Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE FINAL GIRLS

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/10/15 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 12/12/15 18:54 - 6869 commenti

Simpatica comedy-horror che ricorda molto Scream non solo per l'aspetto metacineatografico ma anche per come analizza e cerca di destrutturare il genere. Di sicuro non siamo su livelli altissimi, ma il divertimento non manca così come pure le risate. Il miglior modo per goderselo è staccare il cervello e non pensare a nulla. Chi ama il genere, specie le pellicole anni Ottanta, potrà gradire anche di più.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 14/12/15 7:53 - 7712 commenti

Per sfuggire alle fiamme che hanno invaso il cinema dove veniva proiettato uno slasher simil Venerdì 13, 5 ragazzi squarciano lo schermo e si ritrovano dentro il film, alle prese con un maniaco mascherato che potrà essere sconfitto solo da una vergine... Il filone destrutturante ipercitazionista alla Scream ogni tanto sforna piacevoli sorprese, ma qui si rimane a livello di buone intenzioni: le idee carine non mancano ma l'aver innestato la tematica del rapporto madre/figlia invece di donare un maggior spessore finisce per appesantire il racconto, rendendolo meno scorrevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il flashback in bianco e nero; Il copri-tette rinforzato per la più zoccoletta della compagnia .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Herrkinski 12/10/15 5:17 - 4216 commenti

L'idea di base, con i protagonisti che entrano nello schermo del cinema e finiscono catapultati nel film che stanno guardando, si è già vista altre volte; ma il lavoro metacinematografico del talentuoso Schulson è qui sorprendente. Al tempo stesso omaggio e spoof degli slasher-movies d'inizio anni '80 (su tutti la serie di Venerdì 13), il film dosa sapientemente gli elementi tra commedia, horror e dramma; è girato benissimo, con un lavoro di mdp spettacolare, una fotografia colorata e vivida, ottimi SPFX e un cast efficace. Da vedere di corsa!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incidente; Lo struggente dialogo e l'addio con la madre/attrice sulle note di "Bette Davis Eyes"; Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Dusso 22/11/15 11:33 - 1533 commenti

Un'idea abbastanza originale, anche se con diversi errori cronologici. A parte questo il film (dotato di un'ottima fotografia) è forse meno divertente di quello che ci si poteva aspettare e punta anche molto sulla commozione (il rapporto tra madre morta e figlia). Il finale arriva interrompendo la vicenda, che mi sarebbe invece piaciuto fosse andata avanti.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Pumpkh75 24/11/15 17:33 - 1146 commenti

Forse gli manca quel pizzico di sangue in più e la maschera del novello Jason è invero bruttarella, ma per il resto è pregevole: parodizza il genere con intelligenza evitando scurrili scemenze, evidenzia una regia ispirata e inventiva (le scritte in rilievo ne sono esempio) e rivela l’ardire di offrire persino momenti di riflessione emozionale senza “sdolcinarci” alla nausea. Ha una sua cifra anche nell’abbondare con il metacinema e poi un horror che apre con Kim Carnes e chiude con le Bananarama merita il mio plauso incondizionato. Sorpresa.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Jena 9/2/19 19:01 - 966 commenti

Uno dei migliori omaggi al cinema horror degli anni 80. Non è una parodia, ma quasi una reinvenzione fantastica, con un tuffo nel passato e un inedito confronto tra cinema di oggi e di ieri. In perfetto equilibrio tra comedy (prevalente) e horror, con invenzioni e gusto dell'immagine, diverte dall'inizio alla fine e propone anche un commovente e sorprendente rapporto madre figlia che ci parla del distacco e della morte. Brava la Farmiga, imbambolato il "vichingo" Ludwig, la quarantenne Akerman convince poco in un ruolo di ventenne.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incendio nel cinema dei fan horror; Il tipo arrapato in puro stile eighties; La magnifica scena dell'addio tra madre e figlia; Il duello finale.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Almicione 23/9/17 17:42 - 765 commenti

L'espediente per entrare nella storia è futile, ma ci può stare per un film di questa foggia. Quello che davvero non riesco a comprendere è il bisogno di infilarci la madre morta e quindi tutti dialoghi drammatici che stonano con il resto; cioè, davvero si voleva dare un taglio drammatico oltre che comico? Gradevole invece l'idea generale e quella sorta di parodia/omaggio nei confronti del genere slasher.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)