Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Era difficile concentrare in due ore una tal mole di ovvietà legate al fantacatastrofico; si trattasse poi nell'ennesima produzione a basso costo per le tv via cavo statunitensi uno se lo aspetta e dice va bene; ma qui i soldi c'erano, gli attori anche... Perché ricorrere a un simile ricalco becero di quanto di più scontato si possa incrociare nel genere? John Garrity (Butler), ingegnere edile di Atlanta e Allison (Baccarin) sono la millesima coppia scoppiata causa tradimento di lui; ma suvvia, è stato uno sbaglio e John tenta di riconquistare la moglie anche tramite il figlio piccolo Nathan (Floyd), che delle tresche di papà se ne frega. La Terra intanto è minacciata dalla solita cometa cattiva...Leggi tutto (qui chiamata Clarke in omaggio ad Arthur C., celebrato scrittore di fantascienza) che prima non se la fila nessuno e all'ultimo si scopre puntare verso di noi preparandosi a bombardarci con tonnellate di meteore che precipitano a grappoli un po' ovunque creando disastri indicibili. Considerata l'imminente distruzione totale lo Stato appronta in gran fretta dei bunker in Groenlandia (la Greenland del titolo) entro cui stipare un gruppo di “eletti”, cittadini selezionati in base alla loro utilità per una prossima lenta ripopolazione del pianeta. John è naturalmente tra questi e viene convocato come prescelto assieme a moglie e figlio ma, tanto per cambiare, al momento dell'imbarco sugli aerei diretti verso la Terra Promessa succede il finimondo e la famiglia si disperde, col risultato che a noi toccherà seguire i loro disperati tentativi di riunirsi mentre il mondo corre istericamente ai ripari retrocedendo a uno stato di egoismo selvaggio. Le avventure dei nostri eroi (e soprattutto dell'immarcescibile protagonista, duro e puro come pochi) non offrono un'idea vagamente originale che sia una, compresa quella del nonno fattore (Glenn) dalla scorza ruvida, mentre il fatto che il piccolo Nathan sia diabetico ha lo scopo di rendere ancora più commovente la vicenda alzando il coefficiente di difficoltà necessario a riportare ogni cosa al lieto fine. Si sarebbe portati a pensare che, considerato come il tipo di avventura non necessiti di troppi effetti speciali (che infatti per gran parte del film sono i grandi assenti), quei pochi saranno sensazionali. E invece, per quanto la differenza con un prodotto di serie B costretto ad arrangiarsi con una CGI immediatamente individuabile si noti subito, il bombardamento di meteore si esaurisce in un'unica bella sequenza con pioggia di fuoco in autostrada e un paio di visualizzazioni sui tg trasmesse in tv del disastro provocato all'impatto col terreno degli ammassi più voluminosi. Per il resto un po' di sventolate improvvise, il cielo arancione e viola con gli asteroidi apparentemente fermi sulllo sfondo, rimbombi assortiti, rade esplosioni. Fortunatamente Butler ha le spalle larghe e il film riesce quasi a reggerlo da solo, non molto assistito da una Baccarin accettabile ma perennemente sull'orlo del pianto e della disperazione. Se quindi l'impianto è da z-movie dei peggiori, la realizzazione riesce a mantenere il tutto su livelli decorosi azzeccando qualche passaggio di buona tensione che la colonna sonora di David Buckley potenzia tambureggiando. Purtroppo l'eccesso di miele col patetico riavvicinarsi della coppia che si ritrova ad amarsi più di prima, la povertà della storia e le troppe scene che sanno di riempitivo (si veda la zuffa notturna) non aiutano a dare sufficiente brillantezza a un film che a concepirlo e proporlo in grande stile ci voleva coraggio: “Meteore sulla Terra con famiglia in fuga verso il rifugio per i pochi prescelti”. “No, dai... ancora? Almeno studiamo una variante”. Macché. Ci si consoli con la regia svelta che offre una discreta tensione, le interpretazioni e qualche sporadico effetto vivace e colorato...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/10/20 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 18/10/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 10/10/20 19:46 - 7177 commenti

I gusti di Rambo90

Catastrofico che snocciola tutti i classici stilemi del genere, girato molto bene e che fin dall'inizio cattura subito l'attenzione gettando lo spettatore nella trappola emotiva della famiglia che deve salvarsi (un po' come in 2012). Butler è ormai l'eroe designato del nuovo millennio e funziona, così come la Baccarin nei panni di sua moglie. I due si dividono equamente lo schermo tra disgrazie varie e si arriva alla fine tra forzature accettabili e alcuni momenti davvero spettacolari. Chi ama il genere sicuramente apprezzerà. Notevole.

Digital 10/10/20 20:59 - 1194 commenti

I gusti di Digital

Un'enorme cometa si sta per abbattere contro la terra, con il concreto rischio di sterminare l’intero genere umano. John con la sua famiglia cercherà in tutti i modi di mettersi in salvo. Ottimo disaster movie che riesce perfettamente a intrattenere, con sequenze altamente adrenaliniche ed effetti speciali davvero ben fatti. Butler è convincente in un ruolo evidentemente cucitogli addosso, brava anche la Baccarin. Le quasi due ore non si fanno minimamente sentire, scongiurando del tutto la noia. Un film che mantiene ciò che promette: tanta azione, ritmo alacre e suspense.

