Dragon: la storia di Bruce Lee

Media utenti
Titolo originale: Dragon: The Bruce Lee Story
Anno: 1993
Genere: arti marziali (colore)
Regia: Rob Cohen
Note: Aka "Dragon: la vera storia di Bruce Lee" o "Dragon la storia di Bruce Lee" o "Dragon la storia di Bruce Lee"
Numero commenti presenti: 13

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/03/07 DAL BENEMERITO STUBBY
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 25/03/07 18:55 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Difficile dare un parere personale quando si tratta di valutare un film biografico. Sicuramente, tra le miriadi di pellicole dedicate alla star Cino-americana, è quella tecnicamente migliore e soprattutto quella che cerca di approfondire in maniera più seria la travagliata vita di Lee. Certamente non mancano delle larghe licenze che sanno di soprannaturale, ma ciò non toglie che il film sia di discreta fattura. Sicuramente consigliato ai fans dell'attore, gli altri possono passare ad altro.

Puppigallo 11/06/07 21:44 - 4495 commenti

I gusti di Puppigallo

Questo film sulla vita del grande e inimitabile Bruce Lee (un po’ romanzata) dà una certa soddisfazione. L’attore che lo interpreta è bravo e piuttosto credibile (deve aver studiato il campione dalla prima all’ultima mossa, espressioni da battaglia comprese). Qualcosa viene omesso e qualcos’altro è un po’ gonfiato, ma in generale troviamo tutte le tappe fondamentali della sua esistenza (l’arrivo negli USA, la gavetta da lavapiatti, la palestra, la moglie americana, l’incidente provocato, i successi cinematografici sfumando sulla triste fine). Buono.
MEMORABILE: Lo scontro col cuoco e i suoi aiutanti.

Herrkinski 7/10/08 16:47 - 5023 commenti

I gusti di Herrkinski

Ottima biografia romanzata del mito del Kung-Fu degli anni '70, Bruce Lee. Sebbene non manchino parecchie "licenze poetiche" (specialmente nel finale, in cui l'aspetto soprannaturale viene preferito a ipotesi più realistiche della sua morte misteriosa), il film è davvero appassionante e J. S. Lee (nessuna parentela comunque) dà un'interpretazione eccellente, anche dal punto di vista fisico. Suggestivo e ben confezionato, ogni sentimento è ben dosato e quindi il film risulta un'esperienza filmica davvero interessante.

Galbo 4/12/08 18:37 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Biografia del celebre attore ed atleta di arti marziali Bruce Lee, Dragon è tratto dal libro biografico scritto dalla vedova del protagonista, Linda Lee. Il film si rivela ben fatto e lontano dall'essere una semplice ed agiografica biografia, presenta personaggi di un certo spessore e ben caratterizzati dal punto di vista psicologico. Buone la ricostruzione ambientale e storica e la prova del cast, a cominciare dal protagonista, il bravo Jason Scott Lee.

Ciavazzaro 6/12/08 14:34 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Biografia stereotipata (forse anche troppo) della vita di Bruce Lee. Lee interpreta degnamente Bruce Lee coadiuvato da Robert Wagner. In alcuni punti scade un pochino, ma il film arriva senza troppi problemi alla sufficienza, a mio avviso. Vedibile.

124c 8/09/10 17:00 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Patinata pellicola autobiografica sul re del kung fu, visto dalla moglie Linda (qui impersonata da Luren Holly). Jason Scott Lee appare leggermente più muscoloso del vero Bruce Lee, però è decisamente in parte. Difficile pensare che questo sia un vero e proprio film (pare una fiction televisiva), però è decisamente superiore al pur divertente "Bruce Lee supercampione" (dove, a parte gli scontri ben coreagrafati, rimaneva ben poco da raccontare sulla vita privata di Bruce Lee). Io avrei evitato gli scontri con il samurai tormentatore. Tre.
MEMORABILE: Linda Lee: "Molti vogliono soffermarsi sulla morte di mio marito, io, invece, volevo raccontare la sua vita".

Belfagor 11/09/10 16:52 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

Biopic incentrato sulle arti marziali tanto nella trama quanto nello stile: oltre ai numerosi combattimenti, in buona parte della pellicola è presente anche un'atmosfera non dissimile da quella dei film di Chen. Jason Scott Lee recita in modo convincente, ed è appoggiato da attori validi come Wagner e la Holly. Peccato che ad una prima parte movimentata e ben orchestrata ne segua una seconda più prolissa, che porta ad un finale soprannaturale piuttosto stonato. Nella media.

