Era notte a Roma

Media utenti
Anno: 1960
Genere: drammatico (bianco e nero)
Note: Il film è di 120 minuti, ma fu proiettata un'edizione ridotta di 102 minuti.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/06/11 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 19/06/11 16:02 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Dicembre 1943: due ufficiali, un inglese e un americano e un sottufficile russo fuggono da un campo di prigionia e, in modo fortuito, trovano rifugio in casa di Esperia (una brava Giovanna Ralli), che vive di mercato nero, nel centro di Roma. Non doppiato l'inglese e il russo, per evidenziare maggiormente la diversità dei personaggi e la solidarietà e fratellanza che il film vuole trasmettere. Coinvolti anche gli antifascisti (Renato Salvatori) e la Chiesa, nel proteggere tutti coloro che sono contro il nazismo. Riprese con ottiche speciali.
MEMORABILE: Il sergente russo che canta sui tetti di Roma, con sullo sfondo il cupolone di San Pietro.

Noodles 2/07/19 16:55 - 787 commenti

I gusti di Noodles

Una popolana romana nasconde tre prigionieri nella sua soffitta durante la Seconda Guerra Mondiale. Prima gli è ostile, poi gli si affeziona. E nel mentre lo spettatore si annoia. Perché il film, per quanto bello nel suo forte realismo, è troppo lungo. Un'ora e mezza poteva bastare, invece è pieno di momenti lentissimi e vuoti. Si parla anche nella lingua dei prigionieri. Un realismo fantastico, ma a volte è dura tenere alta l'attenzione. Comunque una pietra miliare da vedere.

Zampanò 16/05/20 11:19 - 97 commenti

I gusti di Zampanò

Il film segna per l'epoca il record di sequenze sottotitolate in italiano. Sforzo inedito per gli spettatori ma ossequio chirurgico al precetto neorealista. Un americano, un russo e un inglese vengono tenuti nascosti nella Roma occupata dai nazisti. Temperie di cui Rossellini è debito esegeta: muove le pedine coi tempi giusti, scontando però diverse curve verbose. La violenza non viene (quasi) mostrata e così levita la suspense. Giovanna Ralli giganteggia, al pari di Leo Genn.
MEMORABILE: La contrattazione su prosciutti e sale delle finte monache della borsa nera.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.