05/08 17:36 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

Interessante film di Andrew Niccol (è la sua prima opera) che (seppure talora in modo blando e poco incisivo) pone interessanti ed attuali questioni come la clonazione, la ricerca e la selezione genetica. Sceneggiatura ben scritta, con buona costruzione della tensione (il film è un thriller sebbene piuttosto atipico) e particolare cura dell'ambientazione con un'efficace e avveniristica scenografia. Adeguati gli interpreti.

Renato 24/02/09 12:59 - 1512 commenti

I gusti di Renato

Un buon film, caratterizzato da una bella sceneggiatura (scritta dal regista Andrew Niccol) e da un'ambientazione molto curata e funzionale alla storia. Infatti secondo me l'aspetto visivo prevale addirittura sulla trama, specialmente nella parte finale quando la struttura da thriller diviene per forza di cose più evidente; ma anche così è un film che si segue volentieri pur non essendo appassionati di fantascienza. Bravissimi tutti gli attori.

Cotola 25/02/09 21:02 - 7399 commenti

I gusti di Cotola

Discreto film di fantascienza che può contare su alcuni buoni ingredienti tra i quali soprattutto una bella sceneggiatura e ambientazioni estrememente curate e funzionali allo svolgimento della storia. Non male anche gli attori. Confezione di grande professionalità. Passato in sordina nei cinema, merita di essere recuperato pur non essendo nulla di eccezionale.

Cif 1/03/09 13:46 - 272 commenti

I gusti di Cif

Davvero un gran bel film. Eccelllente trama, all'inizio appare un semplice film di intrattenimento, una fantascienza ludica, poi si evolve aprendo delle problematiche di grande rilievo ed attualità. Un film sull'uomo e sulla forza di volontà, che prevale persino sulla selezione genetica. Forse la migliore performance di Ethan Hawke, semplicemente perfetto. Ottimi effetti visivi. Imperdibile per gli amanti del genere ed anche per tutti gli altri. Bravissimi anche gli altri attori, Law e la Thurman. 4 pallini pieni.
MEMORABILE: L'inattesa e spontanea copertura da parte del "controllore di urine".

Pigro 28/03/09 09:48 - 7697 commenti

I gusti di Pigro

Si infiltra tra gli esseri nati dall'ingegneria genetica per poter viaggiare nello spazio: storia bellissima, oltre che inquietante, con un tema fantascientifico sì ma non troppo. Potente è il confronto tra il valido sulla sedie a rotelle e il non-valido che può tutto: la relazione tra i due è ricca di sfumature tutt'altro che scontate. Bellissime le ambientazioni in ampi spazi architettonici vuoti e asettici, evocativi anche per l'eccellente fotografia. Qualche incongruenza non indebolisce il fascino della pellicola. Un'opera prima folgorante.

Matalo! 18/05/09 18:08 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Un piccolo film in parte memorabile, simile ad una lunga puntata di "Ai confini della realtà"; sebbene non un capolavoro (e neanche vuol esserlo) intriga la lunga risalita di Hawke verso la meta; il parallelo conl'ex perfetto Law (attore spesso interessante) è sintesi del concetto che il determinismo genetico e l'ambiente non sono gli unici due fattori determinanti la persona umana. Uno di quei film che seppur in sordina affascinano anche grazie alla scelta di essere "piccoli film".

Daniela 20/05/09 08:55 - 9075 commenti

I gusti di Daniela

Un film interessante ed originale, a metà strada fra la fantascienza ed il thriller, che curiosamente coniuga l'esaltazione della natura (la volontà dell'essere imperfetto, nato dall'unione fra un uomo ed una donna, prevale rispetto alla programmazione genetica della perfezione) con una messa in scena "fredda", trattenuta, controllata come è controllato in ogni momento della giornata il protagonista - l'ottimo Hawke - che deve celare la sua vera natura utilizzando il corpo (sangue, urine, capelli) di un altro. Ansiogeno e affascinante.

Barbapapà 8/07/09 15:53 - 33 commenti

I gusti di Barbapapà

Un po' asfittico e dalla dimensione televisiva; ma anche in piccola parte toccante. Solo che penso che questo è un film, che peraltro ho visto al cinema, e vale come una puntata delle storiche serie di Rod Serling. Quindi secondo me un po' lascia il tempo che trova. Attori convincenti. Non ha e non vuole avere la forza di essere un bel film "medio", ma ci si avvicina.

