Due croci a Danger Pass

Media utenti
Titolo originale: Dos cruces en Danger Pass
Anno: 1968
Genere: spaghetti western (colore)
Note: Aka "2 croci a Danger Pass"
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 15/05/07 08:50 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Dopo aver assistito al massacro dei suoi familiari, Alex, cresciuto dai Mormoni, torna a Danger Pass per vendicarsi... Euro-western del prolifico R. R. Marchent, la cui segnalazione devo a Mastro Legnani. Notevole la carica sadica (e la dose di frustate elargite per lo più a donne). Purtroppo il film è a tratti girato maluccio. Bene il truce Martell, che per un'intemperanza (un calcio a vuoto durante una lite con la donna, che gli procurò una frattura e gli costò la rinuncia a Dio perdona...io no!) perse forse il treno della fama.

B. Legnani 19/06/07 11:32 - 4689 commenti

I gusti di B. Legnani

Visto al cinema parrocchiale nel 1968, rivisto grazie a lodevole westernofilo. Mi vergogno un po’ al pensare che all’epoca m’era piaciuto. Filmetto misero, mal diretto, mal inquadrato, con sceneggiatura ricca, più che altro, di semplicismo, assurdità comportamentali, ellissi inspiegabili. Martellanza ce la mette tutta, ma ne esce un po’ anonimo: temo che con una storia così (e con una regìa così) fosse ben arduo fare di meglio. Infinite sparatorie, e pure canzoni irlandesi, per arrivare ad una lunghezza decente...
MEMORABILE: "Almeno dategli una pistola…”.

Homesick 8/06/10 09:49 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Notevole. Schivando le facili cadute negli stereotipi del genere - sempre dietro l’angolo – il terzo western di Marchent fa degustare il sapore di una vendetta senza scrupoli, ma al contempo ne rileva l’amaro retrogusto con ripetuti moniti pacifisti e la spirale di violenza che si stringe nella tutt’altro che consolatoria carneficina finale. Una delle migliori interpretazioni di Martell nella sua tormentata maschera di nevrotica furia ultrice. Il lungo incipit con lo sceriffo integerrimo che difende il prigioniero dal linciaggio rimanda al classico Un dollaro d’onore.
MEMORABILE: La carneficina finale.

Pessoa 6/07/20 00:45 - 1129 commenti

I gusti di Pessoa

Mediocre western di produzione italo-spagnola incentrato sul tema della vendetta che si colloca in modo piuttosto anonimo nella copiosa produzione del genere. La storia, affatto originale, si snoda su una sceneggiatura che procede per linee rette e non concede allo spettatore brividi di sorta. Il cast, alquanto modesto, si limita con diligenza al compitino senza che emergano individualità di rilievo mentre la confezione resta limitata dallo striminzito budget. Un prodotto senza infamia e senza lode, che può essere evitato senza troppi rimpianti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 29/01/10 18:31
    Capo scrivano - 1381 interventi
    Dal 10 febbraio in dvd per la francese M6.