Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 9/04/07 11:26 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Infimo balneare italiano firmato da Romolo Guerrieri col vero cognome. Nonostante il cast ricco, le gag sono d'anteguerra e tirate troppo per le lunghe, il ritmo quindi fiacco, gli ammiccamenti televisivi barbosi (agghiacciante un siparietto di imitazioni di Celentano, Mina e Paoli eseguito da Vianello). Povero ma brutto.

Homesick 17/08/07 18:38 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L'inizio non è male: sceneggiatura vivacissima, con continui giochi di parole, rime, perifrasi e qualche gag surreale. Poi, però, tutto diventa ripetitivo, noioso, banale, soporifero e precipita nella più assoluta mediocrità. Il cast è notevole, ma non tutti i (celebri) attori presenti danno il massimo.
MEMORABILE: Vianello che imita Celentano, Mina e Paoli.

R.f.e. 10/03/10 17:42 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Il professor De Matteis (Alberto Talegalli) è una sorta di caricatura del canonico mad-doctor munito di avveniristico supercomputer, che gli consente di vedere passato, presente e futuro. Nel suo laboratorio compare anche uno scimmione-cavia, sul genere di quelli presenti nel film Konga o in taluni trash messicani, racchiuso nella solita gabbia monoposto. Degno di nota infine il surreale sketch interpretato dal bravissimo e oggi purtroppo quasi del tutto dimenticato Tino Scotti.

Panza 23/06/14 21:35 - 1861 commenti

I gusti di Panza

Indescrivibile filmetto balneare che parte male e si conclude peggio. La prima mezz'ora è tutta ambientata in una specie di manicomio in cui conosciamo tutti i personaggi interpretati da un sacco di attori, volti che solcheranno questo genere di pellicola mille volte (basti pensare a Carotenuto). Mi dispiace dirlo ma oltre a non far ridere mai, Vianello e la Mondaini sono proprio mal sfruttati. Anche gli altri non è che facciano di meglio... Ci si sposta in spiaggia e la situazione peggiora, fra equivoci ed eterni break musicali. Pessimo.
MEMORABILE: Vianello che imita (malamente) Celentano.

Samuel1979 8/08/16 11:31 - 550 commenti

I gusti di Samuel1979

Tipico "filmetto" balneare degli anni 60 ben assortito, con un cast di primissimo ordine (Chiari svetta su tutti); la commedia seppur oggi appaia datatissima per usi e costumi di quel tempo, ci offre spunti interessanti che ne consigliano la visione. L'unica nota stonata: le pessime imitazioni di Vianello.

Ronax 25/12/16 23:58 - 1274 commenti

I gusti di Ronax

Fra i tanti film balneari sfornati da Girolami nei primi anni '60 è sicuramente uno dei più fiacchi. Non basta la simpatia di tanti gloriosi nomi dell'epoca (fra tutti il grande Mario Carotenuto e lo sfortunato Alberto Talegalli) a rendere sopportabili una sceneggiatura stiracchiata, situazioni ripetitive, macchiette insulse, gag tirate insopportabilmente per le lunghe e già stantie a quel tempo. Ci si può parzialmente consolare con le grazie, pudicamente esposte, di celebrate bellezze d'epoca come la Fabrizi e la De Luca, ma è ben poca cosa.
MEMORABILE: Lo strip della Fabrizi presentato a scopi "didattici" da Talegalli ai suoi pazienti.

Markus 28/06/17 14:11 - 3699 commenti

I gusti di Markus

Micidiale commedia che ci mostra le peripezie - vagamente sexy - di un gruppo di persone rinchiuse in un ospedale psichiatrico per problemi con le donne. La prima parte, tutta d'interni, è una mera carrellata di scenette semi-comiche nell'istituto mentre la seconda si sposta al di fuori ma... di spiaggia se ne vede davvero poca. L'impressione del film assemblato con gli scarti di altri c'è tutta, con attori-comparsa che spariscono dopo una battuta. Non si ride, ci si annoia e per giunta di balneare c'è ben poco. Insalvabile!