Buiomega71 22/11/11 11:03 - 2227 commenti

I gusti di Buiomega71

Il più bel biopic in assoluto, vero e proprio atto d'amore da parte di Rob Cohen (che non si ripeterà più a questi livelli) nei confronti del mito Bruce Lee. Tutto è perfetto, dai combattimenti (quello con i connazionali nelle cucine e sul set di The big boss sono da antologia), all'incontro tra Bruce e il produttore di Robert Wagner, fino al guerriero che rappresenta le paure nascoste di Bruce. Fiammeggiante, poetico, commovente, con visionari tocchi fantasy, scalda il cuore e l'anima. Grandissimo finale sul set di I tre dell'operazione drago. Capolavoro.
MEMORABILE: La vera figlia di Bruce Lee che canta "California dreaming" al party cinematografico; Lee contro i marinai americani; Carradine gli soffia "Kung fu".

Ryo 25/11/11 11:46 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Romanzata che di più non si può, la storia di Bruce Lee. Jason Scott Lee non è malaccio nei panni del suo omonimo, si muove discretamente e cerca di imitare anche l'espressività, pur rimanendo ovviamente lontano dalla maestria che contraddistingueva il compianto maestro. Oltre alle varie bugie seminate lungo la trama, ci sono delle esagerazioni notevoli che arrivano ad infastidire (vedi lo scontro con i cuochi). Delude la parte finale, raccontata in fretta e furia, relativa alla creazione dei suoi ultimi cinque film che rimarranno nella storia.
MEMORABILE: Il finale: non è strappalacrime, ma lo diventa lo stesso perché ci si ricorda che lui non c'é più.

Deepred89 5/12/11 22:38 - 3268 commenti

I gusti di Deepred89

Buon biopic su un grande personaggio, che coinvolge e diverte per tutta la durata grazie ad un ritmo narrativo impeccabile, al quale vanno poi aggiunge le scene di lotta coreografate magistralmente, l'ironia brillante e ben dosata, l'efficacia dei momenti sentimentali e, infine, la riuscita performance attoriale di Jason Scott Lee, talvolta un po' sopra le righe ma sufficientemente carismatico da guadagnarsi le simpatie dello spettatore. Quà e là un po' ingenuo e senza particolari rifiniture tecniche, ma lo spettacolo è assicurato. Uno spasso.

Marcochiba 16/04/12 22:07 - 2 commenti

I gusti di Marcochiba

Simpatica operazione voluta da quella succhiasoldi di Linda (la moglie di Bruce)... Biopic che come spesso accade eccede nella mitizzazione del personaggio fino ad inventare fatti mai avvenuti - (e per fortuna questo film è tratto da un libro scritto proprio dalla moglie). Le uniche sequenze interessanti sono quelle oniriche in cui Bruce combatte contro i propri demoni, in un certo senso premonitrici.
MEMORABILE: Bruce sgomma in moto sotto la pioggia!

Stelio 25/07/15 22:07 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Accompagnamento musicale di grande effetto e una regia anonima ma tecnicamente più che discreta rappresentano il buono di un film appena guardabile. La scelta del protagonista principale può essere condivisibile: nonostante Scott Lee sia pessimo dall'inizio alla fine della pellicola, il suo fisico e la sua propensione coreografica lo rendono ottimo nelle scene d'azione. La sceneggiatura francamente lascia molto a desiderare in più di un'occasione e la storia si segue più per i liberi riferimenti biografici che non per proprie qualità.

Minitina80 25/05/19 07:34 - 2300 commenti

I gusti di Minitina80

Come spesso accade nei film biografici, la narrazione oscilla tra il reale e le esigenze di enfatizzare l’aura del mito per rendere più coinvolgente la visione. Questo spiega alcune scelte precise di Cohen che nel complesso non pregiudicano il valore dell’opera, almeno per quel che concerne l’intrattenimento più semplice. Da considerare più come un tributo al personaggio che un mezzo per conoscere la vita di Lee nel dettaglio. Jason Scott Lee è l’interprete perfetto, dimostrando un’abilità nell’arte marziale in grado di colpire l’occhio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 19/12/09 12:49
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Il protagonista non era assolutamente un esperto di arti marziali,fu assunto solo perchè era anche un ballerino,e così i produttori pensarono che avrebbe già avuto meno difficoltà a imparare come muoversi.
    Ovviamente ebbe bisogno di un tutor e di numerose controfigure.

    Fonte:Imdb
  • Homevideo Xtron • 16/11/15 20:55
    Servizio caffè - 1829 interventi
    DVD UNIVERSAL
    Durata 2h01m24s (la durata maggiore è dovuta ad un prologo di 8 minuti non presente nel bluray)
    Formato video 2.35:1 letterbox interlacciato



    BLURAY UNIVERSAL
    Durata 1h59m51s (immagine a 31:57)
    Formato video 2.35:1 anamorfico

    Ultima modifica: 17/11/15 09:05 da Zender