Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Nuova versione dai libri di sangue di Clive Barker dopo quella, più visionaria, di John Harrison del 2008. In verità dall'antologia del celebre autore inglese si riprende giusto l'idea legata al segmento che apre e chiude (anche se poi tracce se ne rinvengono anche nel secondo, dal momento che gli episodi sono interconnessi), mentre per il resto si ricorre a storie di discutibile qualità inventate per l'occasione. Dopo il prologo, nel quale un gangster che prima di uccidere chi non paga viene da questi a sapere dove trovare un fantomatico "libro di sangue" con cui arricchirsi, si comincia col raccontare la storia di Jenna (Robertson), ragazza...Leggi tutto ipersensibile con l'udito di Superpippo (sente ogni rumore amplificatissimo ed è costretta a mettere le cuffie per cercare di isolarsi dal frastuono). Vive con la madre e il nuovo compagno di lei, ma sentendosi decisamente di troppo decide di fuggirsene prenotando un bed & breakfast trovato online. I tenutari sono una coppia in età avanzata, molto gentile e ospitale, tanto che anche per questo prima di arrivare al dunque ci si mette troppo. Senza il supporto di una regia e una sceneggiatura di valore i dialoghi si perdono nel nulla e la protagonista fatica a rendersi simpatica. I dialoghi con la proprietaria (Foh Shen) sanno di riempitivo, gli scarafaggi che spuntano dalle intercapedini  non aggiungono granché e tocca appunto aspettare il finale per cominciare a ritrovare parte dell'inventiva barkeriana, con l'apparizione di un buon numero di mostri e non morti che finalmente danno un po' di vivacità (almeno a livello visivo). Anche l'epilogo è ben girato e anticipa la storia di Simon (Gavron), medium che ama esercitare nudo e che contatta Mary (Friel), una signora che ha perso il proprio figlio per leucemia, dicendo che il piccolo desidera parlare con lei (tramite lui, beninteso). Mary è scettica, ma non riuscendo a dare una spiegazione scientifica a fenomeni incredibili finisce con l'innamorarsi di Simon. Un rapporto che si rivelerà molto particolare anticipando il solito finale tipicamente horror, supportato fortunatamente da una fotografia di qualità (nient'affatto scontata, per un film-tv). Il ritorno del gangster assassino visto nel prologo, assistito da un compare chiamato a cercare con lui il "Libro di sangue", sembra cucito agli altri episodi soprattutto per giustificare il titolo e donare apprezzabile circolarità al tutto. E' infatti interessante veder ricomparire i protagonisti per capire come si leghino tra loro. La trovata migliore ancora una volta è quella dell'uomo la cui pelle è fitta di frasi incise, l'uomo "libro" che ripreso nella giusta luce sa inquietare, ma i due segmenti principali sono deboli. Li salva una discreta interpretazione del cast, che nel complesso rende moderatamente piacevole seguire il tutto. Sangue ben poco; si punta di più a stupire con l'eleganza fotografica che esalta gli incubotici finali e con la bizzarria di alcune trovate. Di horror e spaventi però neanche a parlarne, e alcune cose (finale dal cornicione compreso) non si capisce bene cosa vogliano mai comunicare...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/10/20 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/11/21
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 16/10/20 16:18 - 6602 commenti

I gusti di Herrkinski

Solo la storia portante (già vista in Book of blood) è basata parzialmente su una delle più note dei libri di Barker, mentre le altre due sono state scritte ex-novo dal regista con la collaborazione dello scrittore; le vicende poi s'intrecciano nello stile degli horror a episodi moderni. Delle tre spicca sicuramente quella con la ragazza misofonica, non priva di spunti interessanti; le altre due - praticamente contingenti - offrono qualche momento ben girato ma nel complesso risultano poco appassionanti. Abbastanza truce per essere un film tv ma comunque non lascerà il segno.

Mco 31/03/21 11:38 - 2247 commenti

I gusti di Mco

Tutto gira intorno ad un fantomatico libro di sangue, così la vita di un uomo che vuole mettervi le mani sopra e quella di una ragazza depressa ed ipersensibile ai suoni. Da Barker l'idea di partenza per un'antologia circolare dall'indubbia fascinazione, che ha nel suo segmento iniziale la parte migliore. Merito soprattutto dell'interpretazione della Robertson, moderna Alice in un paese di poche meraviglie. La tensione rimane alta anche successivamente, con violenza e sangue mai negati all'obiettivo, confezionando un prodotto davvero gustoso. Anna Friel è angelicamente inquietante.
MEMORABILE: L'arrivo nottetempo di Jenna in una città deserta; La preghiera alla mamma.

Daniela 5/11/21 11:32 - 11444 commenti

I gusti di Daniela

Tre episodi, di cui solo uno si rifà direttamente al racconto di Clive Baker già portato sullo schermo. Quello più interessante e corposo, di cui gli altri due sembrano quasi un corollario, vede protagonista una ragazza affetta da disturbi psicosomatici che dopo la fuga da casa trova alloggio presso un B & B gestito da una coppia con un'idea di ospitalità molto particolare. Non un capolavoro ma un discreto mini-horror che riserva qualche brivido di raccapriccio, interpretato dalle facce giuste. Non male l'episodio bakeriano grazie all'impatto del corpo inciso, troppo frettoloso l'ultimo.

Lupus73 7/11/21 15:11 - 1186 commenti

I gusti di Lupus73

Tre episodi tutti ben confezionati e saldamente incastrati tanto che la cornice/prologo diventa il terzo episodio (quello dei malviventi alla ricerca del libro di sangue) e il secondo episodio (la professoressa e il medium) finisce per diventare la cornice/epilogo, anche se poi il vero epilogo è il primo episodio. Insomma come struttura, regia e sceneggiatura ci siamo, il tutto è ben concepito, quello che manca probabilmente è un soggetto davvero coinvolgente che riesca a sollevare il tutto dalla mera "storiella macabra". Tuttavia per passare un po' di tempo non è male.

Rafi Gavron HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.