Patton generale d'acciaio

Media utenti
Titolo originale: Patton
Anno: 1970
Genere: guerra (colore)
Note: Vincitore di 7 premi Oscar, tra cui quello di miglior film e per il migliore attore protagonista (G Scott) e migliore regia.
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/08/07 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 27/08/07 15:51 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Oltre che un magnifico film di ambientazione bellica (tra i migliori mai realizzati, anche per l'entità dei mezzi impiegati) Patton è sopratutto un grandioso ritratto di un uomo ottimamente tratteggiato dagli sceneggiatori del film (tra cui F. F. Coppola). Il film mostra bene le luci (abile stratega militare e grande patriota) e le ombre (la presunzione e l'arroganza che sfiorò il fanatismo) del generale Patton che trova nel grande G Scott un degno interprete giustamente premiato con l'Oscar. Ottima la regia di F. J. Schaffner.

Puppigallo 15/03/09 18:49 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Patton è un militare fino al midollo e ha l'esercito nel sangue. La guerra è la sua linfa vitale, è un uomo tutto d'un pezzo, con pregi e inevitabili difetti e male convive con gli altri graduati, che spesso vede come ostacoli. Bravo Scott nel disegnare un personaggio che rischiava di scivolare nella caricatura, visto il carattere esuberante. Belli gli scambi con Malden ("Come stai, vecchia baldracca..."), ma un plauso va anche alle scene di guerra e allo studio delle strategie. Si soffre un po' l'eccessivo minutaggio e qualche fase di stanca, ma resta una pellicola bellica notevole.
MEMORABILE: "Al nemico gli faremo sputare sangue; e quando non avrà più sangue, gli faremo sputare la bile"; I carri armati americani definiti "bare mobili".

Furetto60 30/09/15 20:52 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Tra i migliori film di guerra realizzati, imponente per mezzi, location e ricostruzione, si caratterizza per la puntigliosa ricostruzione di un uomo bizzarro, megalomane, pericoloso e visionario ma utile nei momenti topici, in grado di realizzare imprese ritenute impossibili e, come si suol dire, cavare le castagne dal fuoco. Nonostante la lunghezza, si segue con passione e interesse. Ottima la prova di Scott.
MEMORABILE: Gli schiaffi al soldato malato di nervi.

Trivex 23/06/10 22:34 - 1488 commenti

I gusti di Trivex

Nel titolo c'è tutto, rispetto all'uomo e rispetto al film. Durissimo il generale a tre stelle americano, con i nemici e con i suoi soldati che ritiene inadeguati o indegni. Duro anche il film, dotato di mezzi e di tecnica, espressi bene entrambi, senza esitazioni di sorta. La figura è caricata bene, deborda di coraggio, ma anche di fanatismo. Ma il comandante, in guerra, non deve forse saper piangere i suoi morti, dirigere senza insicurezze i suoi subordinati e maltrattare i codardi che si nascondono? Le epiche battaglie, sono preparate con questi ingredienti.
MEMORABILE: La commozione e la scenata, all'ospedale militare; il mezzo su cui viaggia il generale, viene sfiorato da un colpo di cannone, ma lui rimane impassibile!

Mark 19/05/11 01:21 - 264 commenti

I gusti di Mark

Un kolossal per un personaggio colossale, dalla personalità ambigua, diviso tra intuito strategico e impulsivo sprezzo del pericolo. Cast, costumi, ambientazione e interpretazione del personaggio principale sono da manuale, decisamente una biografia visiva dalla resa fenomenale, tipica dei capolavori americani di un tempo. Ogni aspetto di questa emblematica ma controversa figura vengono scandagliati con dovizia di particolari e senza alcuna omissione. Un gioiello del cinema storico e bellico.

Jurgen77 27/10/16 13:38 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Eccellente interpretazione di George C. Scott e grande dispiego di mezzi per narrare le gesta di questo rozzo generale visionario americano. Alcune sequenze sono estremamente realistiche e ben fatte (vedi il bombardamento aereo eseguito con aerei d'epoca). Trama avvincente che ben rappresenta nel bene e del male le gesta di questo "folle" militare. Da antologia le "visioni" che il generale ha sul campo di battaglia, immaginando antiche guerre tra cartaginesi e romani...