Herrkinski 15/11/20 13:52 - 6947 commenti

I gusti di Herrkinski

Catastrofico che cavalca tutti gli stilemi del genere, non solo a livello di trama ma anche nella rappresentazione di una famiglia americana medio-borghese con problemi; i pregi del film stanno nel non abusare degli SPFX e nel favorire gli slanci thriller e drammatici, in una struttura quasi da road-movie ad alta tensione che coinvolge. Peccato per i messaggi diffusi da uno script americanissimo che in sostanza esalta i privilegiati della società da un lato e il senso di sacrificio dei militari dall'altro; un'etica ripugnante che è meglio ignorare se si vuol godere il giocattolone.

Daniela 21/11/20 01:32 - 11777 commenti

I gusti di Daniela

Trovandosi coinvolte in un catastrofico senza avere un The Rock a cui sorreggersi, sicuramente sarebbe preferibile trovarsi accanto Butler invece che Cusack. L'unico pregio del film è proprio lui, pater familias belloccio il cui matrimonio in crisi è salvato dalla scia di una cometa che costringe la moglie a mettere da parte le sue recriminazioni a fronte della semi-distruzione del pianeta, tanto più che c'è il figlioletto diabetico da salvare. Originalità? Zero. Stereotipi? Tanti. Spettacolarità? Meno del previsto. Perché vederlo allora? Per catastro-completismo e butleromania.

Gestarsh99 21/11/20 16:03 - 1393 commenti

I gusti di Gestarsh99

Altro cataclisma planetario per Geostorm Butler, qui reclutato per salvare non tutto il globo coi miliardi di umani ma soltanto il figlio diabetico e la moglie cornificata. La regia evita sbattimenti eccessivi, stenografando psicologie e ciclostilando quadretti familiari e svolgimenti dai passati (dis)asteroid-movies. Affetti da pelandronaggine e braccino corto, gli effettisti speciali non fan fuoco e fiamme quanto ci si attenderebbe, data la tipologia di film in esame, decorando i panorami in rovina con fredde elaborazioni grafiche da packaging ultra-standard. Colossal algoritmico.
MEMORABILE: La scena ridicola e forzata in cui il saccheggiatore nero (l'unico misericordioso) grazia mamma e figlio lasciandoli scappar via dal supermarket...

Galbo 9/01/21 19:55 - 11933 commenti

I gusti di Galbo

Film catastrofico che predilige alle scene spettacolari (presenti ma non preponderanti) l'aspetto intimistico, legato alla fuga verso la salvezza della famiglia protagonista, con tutte le implicazioni emotive del caso. Di conseguenza, assume maggior valore la prova di un cast decisamente in parte con Butler e la Baccarin che mostrano una buona intesa reciproca e la piccola ma significativa partecipazione di John Glen. Tensione discreta in un film che abbonda, forse inevitabilmente, di luoghi comuni. 

Jandileida 30/03/21 09:15 - 1418 commenti

I gusti di Jandileida

Catastrofone con un suo perché. Non punta infatti sulla superomizzazione del prode Butler ma lo mantiene anzi nella sfera del normale padre di famiglia capace di imprese eroiche ma senza audaci zompi nel vuoto o sovversioni troppo lampanti delle leggi fondamentali della fisica. Ne esce fuori quindi un film piacevolmente banale (in fondo chi vede questi film già sa cosa aspettarsi, anche politicamente parlando) ma con una buona tensione che non punta troppo sulla spettacolarizzazione senza senso ma nemmeno indulge nel più turpe strappalacrime star and stripes. Nella norma.

Nando 6/04/21 16:09 - 3670 commenti

I gusti di Nando

Ennesimo disaster-movie che vede il solito Butler eroe familiare che s'impegna per salvare dalla distruzione del pianeta il figlio diabetico e la moglie tradita. Nulla di nuovo sullo schermo se non per qualche effetto speciale e incontaminati scenari innevati. Per il resto, nonostante qualche discreto dialogo. già si può immaginare l'epilogo. Appropriato Butler, nella media la Baccarin.

Pinhead80 12/05/21 18:24 - 4338 commenti

I gusti di Pinhead80

Disaster movie appena accettabile che pesca storicamente nelle stesse modalità di estinzione dei dinosauri 65 milioni di anni fa, aggiornando il tutto ai giorni nostri. Un frammento di una cometa devasterà la Terra e solo un piccolo numero di uomini è destinato a sopravvivere in un bunker in Groenlandia. Prima parte convincente con tanta azione e momenti di discreta suspense, purtroppo però il film si dilunga molto in alcune scene melodrammatiche (a casa del nonno, il finale) che lo rendono particolarmente melenso e lento. Durata eccessiva ed effetti speciali deludenti.

Reeves 26/12/21 11:38 - 1121 commenti

I gusti di Reeves

Un concentrato di ovvietà e luoghi comuni mediocremente raccontato e ancor più mediocremente recitato. Il fatto esterno (questa volta una cometa) che unisce la famiglia che si sta sfasciando contro il pericolo comune è veramente una trovata tanto insulsa quanto edificante. Si scrive tanto sulla fantascienza reazionaria degli anni Cinquanta, ma questo film va molto oltre. Morena Baccarin, inoltre, giustificherebbe qualunque tradimento...

Ric Roman Waugh HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.