Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MAGIC IN THE MOONLIGHT

All'interno del forum, per questo film:
Magic in the moonlight
Titolo originale:Magic in the Moonlight
Dati:Anno: 2014Genere: commedia (colore)
Regia:Woody Allen
Cast:Colin Firth, Emma Stone, Antonia Clarke, Natasha Andrews, Valérie Beaulieu, Peter Wollasch, Jürgen Zwingel, Wolfgang Pissors, Sébastien Siroux, Simon McBurney, Marcia Gay Harden
Visite:848
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/12/14 DAL BENEMERITO MYVINCENT POI DAVINOTTATO IL GIORNO 14/4/15


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 14/4/15 20:34 - 11063 commenti

Non diventerà una delle pietre miliari della filmografia di Allen questa commedia dalla (piacevole) ambientazione francese. Il regista azzecca oltre alle locations anche la coppia dei protagonisti (Emma Stone in particolare è deliziosa) e in generale tutti gli interpreti. Brioso e "ritmato" nelle parti iniziale e finale, il film è però tedioso e ricco di lungaggini nella parte centrale. Colonna sonora tipicamente "alleniana". Buono il doppiaggio italiano. Nel complesso, discreto.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 7/12/14 2:21 - 7166 commenti

Il solito filmetto alleniano degli ultimi anni: trama risaputa (con un finale che si intuisce quasi subito), pochi momenti e battute azzeccate, dialoghi poco arguti, poco convincenti e soprattutto ben poco divertenti. A tradire è anche il ritmo altrove più spigliato: qui invece ogni tanto fa capolino anche un po' di noia (nonostante duri solo 90 minuti) poiché la vicenda evolve lentamente. Risibili i riferimenti "seri" a filosofia e religione. I momenti migliori li regala il personaggio vanesio del mago (bravo Firth), specie quando duetta con la zia (bravissima Eileen Atkins). Mediocre.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 7/12/14 8:21 - 8487 commenti

Mago inglese, scettico e razionale, intende smascherare come truffatrice una medium americana, ma la ragazza, oltre ad essere molto attraente, pare possedere davvero doti straordinarie... Ancora una volta Allen torna sui temi della magia - quella sul palco fatta di trucchi e quella inspiegabile dell'attrazione amorosa - con questa commedia ambientata in Costa Azzurra negli anni Venti, molto "alleniana" per le ambientazioni, la colonna sonora, il garbo della recitazione. Gradevole certo, ma anche manierata, senza sussulti: un tardo-Allen di routine che scorre sui binari del prevedibile.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 23/12/14 18:39 - 3143 commenti

Un Woody Allen in gran spolvero, che pecca nell'eccessiva prevedibilità (ogni sviluppo è dannatamente telefonato) ma scorre leggero e frizzante per tutta la durata, seguendo una trama che abbandona, per una volta (come già accadde nel riuscito Midnight in Paris), il solito canovaccio del discreto fascino delle corna borghesi in favore dell'intrigo romantico-surreale. Molto bella la fotografia, simpatici i due protagonisti. Tutt'altro che perfetto, ma di quei film che fanno bene alla salute. **! che guardano, sorridenti, verso l'alto.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Harrys 26/12/14 12:20 - 679 commenti

L'ambientazione d'inizio Novecento calza come una muta tecnica sulla teatralità british propria della messa in opera alleniana. Il tema dell'illusione irrompe prepotente dopo la Sindrome di Stendhal parigina, instaurando un'evidente metafora tra l'eterea arte (che ancora affascina l'autore) e l'inafferabile pulsione (che ancora turba l'autore). L'incedere non desta scalpore irriverente, ma l'epilogo è di una fattura certosina, tralasciando qualche fuorviante dettaglio: sublima in una beffarda crasi l'assunto programmatico. Deliziosa la Stone.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

124c 9/12/14 11:42 - 2728 commenti

Colin Firth se la cava, col suo prestigiatore un po' alla mister Darcy e un po' alla Bisbetico domato, ma se c'è un motivo per vedere questo film di Woody Allen quello è Emma Stone, nella parte dell'amabile medium degli anni '20. Simpatica l'attrice che impersona la zia di Firth, dà un tocco ancor più umoristico a una vicenda alquanto prevedibile e scontata. Poco sfruttata Marcia Gay Harden, forse perché la "madre" di Emma Stone ha un ruolo materno e basta. Buoni i costumi e le auto d'epoca, perfetto il trucco da cinese di Firth. Nella media.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rambo90 7/12/14 21:08 - 6019 commenti