Vito 25/10/16 20:01 - 648 commenti

I gusti di Vito

Bellissimo film di guerra sulla figura del generale Patton, eccentrico e megalomane ma dotato di una grande capacità di comando e determinazione che lo porteranno a infliggere numerose sconfitte all'esercito nazista. Straordinario George C. Scott nella sua interpretazione (che gli fece vincere un Oscar che rifiutò), monumentale la regia di Schaffner su sceneggiatura di Coppola. Dallo sbarco in Sicilia all'Offensiva delle Ardenne una pellicola epica e intensa che non annoia mai.
MEMORABILE: Patton insulta gli ufficiali sovietici durante le celebrazioni; Il discorso verso il finale con Patton che prevede l'inizio della Guerra fredda.

Smoker85 25/04/17 16:09 - 390 commenti

I gusti di Smoker85

Film pluripremiato e celebrato, racconta le epiche gesta di uno dei più importanti militari dell'esercito Usa, appunto il generale George Smith Patton. Indubbiamente grande prova di George C. Scott, coadiuvato da altri nomi importanti come Karl Malden e Michael Bates. La pellicola sfiora le tre ore ma non annoia mai. Tratteggiata bene la figura del protagonista, geniale in battaglia quanto avventato nei rapporti interpersonali e diplomatici. Godibile.

Gmriccard 22/03/20 23:36 - 116 commenti

I gusti di Gmriccard

Divisibile in tre parti: una centrale più corposa e interessante caratterizzata dall’azione e un prima e un dopo più votati alla costruzione di un personaggio machista, stereotipato del Sud alla John Wayne e a forti tinte grottesche, fuori tempo massimo già per quel periodo. Inoltre ci si fa beffe di alleati (Montgomery) e nemici (anche se fra le righe si ammette che fu la carenza di mezzi più che il valore a spostare gli equilibri). Buone le interpretazioni di Scott e Malden e ottime le scene di guerra.
MEMORABILE: La battaglia dei tank; La terza stelletta applicata asimmetricamente sull’elmo.

Nicola81 31/03/20 19:23 - 1951 commenti

I gusti di Nicola81

Uno dei migliori esempi di cinema storico/bellico, non a caso premiato con sette Oscar, imponente nella messa in scena e diretto da Schaffner in maniera egregia, per quanto le quasi tre ore di durata qua e là si avvertano. Ovviamente si esalta l'eroismo americano, ma il ritratto del protagonista è meno agiografico di quanto si possa pensare; quello che emerge è infatti un personaggio audace e coraggioso, grande comandante e stratega, ma anche fanatico, megalomane e non troppo rispettoso della vita umana. Superba prova di Scott, Malden ottima spalla.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Zender • 11/11/07 15:20
    Consigliere - 43496 interventi
    Oscar 1970: George C. Scott e il suo Patton sbaragliano la concorrenza: come miglior film battono Mash, Love Story, Airport, Cinque pezzi facili e Donne in amore, mentre per la regia Franklin Schaffner si permette di battere anche il nostro Fellini (Satyricon).

    Scott invece sorpassa Melvyn Douglas (I never sang for my father), James Earl Jones (Per salire più in basso), Jack Nicholson (Cinque pezzi facili) e Ryan O'Neal (Love Story).

    Altri Oscar per la sceneggiatura (co-scritta da Coppola col regista), la scenografia, il montaggio e pure il suono. Falliscono la candidatura solo fotografia, colonna sonora, effetti speciali (vince Tora! Tora! Tora!)
  • Curiosità B. Legnani • 1/12/08 16:46
    Consigliere - 13798 interventi
    Il film è citato, con effetto assai divertente, in SMALL SOLDIERS. La scena citata è la più famosa, quella con Scott davanti all'enorme bandiera, senza che i soldati siano inquadrati.
  • Homevideo Galbo • 15/03/09 16:28
    Gran Burattinaio - 3752 interventi
    Esiste comunque un'ottima edizione in dvd uscita peraltro insieme ad una monografia sul regista Schafner
  • Curiosità R.f.e. • 1/11/09 10:34
    Call center Davinotti - 854 interventi
    George C. Scott è qui doppiato da Mario Feliciani.
  • Curiosità Ciavazzaro • 6/12/09 11:45
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    Lee Marvin rifiutò il ruolo del protagonista perchè non voleva correre il rischio di glorificare la guerra.

    Fonte:Imdb
  • Homevideo Gestarsh99 • 21/08/11 15:04
    Scrivano - 14425 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per 20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,66:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Spagnolo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Spagnolo Ungherese Polacco Ebraico Isalndese Portoghese
    * Extra Commento Francis Ford Coppola
    Presentazione Francis Ford Coppola