Rebis 10/07/09 18:33 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

"Desiderare". Etimologicamente: cessare di mirare le stelle; per estensione di significato, raggiungerle. Superare i limiti dell'umano, la codifica biologica del DNA e ridefinire il proprio destino e l'identità secondo i parametri del possibile. Fantascienza distopica - quindi british nell'anima - valica il pessimismo antropologico ripristinando la libertà dell'uomo nello spazio di autodeterminazione eroica del singolo. Le scenografie asettiche e congelate, invase dalle musiche di Nyman, riecheggiano la cifra di un'umanità in via d'estinzione. In funzionale algida posa i giovani interpreti.

Capannelle 12/07/09 16:16 - 3688 commenti

I gusti di Capannelle

Buon esordio del Niccol per un film che di s/f ha poco, se non per le ambientazioni sottolineate da una particolare fotografia. È più una riflessione sulla selezione della razza e sulla forza d'animo di chi si trova nel gruppo di serie B. Con accenti da thriller più o meno riusciti. Ottimi Ethan Hawke e Jude Law, poco sfruttata la Thurman. Bravo anche il compositore Nyman, che aveva lavorato spesso con Greenaway. Magari al regista non riesce di chiudere il cerchio ma rimane un film non banale.
MEMORABILE: Quello sfregarsi frenetico e continuo del protagonista, per eliminare traccie residue.

Animalo 12/05/10 19:18 - 31 commenti

I gusti di Animalo

Per essere un film d'esordio è molto originale e ben fatto, spazia dal tema distopico della selezione dei geni al thriller. Gli attori fanno bene il loro lavoro con le numerose occasioni di esibizione recitativa, come il rapporto tra il "perfetto" sula sedia e "l'imperfetto" sano, o il rapporto tra i due fratelli. La musica di Micheal Nyman (mai troppo varia o "impicciona") agevola l'introduzione dello spettatore in questo possibile futuro prossimo.

Harrys 11/01/12 18:16 - 680 commenti

I gusti di Harrys

Distopia che propone la variante del "Grande Fratello" biologico, per ampi tratti cinica, granitica, senza appigli, per poi porgere il lato romantico e poetico della guancia, vero e proprio evergreen della fantascienza urbana. Fluido, ben confezionato, imperniato su una precisa tematica, sviscerandone adeguatamente i risvolti; un tipo di cinema riconciliante, che mostra tutta la sua efficienza grazie alla schiacciante prova del tempo: una decade e mezzo dopo la "lettura" del DNA a scopi selettivi è divenuta più che realtà, una triste evenienza. ***1/2

Saintgifts 1/08/12 00:11 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

La forza di volontà è più potente delle imperfezioni genetiche con cui si può nascere? Sembra che Vincent, destinato a morire giovane per un vizio cardiaco, lo dimostri ampiamente. Falsificando i suoi dati fisici vuole realizzare il sogno della sua vita, diventare un astronauta. Ambientato in un futuro prossimo che, come aspetto, richiama gli anni '60, ma con tecnologie avanzate, si muove in spazi asettici che, a lungo andare, diventano quasi insopportabili (ma che sono l'essenza del film stesso). Regia, interpretazioni e fotografia notevoli.

Monzaparco 21/08/12 14:31 - 41 commenti

I gusti di Monzaparco

Esordio alla regia di Andrew Niccol con un thriller fantascientifico dall'alone onirico che caratterizza tutto il film. Proprio quest'aura mistica e l'idea di fondo di un'umanità programmata geneticamente per l'eccellenza ne fanno un piccolo cult. Il ritmo è vibrante, manca però di incisività per quanto riguarda le conclusioni lasciando la sensazione che avrebbe potuto dire di più.
MEMORABILE: L'ultima sfida di nuoto tra fratelli

Elnatio 14/04/13 22:32 - 38 commenti

I gusti di Elnatio

Bel film di fantascienza! Una storia molto interessante e coinvolgente che ci mostra come con la forza di volontà si possa ottenere qualsiasi risultato. Buona l'interpretazione di tutti gli attori, ottime le ambientazioni e valida la regia. Sicuramente un film sottovalutato che merita di essere visto.

Almicione 3/07/13 01:35 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Discreto esordio di Niccol. Il tema distopico ricorda "Il mondo nuovo" di Huxley, soprattutto per quanto riguarda la divisone in classi secondo il DNA. Il film parte bene mostrando a quali conseguenze può portare una società basata sull'eugenetica; la pecca risiede nel fatto che la pellicola non va avanti e si ferma in superficie a trattare la storia di Vincent, quando si sarebbero potute sviluppare importanti riflessioni su una futuristica società non così impossibile. Comunque, va apprezzata la precisione del regista nei dettagli.

