LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Pippo Franco marziano ancora ci mancava: tutto verde, vestito come i Rockets e sceso da un’astronave a forma di spremiagrumi, Bix sbarca a Roma col compito di portare con sé sul suo pianeta (Gemello, così chiamato perché è similissimo alla Terra) dodici “eletti”. Con qualche vago spunto preso da ULTIMATUM ALLA TERRA (l'atterraggio “pubblico”, il contatto con la gente, il messaggio da diffondere in conferenza stampa all'umanità), il film di Pingitore punta in realtà quasi da subito a trasformarsi in una rilettura in chiave parodistico-modernista dell'avvento del Messia. Non per niente le persone con le quali Bix si confronta si chiamano Maddalena (Silvia Dionisio,...Leggi tutto fa la prostituta al Colosseo), Pietro (Bombolo), Paolo (Teo Teocoli), Ponzio (Aldo Giuffrè, il commissario) e naturalmente Judy (Laura Troschel). Bix è d’animo buono, comprensivo. Aiuta tutti con i suoi “miracoli” (la moltiplicazione dei palloni, il pieno di benzina fatto col dito...) e cerca nel contempo di capire lo strano comportamento degli uomini, sempre infuriati, ipocriti, profittatori. CIAO MARZIANO è il viaggio attraverso Roma di questo strano personaggio, costantemente accompagnato da un poliziotto addetto alla sorveglianza (Bombolo). Non si ride molto a dire il vero, ma il film ha una sua strana leggerezza, un umorismo appena accennato che rifiuta (salvo rare occasioni) la solita volgarità becera. Quasi una favola (una parabola?) sulla stupidità umana, condotta senza grandi virtù registiche ma tutto sommato vedibile. Cast affollatissimo di volti noti: dal visagista delle dive Gil Cagné (tra gli apostoli), a Franco Citti, Oreste Lionello, Enzo Liberti, Magalli...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

TomasMilia 24/01/07 23:49 - 157 commenti

I gusti di TomasMilia

Noioso film bagaglinesco. Non si ride (quasi) mai. Vengono messe da parte le varie volgarità presenti nei precedenti film di Pingitore. E’ una rilettura in chiave moderna del nuovo testamento. Pippo Franco è un alieno che si comporta come Gesù. Fa un personaggio diverso dal suo solito disgraziato accattone; ha un animo puro e sembra stupirsi dei mali della Terra. Strano, ma in quegli anni c’è stato un proliferare di filmetti che riprendevano temi cristiani o religiosi in chiave parodistica (Miracoloni, Il Pap’Occhio) o “aulica” (Joan Lui).

Renato 4/03/09 19:11 - 1579 commenti

I gusti di Renato

Carino. Come tutti gli altri film della coppia Castellacci-Pingitore non è totalmente controllato e regala qualche volgarità evitabile, ma nel complesso il film può dirsi riuscito. Naturalmente c'è tutto il cast del Bagaglino al gran completo, da Oreste Lionello a Sergio Leonardi, poi Bombolo, Laura Troschel... Assurdo il fatto che il marziano verde sia alla fine una specie di novello Gesù Cristo, venuto sulla terra per salvarci tutti ma destinato poi ad essere corrotto dalla nostra società. Notevole.
MEMORABILE: Lo scippo alla rovescia.

Homesick 27/05/11 17:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Un po’ Klaatu e un po’ Gesù Cristo, l’extraterrestre Bix di Pippo Franco atterra sul nostro pianeta predicando la pace, realizzando miracoli e aggregando dodici apostoli con cui partire per il regno dei cieli. Dietro la metafora evangelica e la base letteraria di “Un marziano a Roma” di Ennio Flaiano, una satira su vizi e mali dell’Italia secondo le grossolane maniere del Bagaglino, che sporadicamente infila momenti felici grazie a qualche gag gustosa (miracoli e parodie) e personaggi azzeccati, come il prete proletario di Teocoli e la spacciatrice redenta della Troschel.
MEMORABILE: La moltiplicazione dei palloni; la parodia di “Grand’Italia” con la torta in faccia a Maurizio Costanzo.