Graf 23/09/20 00:16 - 708 commenti

I gusti di Graf

Dopo tanti film balneari gustosi e genuini come un piatto di spaghetti, pomodoro e basilico "cucinati" dalla famiglia Girolami, ecco una pietanza scotta e senza sale. Gli attori e i caratteristi sono quelli soliti, dotati di grande spessore comico e burlesco, le attrici sono belle e simpatiche ma la trama accusa un’enorme spossatezza narrativa e drammatica, la regia e il quadro scenografico denunciano scarsa ispirazione e mancanza d’aria e il film dà l’impressione di essere il prodotto di una rapida imbastitura di scampoli e di brandelli raggruppati alla bell'e meglio. Noioso.

Ennio Girolami HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Ci troviamo in galleriaSpazio vuotoLocandina Il seduttoreSpazio vuotoLocandina Racconti d'estateSpazio vuotoLocandina Le tardone
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione R.f.e. • 10/03/10 17:31
    Fotocopista - 826 interventi
    Io sapevo che, benché sia firmato da Romolo Guerrieri-Girolami, questo film fu diretto in realtà dal solito Marino Girolami! A voi risulta ? Mi pare che lo affermò anche E. G. Castellari (figlio di Marino e nipote di Romolo) in un'intervista...
    Ultima modifica: 10/03/10 17:32 da R.f.e.
  • Discussione Zender • 10/03/10 17:35
    Capo scrivano - 47992 interventi
    Purtroppo personalmente non ne sapevo niente, Riccardo...
  • Discussione R.f.e. • 11/03/10 10:34
    Fotocopista - 826 interventi
    Allora, quasi tutte le schede che si trovano su Internet attualmente, lo attribuiscono ad entrambi (Marino e Romolo) tanto per "andare sul sicuro". Io comunque ho trovato una breve dichiarazione di Carlo Delle Piane che afferma l'abbia diretto Marino. Vedi un po' tu...
    Ultima modifica: 11/03/10 10:35 da R.f.e.
  • Discussione Zender • 11/03/10 12:09
    Capo scrivano - 47992 interventi
    Direi di metterli entrambi, a sto punto...
  • Discussione B. Legnani • 26/05/10 23:51
    Pianificazione e progetti - 14998 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Allora, quasi tutte le schede che si trovano su Internet attualmente, lo attribuiscono ad entrambi (Marino e Romolo) tanto per "andare sul sicuro". Io comunque ho trovato una breve dichiarazione di Carlo Delle Piane che afferma l'abbia diretto Marino. Vedi un po' tu...

    Confermo. Lo dice Guerrieri a Gomarasca nel Dossier Nocturno nr. 30 PERCORSI ALTERNATIVI (CONTROCORRENTE 2), pag. 45.
    Il film è un collage di altre pellicole.
    Forse la cosa va messa nelle Note.

    Cambierei il cognome del regista in GUERRIERI.
    Ultima modifica: 26/05/10 23:54 da B. Legnani
  • Discussione Caesars • 28/05/10 12:09
    Scrivano - 16831 interventi
    In molte schede il regista viene indicato (giustamente) come Romolo Guerrieri (Romolo Girolami), in alcune senza il vero nome tra parentesi e in questo film solo col vero nome. Unificherei la cosa in modo che le ricerche, sia come Romolo Guerrieri che come Romolo Girolami, portino allo stesso risultato.
  • Discussione Zender • 28/05/10 12:35
    Capo scrivano - 47992 interventi
    Beh, ma non sempre Girolami si firma Guerrieri, mi pare. Se non si firma Guerrieri non possiamo imporglielo. L'importante è che in tutti compaia comunque il suo vero nome, che è Romolo Girolami. Questo è l'unico caso in cui si firma come Girolami, sul Davinotti.
    Ultima modifica: 28/05/10 12:38 da Zender
  • Musiche Panza • 11/07/14 17:00
    Contratto a progetto - 5225 interventi
    Nel film si sentono la canzone Oggi ho rivisto te (Reverberi - Calabrese) cantata da Joe Sentieri e Hobby (Simoni - Savina) cantata dai Flippers.