Trivex 4/10/13 14:16 - 1471 commenti

I gusti di Trivex

Particolare e originale, ma completamente demotivante. Fantascienza in giacca e cravatta, visionaria di un pessimismo cosmico, è il caso di dirlo. Buio assoluto in questa umanità, descritta con sapienza e interpretata in modo convincente. In effetti è un po' come adesso, molte cose vengono fatte anche se la legge lo vieta; qui però è la vita determinata in modo assoluto dalla perdita completa dell'"umanità", che lascia a una analisi chimica le sorti di una parte della specie. Ed anche di questa selezione, a mio avviso, si comincia ad avvertire il fetore.

Rambo90 16/07/13 01:40 - 6268 commenti

I gusti di Rambo90

Fantascienza basata sulle emozioni e sui personaggi, che nulla ha a che vedere con i classici prodotti di genere. La storia infatti parla di identità, di sogni e di rapporti fra persone di classi (e doti) diverse. Il tutto senza annoiare, con belle immagini e una cura dei dettagli meritevole. Il cast è ottimo: Hawke e Law sono perfetti nell'impersonare le due facce della stessa medaglia, la Thurman è molto bella ed espressiva, tutti gli altri sono piazzati al posto giusto. Notevole.

Piero68 2/09/13 12:51 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Ridurlo a un semplice film di sci-fi è riduttivo oltre che fuorviante. Niccol (come dimostrerà anche nei suoi film successivi) è evidentemente attratto dal grosso problema, soprattutto etico, dell'eugenetica e dalla creazione di esseri superiori con manipolazioni di laboratorio. Anche l'apparente innocuo Simon ci parla di creazione ed esseri in qualche modo superiori. Peccato che al film non riesca mai a imprimere la giusta marcia, complice un montaggio sciatto e il tutto resta sempre eccessivamente posticcio. Bravo il cast ma ininfluente.

Mutaforme 10/07/15 16:22 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Il sottotitolo "La porta dell'universo" potrebbe far pensare a un prodotto di fantascienza sul genere di Star Trek, invece Gattaca è un film che andrebbe definito fanta-drammatico. Il protagonista si confronta con una società del futuro che ha imposto nuove leggi razziali, un mondo in cui l'unico modo per emergere è quello di ingannare il sistema. In definitiva un film piacevole e particolarmente originale, breve quanto basta per non scadere nel polpettone.

Il ferrini 8/10/16 00:47 - 1642 commenti

I gusti di Il ferrini

Film che parte da un'idea drammaticamente folle ma indiscutibilmente interessante. La storia viene poi ben sviluppata attraverso una serie di trovate divertenti e sempre cariche di tensione. Forse il regista confida un po' troppo nella somiglianza fra Ethan Hawke e Jude Law, ma lo scambio funziona e soprattutto induce a quella riflessione sulla discriminazione che poi è il messaggio del film. Uma Thurman, fresca Mia Wallace, è al massimo dello splendore mentre Borgnine è un po' sacrificato, ma alcune sue scene tagliate si recuperano nel dvd.
MEMORABILE: Lo scambio della provetta del sangue; Jude Law (paraplegico) che fa la scala a chiocciola trascinandosi con le sole mani.

Taxius 4/08/17 12:12 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Affascinante film di fantascienza vecchio stile che potrebbe benissimo essere stato girato negli anni 50. Gattaca è ambientato in un futuro prossimo in cui la manipolazione genetica rende tutti perfetti (o quasi) e in cui tutti i nati "normali" vengono considerati cittadini di serie B. Ottimi le atmosfere e il rapporto di simbiosi che viene a crearsi tra i due protagonisti. Film piuttosto lento ma molto interessante e originale.

Gabigol 7/12/17 08:25 - 409 commenti

I gusti di Gabigol

Affascinante il tema affrontato (discriminazione basata su selezione genetica) e ottima la confezione estetica, con un cast perfettamente in parte. La storia narrata vive di di buoni risvolti morali - si poteva andare molto più a fondo, a dire il vero - e in generale l'impressione è che l'impostazione da thriller, neanche il termine giusto, vada stretto a questo film. Tante forzature qui e là aggiustano una trama sempre sul filo del rasoio, la quale fa da apripista al bel messaggio che esplode nelle battute finali.
MEMORABILE: L'uccello tenuto in mano; L'attraversamento stradale con miopia; L'ultima nuotata; Il medico con l'ultimo esame.

Magi94 3/05/18 22:05 - 648 commenti

I gusti di Magi94

Un titolo interessante nel panorama della fantascienza, seppure sia una mezza occasione persa per qualche difetto tipicamente americano. Decisamente intrigante il lato scientifico e forse addirittura premonitore dell'accuratezza raggiunta dalla polizia scientifica ai giorni nostri, piuttosto deludente in molti risvolti di trama superflui (l'intero personaggio della Thurman, le melensaggini tra fratelli, etc...). Si lascia invece seguire con piacere l'indagine che dà un'impronta thriller al film, basata sul non lasciare tracce biologiche.