Un Allen minore (come da alcuni anni a questa parte) ma in fondo ancora piacevole, soprattutto grazie ai colori caldi della fotografia e ai dialoghi sempre brillanti. La storia è simpatica, in parte penalizzata però da un ritmo oltremodo lento e da inquadrature troppo spesso fisse. Firth e la Stone sono una buona coppia, incarnano bene i personaggi e risollevano molti momenti, soprattutto dopo il prevedibilissimo colpo di scena.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 17/12/14 10:28 - 4099 commenti

Qualcosa si comincia a intuire fin dal commento sonoro dei titoli di testa (il jazz tanto caro a Woody), e cioè che c'è la volontà di percorrere strade conosciute e piuttosto rettilinee; poi invece il film sembra partire alla grande, sul palcoscenico del "mago cinese". Prosegue anche creando un certo interesse fino al confronto con la "sensitiva". Comincia poi ad afflosciarsi poco alla volta e rimangono solo gli splendidi scenari e l'Alfa Romeo rossa. Non un prodotto scadente, ma un prodotto senz'altro marca Allen, tranquillo, senza nuovi sussulti.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Myvincent 6/12/14 22:52 - 2384 commenti

Pseudo-delizioso cadeau, come quasi tutte le ultime produzioni del vetusto Woody Allen, dove anche qui l'esperienza di una vita da cineasta sopperisce alla scarsa brillantezza nell'inventiva narrativa. La morale del film è che il cosiddetto "pensiero magico" alla fine vince su quello logico, aiutando a spiritualizzare l'esistenza di tutti noi. Cos'altro aggiungere... se non qualche svogliato sbadiglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'autorivelazione del protagonista circa il suo innamoramento verso l'americana fanciulla di diversa estrazione sociale.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 5/3/17 8:58 - 2132 commenti

Non sembra esserci molto di Allen questa volta, se non la misantropia e l’estremo raziocinio che caratterizzano il protagonista. Lo scritto si presenta ripetitivo, soprattutto nella prima parte e alcune scelte reiterate a sufficienza. Si torna nuovamente ai primi del Novecento, edulcorato da una fotografia patinata e traslucida, in cui a serrare le fila è il solito gioco delle coppie, suggellato questa volta da un finale stranamente ottimista. Si guarda comunque con piacere poiché leggero e non superficiale, ma si dimentica in fretta.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Kinodrop 21/6/15 21:20 - 1205 commenti

Siamo ormai assuefatti all'alternanza in Allen di lavori importanti e di mediocri commediole. A questa seconda categoria appartiene questa pellicola, dove si concentrano alcuni tic già visti e rivisti: la magia, lo scetticismo, la religione, la morte, sullo sfondo dei favolosi anni '20 con contorno del solito swing e canzonette d'epoca. Trama fragilissima ambientata nel sud della Francia, attori non a proprio agio per una sceneggiatura frammentaria e a tratti noiosa. Lascia il tempo che trova, ma è comunque un gradino sopra a To Rome with love.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Xamini   21/1/15 21:37 - 931 commenti

Un'opera graziosa, un po' lenta, senza grandi slanci o grandi approfondimenti, ma tutta fotografia, contesto (solare), colori di mare. I due protagonisti ci duettano sopra deliziando gli animi romantici in cerca di qualcosa di prevedibile che restituisca un sorriso. Vien quasi voglia di andare a vederlo limonando come quindicenni...
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Rocchiola 5/9/18 14:32 - 721 commenti

Un mago cinico e snob, ennesimo alter-ego del regista, viene incaricato di smascherare una finta medium ospite presso una ricca famiglia nel sud della Francia. Allen gira con una leggerezza quasi musicale sfruttando magnificamente i paesaggi naturali della costa azzurra fotografati in modo insolitamente luminoso per gli standard odierni. Il tema della magia è ricorrente nella sua filmografia e qui viene utilizzato per un confronto tra razionalità e sentimento. Opera minore ma gustosa, sinceramente migliore del sopravvalutato Midnight in Paris.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non so chi detesto di più, se quelli che usano semplici trucchetti per ingannare gli ingenui o gli ingenui che sono così stupidi da meritarselo".
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Thedude94 11/12/19 23:58 - 408 commenti

Commedia romantica alleniana condita da sprazzi di magia e sedute spiritiche abbastanza piacevole, che ha dalla sua una buona fotografia e dialoghi che toccano temi altissimi di filosofia e cinismo, tipici dell'Allen più pessimista. I due protagonisti sono bravi, in particolare la Stone è ben messa in mostra dal regista, che attraverso pregevoli giochi di luce la rende ancora più bella di com'è. Dunque, nonostante alcune lungaggini inutili e momenti poco incisivi, il film scorre sul quel filo d'equilibrio che lo rende godibile. Non male.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)