Ronax 11/06/11 19:23 - 912 commenti

I gusti di Ronax

Dalla banda recidiva Castellacci-Pingitore-Pippo Franco è inutile attendersi qualcosa di diverso che non sia, trent'anni fa come oggi, la solita pseudo-satira reazionaria e qualunquista truffaldinamente spacciata per fustigazione dei costumi o per critica del potere. Un film che non è un film, ma solo un rancido fritto misto di gag da avanspettacolo che si fa letteralmente insopportabile scena dopo scena e che nemmeno la presenza di due ragguardevoli bellezze d'epoca come la Dionisio e la Troschel riesce a salvare da un inglorioso naufragio.
MEMORABILE: La comunità di tossici capeggiata dal "prete-operaio" Teocoli.

Jurgen77 7/01/13 13:25 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Thrashissimo comico - fantascientifico - satirico in salsa maccheronica. L'idea poteva anche essere originale, ma vedere Pippo Franco con la faccia verde è veramente triste! Qualche momento ci comicità c'è, ma nel complesso siamo su livelli veramente bassi. Non parliamo poi di scenografie e dialoghi...

Motorship 9/01/13 14:39 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Davvero brutto, se non peggio. Pingitore, pur non avendo mai diretto granchè, ha fatto di meglio. Il film altro non è che una serie di sketch poco divertenti, a volte per nulla, il più delle volte volgari. Se c'era qualche tentativo di satira è andato naufragando fin da principio, proprio per la sciocchezza delle scene ivi presenti. Nel cast (tutto sommato buono, ma sprecato), tra gli altri (Franco, Bombolo, Teocoli, Giuffrè), c'è anche la bellissima Silvia Dionisio, anch'essa sprecata a dir poco. * è già molto!

B. Legnani 5/05/13 01:45 - 4743 commenti

I gusti di B. Legnani

Veramente brutto. Noioso, lento, mal diretto e di conseguenza mal recitato, solo con qualche guizzo raro, ma poco sorprendente (come il rinnegamento col gallo canterino). La Dionisio è una battona inverosimile (quasi più di Pippo Franco marziano...). Le parodie di Maurizio Costanzo non funzionano, i tormentoni stancano presto. Evitabile con profitto. A star larghi: *!

Galbo 13/08/13 18:38 - 11414 commenti

I gusti di Galbo

Commedia satirico7fantascientifica con qualche ambizione: l'idea è quella di mettere alla berlina gli usi e costumi dell'uomo contrapponendoli alla presunta purezza aliena incarnata dal personaggio di Pippo Franco. Purtroppo al di là delle buoni intenzioni, non si riesce ad andare molto al di là di gag alquanto scontate rese ancora più insipide da un ritmo mortalmente lento. Da evitare.

Uomomite 15/08/13 02:18 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Sicuramente il meno divertente della produzione di Castellacci e Pingitore, ma anche quello dove la satira del duo si fa più azzeccata e pungente, più vicina a quella del Luciano Salce del bellissimo Colpo di stato che al qualunquismo "popolaresco" del bagaglino. Bravissimo, come sempre, Pippo Franco, affiancato dal fido Bombolo. Il suo marziano ha una candida dolcezza che non può non ispirare simpatia e l'intero film appare permeato da una sincera e non retorica amarezza. Consigliato.

Noodles 19/02/19 16:07 - 869 commenti

I gusti di Noodles

Impresentabile commedia di Pingitore. Sceneggiatura sgangherata, ritmo lentissimo e gag insipide. L'italiano scorretto di Pippo Franco smette di far ridere dopo due minuti. Il buon Pippo ce la mette anche tutta per risollevare il film, ma non è aiutato dai colleghi impegnati in parti secondarie. Citti, Bombolo e Giuffrè risultano qui del tutto dimenticabili. Probabilmente non piacerà neanche al più accanito fan del trash anni '80. Da perdere con pervicacia.

Manfrin 1/10/20 11:48 - 327 commenti

I gusti di Manfrin

Il marziano in questione è un po' l'alter ego nientemeno che di Gesù Cristo, che cerca dodici apostoli e ha a che fare con Giuda, Maddalena, Pietro eccetera. La parlata di Franco in "marzianese" fa un po' tristezza, non ci sono molti spunti interessanti e ci si annoia un po'. A ben vedere il cast sarebbe anche di livello, ma la commistione politico/religiosa/ironica riesce solo in minima parte.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.