Modo 26/02/19 00:48 - 815 commenti

I gusti di Modo

Film futuristico coinvolgente e affascinante. Bravo il regista e ottima la fotografia. Con un budget ridotto si riescono a creare comunque immagini suggestive che ricordano vagamente Agente Lemmy Caution, missione Alphaville di Godard. Tema attuale più che mai, nel quale prevalgono il sogno, la volontà e la forza interiore rispetto alla genetica e all'uomo "perfetto". Fra gli attori c'è alchimia e tutti superano brillantemente la prova, compreso il giovane Jude Law. Decisamente riuscito.
MEMORABILE: La casa affacciata davanti al mare e il seguente primo piano del viso di Uma Thurman, vera poesia!

Thedude94 16/01/20 23:57 - 518 commenti

I gusti di Thedude94

Viaggio nella fantascienza ideata da Niccol in un futuro non così lontano dalla realtà ma abbastanza inquietante per come è progredita la genetica e per come la società è diventata sempre più classista. Gli attori protagonisti sono tutti sul pezzo e grazie a una buona scelta di cast il regista riesce a realizzare un'opera completa, grazie anche a una sceneggiatura brillante e a una scelta fotografica (ocra/verde) che rende bene l'idea del contesto in cui è ambientata la storia. Insomma, i temi toccati sono molteplici e ben trattati.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 19/02/08 11:37
    Consigliere - 43787 interventi
    Sappiamo tutti che il film ha raccolto nel tempo molti fan diventando un piccolo cult. Il 5 marzo ne uscirà per la Columbia/Sony una Deluxe Edition restaurata Audio: Ita.5.1 Video: 16:9/2.40:1 Extra: Commenti, Scene eliminate, Dietro le quinte.
  • Curiosità Ciavazzaro • 5/11/09 15:57
    Vice capo scrivano - 5595 interventi
    La prima sceneggiatura del film era senza titolo. Fonte:Imdb
  • Homevideo Gestarsh99 • 2/07/11 10:33
    Scrivano - 13738 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Sony Pictures: DATI TECNICI * Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Russo Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese Spagnolo * Sottotitoli Italiano Inglese Arabo Bulgaro Croato Ceco Danese Ebraico Finlandese Hindi Inglese per non udenti Islandese Norvegese Olandese Polacco Portoghese Rumeno Slovacco Sloveno Spagnolo Svedese Turco Ungherese * Extra Scene eliminate Filmati vari
  • Curiosità Raremirko • 1/10/13 01:07
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    * Interessante notare il fatto che il rapporto tra Hawke e Caesar (l'inizialmente scortese personaggio interpretato da Borgnine) prenda infine una piega positiva, con saluti e abbracci. Fonte: scena tagliata presente negli extra del dvd * La palese critica alla genetica controllata e contronatura sostenuta dal film si esplicita in tutta la sua forza in una sequenza, purtroppo tagliata, chiamata "Coda". In sostanza in essa viene sostenuto il fatto che seguendo tale dottrina molte brillanti menti della storia umana (comunque affette da difetti e malattie) non sarebbero nate, come Einstein, Van Gogh, il presidente Kennedy, ecc.. Fonte: extra del dvd
  • Discussione Capannelle • 5/09/14 22:41
    Scrivano - 2486 interventi
    Terza visione e il film pare migliorare.. e prende ancora! Rivaluto la prova della Thurman rispetto a quanto avevo commentato. Nyman compositore non si discute e infatti la sua soundtrack ti entra dentro. Ma è notevole anche la fotografia di Slawomir Idziak la cui mano ha nobilitato anche Black Hawk Down di Ridley Scott. Peccato solo per una certa staticità della mdp in alcune fasi clou e alcune debolezze di Hawke, altrimenti era gran cinema.
    Ultima modifica: 6/09/14 08:48 da Zender
  • Discussione Raremirko • 5/09/14 22:45
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Marò cosa mi hai fatto ricordare. Uno di quei pochi film in grado di deprimermi in modo assoluto; si percepisce un senso di angoscia e di oppressione magnificamente reso (ad esempio le scene in acqua). Gran film, ma non credo lo rivedrò.
  • Musiche Capannelle • 5/09/14 22:46
    Scrivano - 2486 interventi
    OST The Departure: https://www.youtube.com/watch?v=3WpGhk8ifK4
    Ultima modifica: 28/11/15 23:57 da Capannelle